Siamo online da



ULTIMI COMMENTI

LE RICETTE PIU' LETTE

I VIDEO PIU' VISTI

AREA RISERVATA

cronache di gusto

Direzione, redazione
ed amministrazione:
Via Giuseppe Alessi, 44
(ex via Autonomia Siciliana)
90143 Palermo
Tel. +39 091 336915
Cronache di Gusto
autorizzazione
del tribunale di Palermo
numero 9 del 26-04-07

Cronache di Gusto
è iscritta al ROC
(Registro degli Operatori
di Comunicazione)
col numero 32897

Editoriale De Gustibus Italia
P.IVA 05540860821

Direttore Responsabile:
Fabrizio Carrera

Coordinamento:
Giorgio Vaiana

Web & Digital Design:
Floriana Pintacuda

Contributors:

Andrea Busalacchi
Andrea Camaschella
Marina V. Carrera
Titti Casiello
Sofia Catalano
Roberto Chifari
Ambra Cusimano
Lorella Di Giovanni
Maria Giulia Franco
Annalucia Galeone
Federica Genovese
Christian Guzzardi
Clarissa Iraci
Francesca Landolina
Federico Latteri
Irene Marcianò
Bianca Mazzinghi
Alessandra Meldolesi
Clara Minissale
Fiammetta Parodi
Geraldine Pedrotti
Stefania Petrotta
Michele Pizzillo
Fabiola Pulieri
Enzo Raneri
Mauro Ricci
Gianluca Rossetti
Emanuele Scarci
Marco Sciarrini
Sara Spanò
Giorgia Tabbita
Fosca Tortorelli
Maristella Vita
Manuela Zanni

Organizzazione Eventi:
Filippo Fiorito
Laura Lamia

Ivana Piccitto

Concessionaria
per la pubblicità:
Publisette
Via Catania, 14
90141 Palermo

info@publisette.it

COOKIE POLICY
PRIVACY POLICY
INFORMATIVA PRIVACY

L'intervento

Alessandro Dettori

C'è attesa nel mondo degli addetti ai lavori. Lo spostamento del Prowein di Dusseldorf, comunicato qualche giorno fa (leggi questo articolo), ha messo in allarme soprattutto i produttori italiani che adesso puntano i loro occhi in direzione Verona, per capire cosa succederà per il Vinitaly, previsto dal 19 al 22 aprile.

Il caso si arricchisce di un nuovo testo di Nino Aiello che trovate alla fine dell'articolo pubblicato qualche giorno fa a completamento della sua posizione su questa vicenda.


(Nino Aiello)

AGGIORNAMENTO 3 FEBBRAIO 2020 - In data odierna Nino Aiello ci ha inviato un altro testo a completamento della vicenda. Lo potete leggere alla fine del testo. 

L'intervista al presidente della FederDoc Riccardo Ricci Curbastro: "Le sentenze non si commentano, si studiano. Oggi non so se valga la pena spingere una denominazione verso il livello superiore a tutti i costi"


(Riccardo Ricci Curbastro - ph Vincenzo Ganci)

di Giorgo Vaiana

Il giorno dopo la notizia pubblicata su questo giornale sulla sentenza del Tar Lazio che ha bloccato l'operazione della Doc Sicilia sul Grillo e sul Nero d'Avola (leggi questo articolo), parla Riccardo Ricci Curbastro, presidente di FederDoc. 

di Daniele Cernilli, DoctorWine

A scanso di equivoci, e per chiarire alcuni aspetti dopo le svariate polemiche che hanno accompagnato e seguito uno spot pubblicitario che lo ha riguardato (leggi questo articolo), vorrei esprimere alcune personali convinzioni sul Tavernello e su tutti i vini “nazionalpopolari” in brik o comunque dai prezzi molto contenuti. Tavernello, ma anche Ronco, San Crispino e quant’altro. 

FLASH NEWS

LE RICETTE DEGLI CHEF

Elio Mariani

Checchino dal 1887

Roma

2) Insalata di zampi

SITI AMICI
WINE POWER LIST 2022

LE GRANDI VERTICALI

Copyright © 2007-2022 cronachedigusto.it. Tutti i diritti riservati. Powered by Visioni©
La riproduzione totale o parziale di tutti i contenuti, testi, foto e video, in qualunque forma, su qualsiasi supporto e con qualunque mezzo è proibita.

Search