Siamo online da



ULTIMI COMMENTI

LE RICETTE PIU' LETTE

I VIDEO PIU' VISTI

AREA RISERVATA

cronache di gusto

Direzione, redazione
ed amministrazione:
Via Giuseppe Alessi, 44
(ex via Autonomia Siciliana)
90143 Palermo
Tel. +39 091 336915
Cronache di Gusto
autorizzazione
del tribunale di Palermo
numero 9 del 26-04-07

Cronache di Gusto
è iscritta al ROC
(Registro degli Operatori
di Comunicazione)
col numero 32897

Editoriale De Gustibus Italia
P.IVA 05540860821

Direttore Responsabile:
Fabrizio Carrera

Coordinamento:
Giorgio Vaiana

Web & Digital Design:
Floriana Pintacuda

Contributors:

Andrea Busalacchi
Andrea Camaschella
Marina V. Carrera
Titti Casiello
Sofia Catalano
Roberto Chifari
Ambra Cusimano
Lorella Di Giovanni
Maria Giulia Franco
Annalucia Galeone
Federica Genovese
Christian Guzzardi
Clarissa Iraci
Francesca Landolina
Federico Latteri
Irene Marcianò
Bianca Mazzinghi
Alessandra Meldolesi
Clara Minissale
Fiammetta Parodi
Geraldine Pedrotti
Stefania Petrotta
Michele Pizzillo
Fabiola Pulieri
Enzo Raneri
Mauro Ricci
Gianluca Rossetti
Emanuele Scarci
Marco Sciarrini
Sara Spanò
Giorgia Tabbita
Fosca Tortorelli
Maristella Vita
Manuela Zanni

Organizzazione Eventi:
Filippo Fiorito
Laura Lamia

Ivana Piccitto

Concessionaria
per la pubblicità:
Publisette
Via Catania, 14
90141 Palermo

info@publisette.it

COOKIE POLICY
PRIVACY POLICY
INFORMATIVA PRIVACY

Pubblicato in L'intervista il 10 Febbraio2022
Giovanni Busi

di Emanuele Scarci

Dopo l’accelerazione record del 2021, l’anno nuovo per i vini toscani si è aperto con un’inchiodata degli imbottigliamenti.

Cos’è successo? “Le restrizioni contro la pandemia scattate a dicembre hanno rallentato tutto - osserva Giovanni Busi, presidente del Consorzio vino Chianti - E anche all’estero si è venduto poco. A metà dicembre a New York e a Houston le strade e i ristoranti erano deserti. Mai vista una cosa del genere. E con i ristoranti vuoti, il vino non si vende né si compra. Ma oggi non mi preoccupo più di tanto: gli enti di certificazione segnalano che i campionamenti per ottenere le fascette stanno procedendo spediti. Mi aspetto quindi una ripartenza a breve”.

Le montagne russe
In dettaglio, a gennaio l’inciampo delle principali 14 Dop toscane si misura nel -6% medio, a 21,6 milioni di bottiglie, rilevato dell’Associazione vini toscani. Colpiscono il -38% della Maremma, il -33% del Brunello di Montalcino e il -21% del Chianti. Limita i danni il Chianti Classico con il -4% mentre l’Igt cresce del 9%. Un avvio d’anno da dimenticare dunque che segue un 2021 con un imbottigliato di 282,5 milioni di bottiglie, +10% sul 2020 e +4% sul 2019. E con le tre maggiori denominazioni (Igt Toscana, Chianti e Chianti Classico) che si ritagliavano oltre l’80% della torta. In termini assoluti, nel 2021 il Chianti ha raggiunto 96,3 milioni di bottiglie, +6,5% sul 2019 (il vino più venduto) e il Chianti Classico 37,7 milioni di bottiglie, +11,4%. A molta distanza seguono: Brunello di Montalcino con 11,4 milioni, +41% sul 2019, Bolgheri con 7,2 milioni (-2%) e Maremma con circa 7 milioni (+18%).

Rebus prezzi
Sul fronte prezzi, il vino Chianti sfuso è balzato del 50% da 1 euro/litro di un anno fa a 1,50 di oggi. “La vendemmia scarsa dell’anno scorso e l’impennata della domanda hanno agito sui prezzi - sottolinea Busi - ma i rincari dovuti, in primis, all’impennata dell’energia e, poi, delle materie prime non ci viene riconosciuto. Il Chianti è venduto per il 65% nella grande distribuzione italiana ed estera, ma i retailer mostrano scarsa sensibilità. Le catene commerciali sono disponibili a riconoscere ritocchi del 2-3%. In qualche caso fino al 5% che però è insufficiente a compensare i costi. Diverse aziende non hanno ancora firmato i contratti per il 2022”.

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

FLASH NEWS

LE RICETTE DEGLI CHEF

Luca Lacalamita

Lula pane e dessert

Trani (Bt)

1) Tartelletta di stagione

SITI AMICI
WINE POWER LIST 2022

LE GRANDI VERTICALI

Copyright © 2007-2022 cronachedigusto.it. Tutti i diritti riservati. Powered by Visioni©
La riproduzione totale o parziale di tutti i contenuti, testi, foto e video, in qualunque forma, su qualsiasi supporto e con qualunque mezzo è proibita.

Search