Siamo online da



ULTIMI COMMENTI

LE RICETTE PIU' LETTE

I VIDEO PIU' VISTI

AREA RISERVATA

cronache di gusto

Direzione, redazione
ed amministrazione:
Via Giuseppe Alessi, 44
(ex via Autonomia Siciliana)
90143 Palermo
Tel. +39 091 336915
Cronache di Gusto
autorizzazione
del tribunale di Palermo
numero 9 del 26-04-07

Cronache di Gusto
è iscritta al ROC
(Registro degli Operatori
di Comunicazione)
col numero 32897

Editoriale De Gustibus Italia
P.IVA 05540860821

Direttore Responsabile:
Fabrizio Carrera

Coordinamento:
Giorgio Vaiana

Web & Digital Design:
Floriana Pintacuda

Contributors:

Andrea Busalacchi
Andrea Camaschella
Marina V. Carrera
Titti Casiello
Sofia Catalano
Roberto Chifari
Ambra Cusimano
Lorella Di Giovanni
Maria Giulia Franco
Annalucia Galeone
Federica Genovese
Christian Guzzardi
Clarissa Iraci
Francesca Landolina
Federico Latteri
Irene Marcianò
Bianca Mazzinghi
Alessandra Meldolesi
Clara Minissale
Fiammetta Parodi
Geraldine Pedrotti
Stefania Petrotta
Michele Pizzillo
Fabiola Pulieri
Enzo Raneri
Mauro Ricci
Gianluca Rossetti
Emanuele Scarci
Marco Sciarrini
Sara Spanò
Giorgia Tabbita
Fosca Tortorelli
Maristella Vita
Manuela Zanni

Organizzazione Eventi:
Filippo Fiorito
Laura Lamia

Ivana Piccitto

Concessionaria
per la pubblicità:
Publisette
Via Catania, 14
90141 Palermo

info@publisette.it

COOKIE POLICY
PRIVACY POLICY
INFORMATIVA PRIVACY

Pubblicato in L'olio della settimana il 02 Ottobre2022

di Christian Guzzardi

Situata sul versante meridionale dell’Etna, l’azienda agricola Serafica ha sede a Nicolosi in provincia di Catania.

Una storia iniziata a metà degli anni '50 quando Andrea Serafica, di ritorno dagli Stati Uniti, avviò in questo territorio la coltivazione di vigne e ulivi. Oltre cinquant’anni di esperienza, quattro generazioni di produttori e un progetto che ha vissuto evoluzioni importanti passando dalla produzione in conto terzi alla creazione nei primi anni Duemila del brand commerciale. In mezzo un lungo processo di innovazione tecnologica - avviato da Antonino Serafica, figlio del fondatore, e portato avanti oggi da Giuseppe, Nino e Maria Ausilia – che ha visto l’introduzione del palmento meccanizzato e del frantoio aziendale, il reimpianto di nuovi vigneti e uliveti e un costante impegno per il rispetto dei principi di sostenibilità ambientale.

Il risultato di questo lavoro sono vini e oli che fotografano al meglio un territorio in cui le eccezionali condizioni pedoclimatiche del vulcano, unite al know-how enologico e olivicolo, conferiscono ai prodotti caratteristiche qualitative uniche. Dalla coltivazione di varietà autoctone come Nerello Cappuccio, Nerello Mascalese, Carricante, Minnella e Visparola nascono diverse tipologie di vini bianchi, rosati e rossi. Tra questi gli Etna Doc “Grotta dei Lamponi”, “Grotta del Gelo” e “Grotta della Neve” e i Terre Siciliane Igp “Mirantur”: un totale di quarantamila bottiglie, figlie di oltre quattordici ettari di vigneti.

Sono quaranta, invece, gli ettari entro i quali si distribuiscono gli uliveti aziendali. Tredicimila piante affacciate sul Golfo di Catania, che crescono nei territori di Nicolosi, Ragalna e Santa Maria Di Licodia ad un’altitudine compresa tra i trecento e i mille metri sopra il livello del mare. Cultivar regina del territorio è la Nocellara Etnea, varietà prevalente dell’uliveto alla quale si affiancano piante di Biancolilla, Carolea e Moresca. È a partire da queste che ogni anno vengono realizzati extravergine dal gusto articolato e dotati di una delicata nota di acidità che risentono in pieno dell’influenza di correnti marine le quali, mescolandosi ai venti dell’entroterra, regalano loro caratteristiche uniche.

A comporre la gamma sono due monocultivar da Nocellara Etnea (il primo ottenuto da trecento alberi che crescono a un’altitudine di milleduecento metri nel comune di Belpasso, il secondo certificato biologico) e due blend che raccontano le diverse sfumature del territorio. Una produzione annua che può contare ventimila bottiglie commercializzate attraverso il canale horeca e presso botteghe specializzate per il 60% in Italia e per il 40% in Europa, Stati Uniti e Giappone.

Tra gli extravergine firmati Serafica abbiamo assaggiato il blend “04”, ottenuto per il 50% da Nocellara Etnea e per il restante 50% da Carolea e Moresca. Frutto di una raccolta manuale, effettuata a partire dai primi giorni di ottobre, questo viene estratto a freddo presso il frantoio aziendale, filtrato e conservato in silos d’acciaio a temperatura controllata. Si tratta di un fruttato medio-intenso dal colore giallo brillante con sfumature verdi. Al naso presenta un bouquet aromatico elegante e carico di note erbacee particolarmente persistenti. All’assaggio risulta delicato e avvolgente: l’apertura leggermente amara ricorda il gusto del carciofo mentre il finale lascia emergere una gradevole componente piccante. Nel complesso risulta un molto bene equilibrato grazie a un mix ben riuscito tra le note olfattive e quelle gustative che si combinano al meglio tra loro. Per via delle sue caratteristiche è un olio ideale per accompagnare piatti dai gusti delicati; si sposa molto bene con insalate arricchite da ortaggi, carpacci di carne e formaggi caprini. Da provare anche con piatti a base di pesce, sia crudi che cotti. Esprime il meglio di sé a crudo.

Serafica
Contrada Mompilieri, sn
Nicolosi (Catania)
T. 095 518 1617
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
www.serafica.it

L'OLIO IN PILLOLE

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

FLASH NEWS

LE RICETTE DEGLI CHEF

Carmine di Donna

www.carminedidonna.it

3) Bignè con croccante e crema pasticcera

SITI AMICI
WINE POWER LIST 2022

LE GRANDI VERTICALI

Copyright © 2007-2022 cronachedigusto.it. Tutti i diritti riservati. Powered by Visioni©
La riproduzione totale o parziale di tutti i contenuti, testi, foto e video, in qualunque forma, su qualsiasi supporto e con qualunque mezzo è proibita.

Search