Siamo online da



ULTIMI COMMENTI

LE RICETTE PIU' LETTE

I VIDEO PIU' VISTI

AREA RISERVATA

cronache di gusto

Direzione, redazione
ed amministrazione:
Via Giuseppe Alessi, 44
(ex via Autonomia Siciliana)
90143 Palermo
Tel. +39 091 336915
Cronache di Gusto
autorizzazione
del tribunale di Palermo
numero 9 del 26-04-07

Cronache di Gusto
è iscritta al ROC
(Registro degli Operatori
di Comunicazione)
col numero 32897

Editoriale De Gustibus Italia
P.IVA 05540860821

Direttore Responsabile:
Fabrizio Carrera

Coordinamento:
Giorgio Vaiana

Web & Digital Design:
Floriana Pintacuda

Contributors:

Andrea Busalacchi
Andrea Camaschella
Marina V. Carrera
Sofia Catalano
Roberto Chifari
Ambra Cusimano
Lorella Di Giovanni
Maria Giulia Franco
Annalucia Galeone
Federica Genovese
Christian Guzzardi
Clarissa Iraci
Francesca Landolina
Federico Latteri
Irene Marcianò
Bianca Mazzinghi
Alessandra Meldolesi
Clara Minissale
Fiammetta Parodi
Geraldine Pedrotti
Stefania Petrotta
Michele Pizzillo
Fabiola Pulieri
Enzo Raneri
Mauro Ricci
Gianluca Rossetti
Emanuele Scarci
Marco Sciarrini
Sara Spanò
Giorgia Tabbita
Fosca Tortorelli
Maristella Vita
Manuela Zanni

Organizzazione Eventi:
Laura Lamia
Ivana Piccitto

Concessionaria
per la pubblicità:
Publisette
Via Catania, 14
90141 Palermo

info@publisette.it

COOKIE POLICY
PRIVACY POLICY
INFORMATIVA PRIVACY

Pubblicato in L'olio della settimana il 22 Dicembre2012

Oliva Taggiasca. Siamo in Liguria, in provincia di Imperia, nell'entroterra Sanremese, nel comune di Badalucco.

Nella Valle Argentina, dall'inizio del secolo scorso la famiglia Boeri, riconosciuta in zona col soprannome di Roi, possiede 15 ettari, 6.000 piante secolari della sola cultivar Taggiasca, quella che si identifica con la Liguria, specie occidentale. Oggi l'azienda è di proprietà di Franco Boeri che collaborato dalla moglie Rossella continua con passione l'attività di olivicoltore. Oggi l'oliveto è reso più attuale, come si può fare per alberi secolari, con potature per abbassare la chioma e permettere una più agevole raccolta sempre manuale e con la realizzazione di un impianto irriguo a goccia. Questo si è reso necessario perchè i terreni, a quote dai 200 ai 700 metri, sono a forte pendenza, con poco substrato agrario e molta roccia, dove le acque piovane più che infiltrarsi scorrono superficialmente.
 
La cultivar Taggiasca ha frutto di ridotte dimensioni, ciò nonostante è usata anche come oliva da tavola spesso in salamoia. Dà rese basse ed oli in genere delicati, con una punta di dolce, ricchi di acido oleico e con polifenoli nella media. La DOP Riviera Ligure è nata nel 1997 e comprende tre menzioni geografiche, a partire da ovest: Riviera dei Fiori, Riviera del Ponente Savonese, Riviera di Levante ed in esse la Taggiasca passa da almeno il 90% al massimo del 45%.

Olio Roi produce annualmente 700 hl di olio di cui una parte da olive scelte acquistate; sono imbottigliate 80.000 pezzi tra cui tre cru, top di gamma, suddivisi per fasce altitudinali. La raccolta ad invaiatura inizia in genere a metà novembre per concludersi a gennaio o addirittura per qualche anno a marzo. Accanto ad un frantoio a ciclo continuo ne possiede anche uno a molazze, che la tradizione ligure ancora apprezza, con cui si ricava un monocultivar non DOP. Le olive fresche nella breve attesa per la molitura sono tenute a 4° in celle frigorifere per mantenere al massimo le qualità positive.
Il mercato per il 55% è dedicato all'estero in ben 19 nazioni e l'olio è commercializzato in negozi specializzati e usato in molti ristoranti, anche di fama.
 
Ora dedichiamoci al Carte Noire di cui si ricavano 18.000 bottiglie con rese molto basse. Al naso è da fruttato medio, con sentori di oliva verde, mandorla, mela verde, un pizzico di vegetale, di molta armonia olfattiva. In bocca entra dolce con un'espansione di amaro equilibrato, un gusto di carciofo crudo e una retrogusto con piccante presente ma affatto predominante.
Olio delicato e gustoso allo stesso tempo, perfetto per condire il pesto di basilico, il pesce.
Potete trovarlo anche online nel negozio aziendale a 13 euro.

Olio Roi
via Argentina 1
18010 Badalucco (Im)
tel. 0184 408004
www.olioroi.com




Recensioni
di Giovanni Paternò

Rubrica a cura di  Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

FLASH NEWS

LE RICETTE DEGLI CHEF

Riccardo Camanini

Ristorante Lido 84

Gardone Riviera (Bs)

1) Sarda di lago affumicata e fritta

SITI AMICI
WINE POWER LIST 2019

LE GRANDI VERTICALI

Copyright © 2007-2021 cronachedigusto.it. Tutti i diritti riservati. Powered by Visioni©
La riproduzione totale o parziale di tutti i contenuti, testi, foto e video, in qualunque forma, su qualsiasi supporto e con qualunque mezzo è proibita.

Search