Siamo online da



ULTIMI COMMENTI

LE RICETTE PIU' LETTE

I VIDEO PIU' VISTI

AREA RISERVATA

cronache di gusto

Direzione, redazione
ed amministrazione:
Via Giuseppe Alessi, 44
(ex via Autonomia Siciliana)
90143 Palermo
Tel. +39 091 336915
Cronache di Gusto
autorizzazione
del tribunale di Palermo
numero 9 del 26-04-07

Cronache di Gusto
è iscritta al ROC
(Registro degli Operatori
di Comunicazione)
col numero 32897

Editoriale De Gustibus Italia
P.IVA 05540860821

Direttore Responsabile:
Fabrizio Carrera

Coordinamento:
Giorgio Vaiana

Web & Digital Design:
Floriana Pintacuda

Contributors:

Andrea Busalacchi
Andrea Camaschella
Marina V. Carrera
Sofia Catalano
Roberto Chifari
Ambra Cusimano
Lorella Di Giovanni
Maria Giulia Franco
Annalucia Galeone
Federica Genovese
Christian Guzzardi
Clarissa Iraci
Francesca Landolina
Federico Latteri
Irene Marcianò
Bianca Mazzinghi
Alessandra Meldolesi
Clara Minissale
Fiammetta Parodi
Geraldine Pedrotti
Stefania Petrotta
Michele Pizzillo
Fabiola Pulieri
Enzo Raneri
Mauro Ricci
Gianluca Rossetti
Emanuele Scarci
Marco Sciarrini
Sara Spanò
Giorgia Tabbita
Fosca Tortorelli
Maristella Vita
Manuela Zanni

Organizzazione Eventi:
Laura Lamia
Ivana Piccitto

Concessionaria
per la pubblicità:
Publisette
Via Catania, 14
90141 Palermo

info@publisette.it

COOKIE POLICY
PRIVACY POLICY
INFORMATIVA PRIVACY

Pubblicato in La birra della settimana il 08 Dicembre2019

di Andrea Camaschella

Una settimana fa andava in scena, a Triggianello (BA), il dodicesimo compleanno di Birranova, il birrificio aperto nel 2007 da Donato Di Palma. Musica dal vivo, dj set, street food di altissimo livello e, ovviamente birre di Birranova alla spina praticamente tutte presenti.

Birranova è cresciuto, lentamente, con passi sicuri, partendo da una struttura - che all’epoca ci pareva gigante e oggi di giusta misura - ben organizzata, con spazi sufficienti per un’ulteriore crescita o semplicemente per lavorare con comodi spazi. Donato ha affinato le tecniche, aggiunto attrezzature, migliorato le birre dal punto di vista qualitativo e della tenuta della qualità. Si è tolto vari sfizi, creando birre, in molti casi one-shot o collaborazioni, con ingredienti o tecniche inconsueti. Ha costruito un team attorno a sé, affiatato e affidabile a cui ha imparato a demandare senza caricare sempre su di sé tutte le responsabilità. In sostanza Birranova è, oggi, un birrificio di altissimo livello, con alle spalle un mastro birraio, Donato, in grado di guardare e guidare la propria azienda da imprenditore senza dimenticare la passione, la creatività e il legame con il territorio circostante. Sembra facile, ma non lo è per nulla.


(Donato Di Palma)

In quest’ottica il compleanno è volto a portare i clienti di Birranova in birrificio, dove la birra si produce, a vedere i macchinari: la birra che sgorga dai rubinetti dei pub o che ci si versa dalle bottiglie arriva proprio da qui. Sul livello delle birre, posso garantire: tutte in forma smagliante, dalla prima all’ultima, dalla più semplice Nova Pils (o la Linfa), alla più folle perché fatta con una parte di acqua di mare, la Margose, fino alla ricca e suadente Roccia Scura, passando per le più luppolate, o le altre classiche. Alte o basse fermentazioni, in fusto o in bottiglia, di scuola tedesca, belga, inglese o nordamericana, sono tutte birre curate, con un tocco personale, interessanti, spesso pericolosamente facili da bere e mai banali.

Tra le tante birre, per stare in tema natalizio, sottolineo una delle follie di Donato, la Drunk Panettone, una quadrupel con aggiunta di scorze di agrumi e bacche di vaniglia. Nata in collaborazione con l’olandese Kees, è una birra da 10% di alcol, ispirata alle birre più importanti (dal punto di vista degustativo e alcolico) del panorama belga, in cui Donato lavora per apportare i temi del Natale, con profumi di arancia e altra frutta candita in mezzo alla ricchezza dei malti tostati. Birra che in bocca si conferma avvolgente, calda, sincera compagna di un dopo cena a base di panettone o altri dolci, anche semplicemente frutta secca, tipici del periodo natalizio. C’è chi l’ha bevuta a colazione. E' invece la birra che ho bevuto di meno - per ovvie ragioni alcoliche - durante l’evento, ma è quella che più mi ha “riempito” la bocca, ricordandomi che il Natale si avvicina a grandi passi.

Rubrica a cura di Andrea Camaschella e Mauro Ricci

B-Local
Via Giacomo Matteotti, 3 - Polignano a Mare (BA)

Birreria Birranova (con cucina)
Via Magenta, 2 - Triggianello (BA)

Birrificio Birranova
Via Lepanto, 11 - Triggianello (BA)

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

FLASH NEWS

LE RICETTE DEGLI CHEF

Caterina Ceraudo

Ristorante Dattilo

Crotone

3) Spigola, limone candito e emulsione di spigola

SITI AMICI
WINE POWER LIST 2019

LE GRANDI VERTICALI

Copyright © 2007-2021 cronachedigusto.it. Tutti i diritti riservati. Powered by Visioni©
La riproduzione totale o parziale di tutti i contenuti, testi, foto e video, in qualunque forma, su qualsiasi supporto e con qualunque mezzo è proibita.

Search