Siamo online da



ULTIMI COMMENTI

LE RICETTE PIU' LETTE

I VIDEO PIU' VISTI

AREA RISERVATA

cronache di gusto

Direzione, redazione
ed amministrazione:
Via Giuseppe Alessi, 44
(ex via Autonomia Siciliana)
90143 Palermo
Tel. +39 091 336915
Cronache di Gusto
autorizzazione
del tribunale di Palermo
numero 9 del 26-04-07

Cronache di Gusto
è iscritta al ROC
(Registro degli Operatori
di Comunicazione)
col numero 32897

Editoriale De Gustibus Italia
P.IVA 05540860821

Direttore Responsabile:
Fabrizio Carrera

Coordinamento:
Giorgio Vaiana

Web & Digital Design:
Floriana Pintacuda

Contributors:
Andrea Camaschella
Marina V. Carrera
Titti Casiello
Sofia Catalano
Roberto Chifari
Ambra Cusimano
Lorella Di Giovanni
Maria Giulia Franco
Annalucia Galeone
Giada Giaquinta

Christian Guzzardi
Francesca Landolina
Federico Latteri
Irene Marcianò
Alessandra Meldolesi
Clara Minissale
Fiammetta Parodi
Geraldine Pedrotti
Maddalena Peruzzi
Stefania Petrotta
Michele Pizzillo
Fabiola Pulieri
Enzo Raneri
Mauro Ricci
Gianluca Rossetti
Marcella Ruggeri
Emanuele Scarci
Marco Sciarrini
Sara Spanò
Giorgia Tabbita
Fosca Tortorelli
Maristella Vita
Manuela Zanni
Alessia Zuppelli

Organizzazione Eventi:
Filippo Fiorito
Laura Lamia

Ivana Piccitto

Concessionaria
per la pubblicità:
Publisette
Via Catania, 14
90141 Palermo

info@publisette.it

COOKIE POLICY
PRIVACY POLICY
INFORMATIVA PRIVACY

Pubblicato in La degustazione il 16 Luglio2013

di Andrea Gori

Un nome  e un brand storici e ben noti sopratutto in Inghilterra dove è divenuto da poco lo Champagne più amato per aver sponsorizzato il recente Wimbledon che ha rivisto 77 anni dopo la Gran Bretagna regina sul centrale in erba più famoso del mondo.

Come rilancio sul mercato italiano, dal quale non è mai veramente sparito, la Maison, notissima per la scelta caratteristica e coraggiosa di non far effettuare mai la malolattica ai propri vini, è stato scelto un prodotto particolare come lo Extra Age, un multimillesimato dichiarato basato su tre annate molto diverse come la 2000, la 2002  e la 2004.

Ne abbiamo assaggiato uno degorgiato a luglio 2012, composto per il 60% da pinot nero e un 40% di chardonnay dopo 5 anni sui lieviti. Un piccolo concentrato di emozione pluriennale con la facilità di lettura dovuta ai tre millesimi che devono freschezza e intensità al 2002, rotondità e note fruttate al 2004 (piuttosto caldo con note quasi tropicali) e la perfetta maturità della 2000. Ne deriva un grande naso di pera e albicocca e tocchi di frutto della passione ma il tutto sorretto da un minerale ricco e profondo mentre la bocca si mantiene arcigna con grande saporosità e classe. Uno champagne corposo e appagante ma che non tradisce l'affilatura del gusto Lanson. 88

Interessante accanto assaggiare il millesimato Lanson Champagne 2002 con 53% di pinot nero da Ay, Louvois, Verzy e Verzenay e un 47% di Chardonnay da Cramant e Le Mesnil che in questa fase gioca su una grande apertura floreale e di nocciola condita da ribes bianco e pepe, e note fruttate di lampone e mela Golden. In bocca si rivela affilatissimo e tagliente, con un grande finale lunghissimo vitale e con un frutto purissimo e roccioso. In evoluzione, sarà ancora meglio... 92

Di seguito il video pubblicato da God Save The Wine. Ecco il link: http://www.youtube.com/watch?v=HKPRnhvHzN4

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

FLASH NEWS

LE RICETTE DEGLI CHEF

Nino Ferreri

Limu - Bagheria (Pa)

2) Riso cicale di mare, limone e bottarga

SITI AMICI
WINE POWER LIST 2022

LE GRANDI VERTICALI

Copyright © 2007-2023 cronachedigusto.it. Tutti i diritti riservati. Powered by Visioni©
La riproduzione totale o parziale di tutti i contenuti, testi, foto e video, in qualunque forma, su qualsiasi supporto e con qualunque mezzo è proibita.

Search