Siamo online da



ULTIMI COMMENTI

LE RICETTE PIU' LETTE

I VIDEO PIU' VISTI

AREA RISERVATA

cronache di gusto

Direzione, redazione
ed amministrazione:
Via Giuseppe Alessi, 44
(ex via Autonomia Siciliana)
90143 Palermo
Tel. +39 091 336915
Cronache di Gusto
autorizzazione
del tribunale di Palermo
numero 9 del 26-04-07

Cronache di Gusto
è iscritta al Roc
(Registro degli Operatori
di Comunicazione)
col numero 32897

Editoriale De Gustibus Italia
P.IVA 05540860821

Fabrizio Carrera
direttore responsabile

Coordinamento:
Giorgio Vaiana

Web & Digital design
Floriana Pintacuda

Collaboratori
Andrea Busalacchi
Andrea Camaschella
Marina V. Carrera
Sofia Catalano
Roberto Chifari
Lorella Di Giovanni

Maria Giulia Franco
Annalucia Galeone
Cristina Gambarini
Federica Genovese
Costanza Gravina
Clarissa Iraci

Francesca Landolina
Federico Latteri
Bianca Mazzinghi
Clara Minissale
Fiammetta Parodi
Geraldine Pedrotti
Stefania Petrotta
Michele Pizzillo
Fabiola Pulieri
Enzo Raneri
Mauro Ricci
Marco Sciarrini
Maristella Vita
Manuela Zanni

Concessionaria
per la pubblicità
Publisette
Via Catania, 14
90141 Palermo
tel 0917302750
info@publisette.it

COOKIE POLICY
PRIVACY POLICY
INFORMATIVA PRIVACY

Pubblicato in La fiera il 21 Marzo 2012
di C.d.G.

Al Vinitaly riflettori puntati sui vini sperimentali non in commercio.

Allo stand istituzionale del Mipaaf, il Cra (Consiglio per la ricerca e la sperimentazione in agricoltura) presenta i risultati delle ricerche condotte sui vitigni e sulle tecniche di produzione vitivinicola. I vini saranno illustrati durante degustazioni guidate e workshop tenuti dai ricercatori durante i tre giorni della fiera.

Il Consiglio è presente al salone internazionale del vino e dei distillati con cinque strutture di ricerca.

Il primo è il CRA-VITCentro di Ricerca per la Viticoltura di Conegliano che proporrà in versione Brut e Dry il Prosecco ottenuto da uve di nuove selezioni (cloni) oggetto di studio e di Glera (il nuovo nome del vitigno Prosecco).

Il CRA-ENO, Centro di ricerca per l'enologia di Asti porterà due bianchi,  il Cortese e lo Chardonnay,  prodotti con un limitato utilizzo di additivi e coadiuvanti enologici, e due rossil, il Syrah e il Barbera, ottenuti con la tecnica dell’estrazione differita degli antociani. 

Il CRA-VICUnità di ricerca sulla viticoltura di Arezzo presenta i vini ottenuti dalle sperimentazioni condotte in Toscana su nuove selezioni di Sangiovese e sul Foglia Tonda, varietà toscana praticamente scomparsa. 

E' la Malvasia puntinata del Lazio il vitigno su cui ha lavorato invece il CRA-ENC, Unità di ricerca per le produzioni enologiche dell'Italia Centrale di Velletri.

Il Primitivo, la Falanghina e il Moscato Giallo sono i vini che farà degustare il CRA-UTV, Unità di ricerca per l'uva da tavola e la viticoltura in ambiente mediterraneo di Turi, a Bari, con uve recuperate nell’ambito del progetto Vitivin-Valut trasferite e coltivate nell’azienda sperimentale del CRA –UTV. 

C.d.G.


Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

FLASH NEWS

LE RICETTE DEGLI CHEF

SITI AMICI
WINE POWER LIST 2019
GUIDA AI VINI DELL'ETNA

LE GRANDI VERTICALI

Copyright © 2007-2020 cronachedigusto.it. Tutti i diritti riservati. Powered by Visioni©
La riproduzione totale o parziale di tutti i contenuti, testi, foto e video, in qualunque forma, su qualsiasi supporto e con qualunque mezzo è proibita.

Search