Siamo online da



ULTIMI COMMENTI

LE RICETTE PIU' LETTE

I VIDEO PIU' VISTI

AREA RISERVATA

cronache di gusto

Direzione, redazione
ed amministrazione:
Via Giuseppe Alessi, 44
(ex via Autonomia Siciliana)
90143 Palermo
Tel. +39 091 336915
Cronache di Gusto
autorizzazione
del tribunale di Palermo
numero 9 del 26-04-07

Cronache di Gusto
è iscritta al ROC
(Registro degli Operatori
di Comunicazione)
col numero 32897

Editoriale De Gustibus Italia
P.IVA 05540860821

Direttore Responsabile:
Fabrizio Carrera

Coordinamento:
Giorgio Vaiana

Web & Digital Design:
Floriana Pintacuda

Contributors:

Andrea Busalacchi
Andrea Camaschella
Marina V. Carrera
Titti Casiello
Sofia Catalano
Roberto Chifari
Ambra Cusimano
Lorella Di Giovanni
Maria Giulia Franco
Annalucia Galeone
Federica Genovese
Christian Guzzardi
Clarissa Iraci
Francesca Landolina
Federico Latteri
Irene Marcianò
Bianca Mazzinghi
Alessandra Meldolesi
Clara Minissale
Fiammetta Parodi
Geraldine Pedrotti
Stefania Petrotta
Michele Pizzillo
Fabiola Pulieri
Enzo Raneri
Mauro Ricci
Gianluca Rossetti
Emanuele Scarci
Marco Sciarrini
Sara Spanò
Giorgia Tabbita
Fosca Tortorelli
Maristella Vita
Manuela Zanni

Organizzazione Eventi:
Filippo Fiorito
Laura Lamia

Ivana Piccitto

Concessionaria
per la pubblicità:
Publisette
Via Catania, 14
90141 Palermo

info@publisette.it

COOKIE POLICY
PRIVACY POLICY
INFORMATIVA PRIVACY

Pubblicato in La manifestazione il 18 Marzo2022

di Michele Pizzillo

Weekend da non perdere per gli appassionati di uno dei fascinosi vini italiani qual è il Barolo.

Sabato 19 e domenica 20, infatti, l’associazione Go Wine ripropone “I Grandi Terroir del Barolo”, un evento che è alla tredicesima edizione. Epicentro di questa manifestazione è uno dei comuni di riferimento della produzione del Barolo, Monforte d'Alba, con diverse location come Sala Grifoni di Palazzo Martinengo, il ristorante Moda Venue e il centro storico cittadino. Il resto è sempre lo stesso perché l’evento ha mantenuto negli anni il suo carattere: raccontare un grande vino come il Barolo attraverso il suo territorio, le differenti menzioni geografiche (cru) e l’incontro con i suoi produttori, esaltando differenze e ricchezze dei vari siti della denominazione. Un tema che ha contribuito ad esaltare la grandezza del Barolo e che trova in questo evento un’importante occasione di approfondimento. Un evento di nicchia, per degustazioni attente e commentate, con il racconto dei viticoltori presenti a spiegare la terra e il loro lavoro. A portata di mano dei partecipanti all’evento, i banchi d'assaggio alla presenza diretta delle cantine, esclusive masterclass e un nuovo master sul Barolo (in programma nella sola giornata di sabato 19 marzo): una formula di manifestazone rinnovata e molto gradita, che consentirà in un weekend di approfondire "sul campo" la conoscenza della nuova annata di uno dei più grandi vini del mondo, il Barolo. Non ci saranno solo le nuove annate del vino piemontese, visto che sarà disponibile una selezione di grandi vini italiani legati a vigne storiche e a terroir particolari per incentivare il dialogo con il Barolo. Tant’è vero che in questa edizione di “I Grandi Terroir del Barolo”, l’ospite speciale è il Consorzio Etna Doc che sarà presente al banco d’assaggio con una selezione di etichette di Etna Rosso di diverse cantine del territorio etneo e diversi versanti dell’areale di produzione per permettere di raccontare meglio e molto dettagliatamente la viticoltura che circonda il vulcano. L’Etna sarà anche protagonista di alcune masterclass in un avvincente confronto con il Barolo e, ovviamente, tra due importanti vitigni, Nerello Mascalese e Nebbiolo, una sorta di “competizione fra giganti”.

Le masterclass de “I Grandi Terroir del Barolo” saranno guidate da Gianni Fabrizio, curatore della guida ai Vini d’Italia del Gambero Rosso, cominciando sabato 19 marzo con “I percorsi nei terroir del Barolo: da Verduno a Barolo” e “Terroir a confronto: il Barolo e l’Etna, nebbiolo vs Nerello Mascalese, menzioni geografiche e contrade”. Quest’ultima masterclass sarà riproposta anche domenica, insieme a “I percorsi nei terroir del Barolo: da Barolo a Serralunga”. Ad arricchire il programma della manifestazione, un master sul Barolo, sabato 19: una giornata esclusiva, in cui si potrà approfondire sul campo la conoscenza di questo vino fra lezioni, percorsi nel territorio di produzione e degustazioni. In programma anche il tour delle cantine, con la prima tappa all’Enoteca Regionale del Barolo per conoscere l’istituzione, la sua storia, le attività, il castello di Barolo. Mentre a La Morra si visiterà la vigna di Brunate e “incontrare” il paesaggio del Barolo di La Morra. L’altro sito storico del Barolo è la collina di Cannubi, dove è prevista una breve comunicazione con dialoghi in vigna sul tema “le vigne storiche del Barolo”. Infine, una passeggiata in un altro grande terroir del Barolo, Serralunga, che si concluderà con la degustazione di proviene da quella vigna.

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

FLASH NEWS

LE RICETTE DEGLI CHEF

Luca Lacalamita

Lula pane e dessert

Trani (Bt)

1) Tartelletta di stagione

SITI AMICI
WINE POWER LIST 2022

LE GRANDI VERTICALI

Copyright © 2007-2022 cronachedigusto.it. Tutti i diritti riservati. Powered by Visioni©
La riproduzione totale o parziale di tutti i contenuti, testi, foto e video, in qualunque forma, su qualsiasi supporto e con qualunque mezzo è proibita.

Search