Siamo online da



ULTIMI COMMENTI

LE RICETTE PIU' LETTE

I VIDEO PIU' VISTI

AREA RISERVATA

cronache di gusto

Direzione, redazione
ed amministrazione:
Via Giuseppe Alessi, 44
(ex via Autonomia Siciliana)
90143 Palermo
Tel. +39 091 336915
Cronache di Gusto
autorizzazione
del tribunale di Palermo
numero 9 del 26-04-07

Cronache di Gusto
è iscritta al ROC
(Registro degli Operatori
di Comunicazione)
col numero 32897

Editoriale De Gustibus Italia
P.IVA 05540860821

Direttore Responsabile:
Fabrizio Carrera

Coordinamento:
Giorgio Vaiana

Web & Digital Design:
Floriana Pintacuda

Contributors:

Andrea Busalacchi
Andrea Camaschella
Marina V. Carrera
Sofia Catalano
Roberto Chifari
Lorella Di Giovanni
Maria Giulia Franco
Annalucia Galeone
Federica Genovese
Clarissa Iraci
Francesca Landolina
Federico Latteri
Irene Marcianò
Bianca Mazzinghi
Alessandra Meldolesi
Clara Minissale
Fiammetta Parodi
Geraldine Pedrotti
Stefania Petrotta
Michele Pizzillo
Fabiola Pulieri
Enzo Raneri
Mauro Ricci
Emanuele Scarci
Marco Sciarrini
Sara Spanò
Giorgia Tabbita
Fosca Tortorelli
Maristella Vita
Manuela Zanni

Organizzazione Eventi:
Laura Lamia
Ivana Piccitto

Concessionaria
per la pubblicità:
Publisette
Via Catania, 14
90141 Palermo
tel 0917302750
info@publisette.it

COOKIE POLICY
PRIVACY POLICY
INFORMATIVA PRIVACY

Pubblicato in La novità il 04 Agosto 2016
di C.d.G.

 
(Ph Giorgio Salvatori)

di Michele Pizzillo

Si possono utilizzare i vini Lambrusco e Pignoletto frizzante nella moderna mixology? E, magari, insieme a frutta fresca di produzione locale? 

Da due anni se lo chiedono il sindaco di Cervia Milano Marittimo e l’Apt Servizi dell’Emilia Romagna che, per avere una valutazione obiettiva della loro idea, coinvolgono solo bartender professionisti di tutta Europa. Non perché i professionisti locali non siano bravi, però agli occhi di un consumatore globale, l’interpretazione di chi arriva da fuori, può risultare più interessante e anche più originale. Visto che alla seconda edizione di "Milano Marittima International Bartender", in programma la sera di giovedì 4 agosto, a colpi di shaker, nell’arte di creare bevande miscelate, con due vere e proprie eccellenze enologiche del territorio, Lambrusco e Pignoletto frizzante, impiegati come basi per cocktail, nonché della frutta della Romagna, saranno 5 bartender stranieri e un italiano.

E, cioè, lo spagnolo Alberto Matarrana, dello “Speakeasy DR” di Rotterdam, la scandinava Christina Eiksen, bar manager del nightclub “Bassalt” di Tòrshavn, capitale delle sperdute e piccole Isole Faroe, il gallese Josh Powell, capo bartender al “68 and Boston” di Londra, il greco Phaedon Papakonstantinou, barman al “Babaau Rum” di Atene, l’ecuadoregno Santiago Ortiz, manager del “Ohla Boutique” di Barcelona, e la siciliana Grazia di Franco, free lance che vanta nel suo palmares una vittoria all’Absolut Talent Show e il “Sweet/dessert drink” Award per Expo con il team Bacardi Martini.

A giudicare le loro creazioni, una a base Lambrusco – di tutte le varianti e zone dove è presente questo vitigno - e l’altra a base Pignoletto – il vino considerato il "Re dei Colli Bolognesi" -, con bottiglie  fornite dagli omonimi Consorzi di tutela, una giuria di esperti composta da Alberto Farinasso, organizzatore grandi eventi per Slow Food; Carlo Catani, gastronomo docente all’Università degli Studi di scienze gastronomiche di Pollenzo; Valeria Margherita Mosca, esperta di scienza dell'alimentazione in particolare con cibi spontanei selvatici e Janus Vang, direttore dell’istituto di ricerca scandinavo Inova ed esperto di cocktail.

Tutta la manifestazione si svolgerà nella Rotonda I Maggio della cittadina cuore del divertimento della Riviera Romagnola, dove saranno attivi per tutta la sera 4 corner di frutta fresca e una decina di postazioni con i barman – e qui c’è il coinvolgimento dei professionisti della zona - dei più rinomati locali di Cervia-Milano Marittima che proporranno i loro cocktail. E, secondo il sindaco della cittadina romagnola, Luca Coffari:  “Questo evento ha il grande pregio di unire, con un grande impatto mediatico e in modo divertente, la grande professionalità dei migliori barman internazionali ed i prodotti d'eccellenza della nostra terra. E, quindi, un’altra iniziativa che arricchisce il progetto di qualità ed innovazione in tutti i settori turistici che per noi sono fondamentali”.

L’innovazione, in questo caso, sta proprio nel voler superare alcuni preconcetti che ritengono solo gli alcolici protagonisti della mixology, trascurando dei buoni vini che invece usati da bartender bravi e fantasiosi, possono migliorare cocktail, long drink e tutto il bere miscelato. E, poi, nel caso della frutta che spesso fa capolino nella mixology, perché rimanere ancorati a lime, ananas, mango, passion fruit, maracuja che viaggiano settimane per arrivare da noi, nella composizione dei cocktail, quando abbiamo a disposizione frutta matura praticamente sull’uscio del locale. Il messaggio che si può ravvisare dal Milano Marittima International Bartenderè quello di utilizzare al meglio il territorio che ci circonda, valorizzando così prodotti di grande qualità.


Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

FLASH NEWS

LE RICETTE DEGLI CHEF

Gaetano Torrente

Al Convento

Cetara (Sa)

2) Genovese di tonno

SITI AMICI
WINE POWER LIST 2019
GUIDA VINI DELL'ETNA

LE GRANDI VERTICALI

Copyright © 2007-2020 cronachedigusto.it. Tutti i diritti riservati. Powered by Visioni©
La riproduzione totale o parziale di tutti i contenuti, testi, foto e video, in qualunque forma, su qualsiasi supporto e con qualunque mezzo è proibita.

Search