Siamo online da



ULTIMI COMMENTI

LE RICETTE PIU' LETTE

I VIDEO PIU' VISTI

AREA RISERVATA

cronache di gusto

Direzione, redazione
ed amministrazione:
Via Giuseppe Alessi, 44
(ex via Autonomia Siciliana)
90143 Palermo
Tel. +39 091 336915
Cronache di Gusto
autorizzazione
del tribunale di Palermo
numero 9 del 26-04-07

Cronache di Gusto
è iscritta al ROC
(Registro degli Operatori
di Comunicazione)
col numero 32897

Editoriale De Gustibus Italia
P.IVA 05540860821

Direttore Responsabile:
Fabrizio Carrera

Coordinamento:
Giorgio Vaiana

Web & Digital Design:
Floriana Pintacuda

Contributors:

Andrea Busalacchi
Andrea Camaschella
Marina V. Carrera
Titti Casiello
Sofia Catalano
Roberto Chifari
Ambra Cusimano
Lorella Di Giovanni
Maria Giulia Franco
Annalucia Galeone
Federica Genovese
Christian Guzzardi
Clarissa Iraci
Francesca Landolina
Federico Latteri
Irene Marcianò
Bianca Mazzinghi
Alessandra Meldolesi
Clara Minissale
Fiammetta Parodi
Geraldine Pedrotti
Stefania Petrotta
Michele Pizzillo
Fabiola Pulieri
Enzo Raneri
Mauro Ricci
Gianluca Rossetti
Emanuele Scarci
Marco Sciarrini
Sara Spanò
Giorgia Tabbita
Fosca Tortorelli
Maristella Vita
Manuela Zanni

Organizzazione Eventi:
Filippo Fiorito
Laura Lamia

Ivana Piccitto

Concessionaria
per la pubblicità:
Publisette
Via Catania, 14
90141 Palermo

info@publisette.it

COOKIE POLICY
PRIVACY POLICY
INFORMATIVA PRIVACY

Pubblicato in La ricerca il 12 Novembre2015

Lituania, Austria e Estonia. Sono questi i paesi del mondo dove si consuma più alcol. I dati sono stati elaborati dall’Oecd (Organisation for Economic Co-operation and Development) che mette a confronto i dati del 2013 con quelli del 2000. E stila la sua “lista nera”.

In prima posizione la Lituania, con 14 ,3 litri pro capite all’anno. Mentre il Paese più “sobrio” è l’Indonesia. Ma bisogna tener conto dei diktat religiosi.
Al secondo posto, ecco l’Austria con 12,2 litri pro capite. L’Italia è nella parte bassa della classifica (36esimo posto) ma i dati sono quelli del 2010.
Al terzo posto, l’Estonia (11,8 litri annui). Lo studio rivela che le fasce più a rischio, dove si registrano maggiori picchi di bere compulsivo ed episodi di ubriachezza sono i giovani e le donne.
La Repubblica Ceca è nella fascia dei Paesi a tasso alcolico elevato (11,5 litri pro capite). Birra a fiumi. Ma non soltanto.
In Russia (5 posto) il consumo è di 11,2 litri pro capite. Gli uomini di basso status sociale tendono a bere di più. Tendenza opposta invece tra le donne: sono quelle più agiate ad alzare maggiormente il gomito.
L’Europa dell’Est si confermala zona più a rischio. In Ungheria, stando ai dati del 2013, il consumo è di 11,1 litri pro capite.
Vino e liquori. Settimo posto alla Francia, a pari merito con l’Ungheria:11,1 litri a testa.
Birra a go go in Lussemburgo, che compare alla posizione numero 7 della lista. Scorre più alcol che in Inghilterra.
La patria dell’Oktoberfest si piazza al nono posto:10,9 litri pro capite all’anno, secondo i dati relativi al 2013.
Elevato (10,8 litri) il consumo in Polonia dove la massiccia assunzione di alcol, contrariamente ad altri Paesi, non accenna a diminuire. Ad alto tasso alcolico anche il Portogallo e l’Irlanda. Mentre nel Regno Unito il consumo è “solo” di 9,7 litri pro capite.

C.d.G.

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

FLASH NEWS

LE RICETTE DEGLI CHEF

Elio Mariani

Checchino dal 1887

Roma

1) Trippa alla romana

SITI AMICI
WINE POWER LIST 2022

LE GRANDI VERTICALI

Copyright © 2007-2022 cronachedigusto.it. Tutti i diritti riservati. Powered by Visioni©
La riproduzione totale o parziale di tutti i contenuti, testi, foto e video, in qualunque forma, su qualsiasi supporto e con qualunque mezzo è proibita.

Search