Siamo online da



ULTIMI COMMENTI

LE RICETTE PIU' LETTE

I VIDEO PIU' VISTI

AREA RISERVATA

cronache di gusto

Direzione, redazione
ed amministrazione:
Via Giuseppe Alessi, 44
(ex via Autonomia Siciliana)
90143 Palermo
Tel. +39 091 336915
Cronache di Gusto
autorizzazione
del tribunale di Palermo
numero 9 del 26-04-07

Cronache di Gusto
è iscritta al Roc
(Registro degli Operatori
di Comunicazione)
col numero 32897

Editoriale De Gustibus Italia
P.IVA 05540860821

Fabrizio Carrera
direttore responsabile

Coordinamento:
Giorgio Vaiana

Collaboratori
Andrea Busalacchi
Andrea Camaschella
Marina V. Carrera
Sofia Catalano
Roberto Chifari
Lorella Di Giovanni

Maria Giulia Franco
Annalucia Galeone
Cristina Gambarini
Federica Genovese
Costanza Gravina
Clarissa Iraci

Francesca Landolina
Federico Latteri
Bianca Mazzinghi
Clara Minissale
Fiammetta Parodi
Geraldine Pedrotti
Stefania Petrotta
Michele Pizzillo
Fabiola Pulieri
Enzo Raneri
Mauro Ricci
Marco Sciarrini
Maristella Vita
Manuela Zanni

Concessionaria
per la pubblicità
Publisette
Via Catania, 14
90141 Palermo
tel 0917302750
info@publisette.it

COOKIE POLICY
PRIVACY POLICY
INFORMATIVA PRIVACY

Pubblicato in La Ricetta
di Redazione

Il sostantivo dialettale Maccu, proviene dalla radice latina ''maccare'' cioè schiacciare probabilmente proprio in virtù del fatto che, l’ingrediente principale, le fave, vengono “trasformate” durante la cottura in una vera e propria crema con cui si condiva la pasta nelle giornate di vendemmia.

“Un piatto contadino quindi – spiega la nostra gourmet Maria Randazzo - che può essere declinato in vario modo, ingentilendo la consistenza e, per esempio, aggiungendo delle verdure come la borragine e realizzando così zuppe meravigliose in vista dell'arrivo della stagione fredda”.

Ingredienti per 6 persone
500 gr di fave secche (da ammollare in acqua fredda per almeno 10 ore)
olio d'oliva
sale
pepe
sedano
cipolla
aglio
semi di finocchietto
 
Procedimento
Lavare bene le fave già ammorbidite, tagliare la cipolla ed il sedano in piccoli pezzetti e soffriggere in una pentola. Aggiungere i semi di finocchietto e l'aglio. Versare le fave e ricoprire di acqua calda. Far cuocere sino a quando si otterrà una crema.
Si può usare come condimento per la pasta, come minestra accompagnata da verdure come la borragine o con crostini di pane. Servire sempre con un pò d'olio d'oliva crudo. Quando sono reperibili decorare con finocchietto fresco. Aggiungendo un pò d'acqua calda si può ingentilire la consistenza.

Pi.Zag.


Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

FLASH NEWS

GLI APPUNTAMENTI

LE RICETTE DEGLI CHEF

Gabriele Boffa

Locanda del Sant'Uffizio Enrico Bartolini

Cioccaro di Penango (At)

1) Asparago, seirass e tuorlo al curry

SITI AMICI
WINE POWER LIST 2019
GUIDA AI VINI DELL'ETNA

LE GRANDI VERTICALI

Copyright © 2007-2020 cronachedigusto.it. Tutti i diritti riservati. Powered by Visioni©
La riproduzione totale o parziale di tutti i contenuti, testi, foto e video, in qualunque forma, su qualsiasi supporto e con qualunque mezzo è proibita.

Search