Siamo online da



ULTIMI COMMENTI

LE RICETTE PIU' LETTE

I VIDEO PIU' VISTI

AREA RISERVATA

cronache di gusto

Direzione, redazione
ed amministrazione:
Via Giuseppe Alessi, 44
(ex via Autonomia Siciliana)
90143 Palermo
Tel. +39 091 336915
Cronache di Gusto
autorizzazione
del tribunale di Palermo
numero 9 del 26-04-07

Cronache di Gusto
è iscritta al ROC
(Registro degli Operatori
di Comunicazione)
col numero 32897

Editoriale De Gustibus Italia
P.IVA 05540860821

Direttore Responsabile:
Fabrizio Carrera

Coordinamento:
Giorgio Vaiana

Web & Digital Design:
Floriana Pintacuda

Contributors:

Andrea Busalacchi
Andrea Camaschella
Marina V. Carrera
Sofia Catalano
Roberto Chifari
Ambra Cusimano
Lorella Di Giovanni
Maria Giulia Franco
Annalucia Galeone
Federica Genovese
Christian Guzzardi
Clarissa Iraci
Francesca Landolina
Federico Latteri
Irene Marcianò
Bianca Mazzinghi
Alessandra Meldolesi
Clara Minissale
Fiammetta Parodi
Geraldine Pedrotti
Stefania Petrotta
Michele Pizzillo
Fabiola Pulieri
Enzo Raneri
Mauro Ricci
Gianluca Rossetti
Emanuele Scarci
Marco Sciarrini
Sara Spanò
Giorgia Tabbita
Fosca Tortorelli
Maristella Vita
Manuela Zanni

Organizzazione Eventi:
Laura Lamia
Ivana Piccitto

Concessionaria
per la pubblicità:
Publisette
Via Catania, 14
90141 Palermo

info@publisette.it

COOKIE POLICY
PRIVACY POLICY
INFORMATIVA PRIVACY

Pubblicato in Lo studio
Jacopo Vagaggini

Il vino si autotroproduce e senza interventi chimici: lo sta sperimentando nella terra dei più grandi vini italiani, la Toscana, il giovane enologo Jacopo Vagaggini che ha avviato una nuova produzione. Un vigneto 5.0.

Si tratta di un vigneto sperimentale nell'azienda di famiglia, Amantis, con una densità di impianto di 20.000 ceppi per ettaro, circa 4 volte quella di un vigna tradizionale. Questo vigneto è oggi capace di produrre senza il minimo intervento chimico e meccanico. "L'idea di questo vigneto - spiega una nota - nasce dalla voglia di sottoporre la vite a condizioni di stress elevatissimo, come accade quando si aumenta drasticamente la competizione tra le piante per l'approvvigionamento di acqua e sostanza nutritive. Le piante, allevate ad alberello ad una distanza di 0,7 metri x 0,7 metri, necessitano pochissima lavorazione, soltanto manuale: i tralci vengono potati in inverno e legati in primavera. Null'altro. Il terreno non viene lavorato; l'erba cresce pochissimo, frenata dalla forte competizione con le viti. Inoltre, non essendoci passaggio di pesanti macchine agricole, il suolo non si compatta mai, favorendo la naturale ossigenazione e l'assorbimento di acqua piovana.

I trattamenti non sono necessari; la disposizione delle piante fa sì che su tutti e 4 gli angoli della vite si formino delle correnti d'aria che mantengono l'uva asciutta e sana. Si tratta quindi di una vigna super-ecofriendly, in quanto per la sua lavorazione non c'è emissione di carburanti né utilizzo di prodotti chimici. Lo stesso trend è applicato in cantina, dove le uve vengono lavorate con il minor intervento possibile, chimico e meccanico, sempre nel rispetto di un prodotto di qualità. Vagaggini spiega: "Ho sempre sognato una vigna capace di sfruttare al meglio le incredibili risorse delle viti. Negli ultimi tempi le piante si sono molto indebolite a seguito dell'utilizzo eccessivo di prodotti chimici e di trattamenti meccanici. Con questo vigneto, che da tempo studio, ho adottato un approccio diverso, lo stesso che ho utilizzato nel corso delle mie tante esperienze all'estero: l'arte di sapersela cavare da soli. Il risultato è sorprendente: le viti sono capaci di gestirsi in maniera praticamente autonoma, garantendo produzioni regolari e di qualità elevatissima".

C.d.G.

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

FLASH NEWS

LE RICETTE DEGLI CHEF

Michele Rizzo

Agorà ristorante di pesce

Rende (Cs)

2) Carbonara di alici

SITI AMICI
WINE POWER LIST 2019
GUIDA VINI DELL'ETNA

LE GRANDI VERTICALI

Copyright © 2007-2021 cronachedigusto.it. Tutti i diritti riservati. Powered by Visioni©
La riproduzione totale o parziale di tutti i contenuti, testi, foto e video, in qualunque forma, su qualsiasi supporto e con qualunque mezzo è proibita.

Search