Siamo online da



ULTIMI COMMENTI

LE RICETTE PIU' LETTE

I VIDEO PIU' VISTI

AREA RISERVATA

cronache di gusto

Direzione, redazione
ed amministrazione:
Via Giuseppe Alessi, 44
(ex via Autonomia Siciliana)
90143 Palermo
Tel. +39 091 336915
Cronache di Gusto
autorizzazione
del tribunale di Palermo
numero 9 del 26-04-07

Cronache di Gusto
è iscritta al Roc
(Registro degli Operatori
di Comunicazione)
col numero 32897

Editoriale De Gustibus Italia
P.IVA 05540860821

Fabrizio Carrera
direttore responsabile

Coordinamento:
Giorgio Vaiana

Web & Digital design
Floriana Pintacuda

Collaboratori
Andrea Busalacchi
Andrea Camaschella
Marina V. Carrera
Sofia Catalano
Roberto Chifari
Lorella Di Giovanni

Maria Giulia Franco
Annalucia Galeone
Cristina Gambarini
Federica Genovese
Costanza Gravina
Clarissa Iraci

Francesca Landolina
Federico Latteri
Bianca Mazzinghi
Clara Minissale
Fiammetta Parodi
Geraldine Pedrotti
Stefania Petrotta
Michele Pizzillo
Fabiola Pulieri
Enzo Raneri
Mauro Ricci
Marco Sciarrini
Maristella Vita
Manuela Zanni

Concessionaria
per la pubblicità
Publisette
Via Catania, 14
90141 Palermo
tel 0917302750
info@publisette.it

COOKIE POLICY
PRIVACY POLICY
INFORMATIVA PRIVACY

Pubblicato in Notizie flash il 30 Giugno 2020
di Giorgio Vaiana

Dal 4 luglio riapre al pubblico il Masi Wine Bar “Al Druscié” a Cortina d’Ampezzo, perla della Masi Wine Experience, gestito in collaborazione con Tofana Srl.

Situato a Col Druscié, alla prima fermata della nuova cabinovia Freccia nel Cielo, il Masi Wine Bar è giunto alla seconda stagione di attività ed è ormai una meta irrinunciabile per gli amanti della montagna e del turismo enogastronomico, con il suo esclusivo connubio tra vini pregiati delle Cantine Masi ed eccellenze culinarie venete. “Al Druscié” si presenta ai turisti con un nuovo abito: una prima novità riguarda gli spazi esterni delle strutture, che sono stati ampliati e totalmente rinnovati per esaudire al meglio le esigenze del pubblico e rispettare i protocolli di sicurezza. Nella zona adiacente al locale sono state ricavate quattro terrazze, in cui gli ospiti potranno vivere un’esperienza indimenticabile, in un contesto paesaggistico unico, a 1778 metri, con una spettacolare vista su Cortina e sulle Dolomiti. Non solo, per l’estate 2020 sono tante le iniziative che attendono i visitatori. In sinergia con Tofana, è previsto un palinsesto di eventi che avranno come temi principali il turismo slow, per ritrovare un autentico contatto con la natura in modo responsabile, e il gusto.

Il programma prevede una serie di attività su prenotazione, dallo “Yoga ad alta quota” a Col Druscié, al Forest Bathing: un vero e proprio “bagno di foresta”, un’immersione nel verde che si conclude con una cena speciale. Continuano anche gli appuntamenti con l’Osservatorio Astronomico Helmut Ullrich, che ospiterà un telescopio Ritchey-Chretien 16" f/8 per l'osservazione visuale del profondo cielo e dei pianeti, e con le Astrocene, una visita guidata insieme ad un esperto di astronomia per scoprire i segreti del firmamento, in abbinamento a una selezione di vini e piatti realizzata appositamente. Da non perdere l’evento “Masi a tutto tondo”, un viaggio nell’universo di Bacco con un esperto sommelier, alla scoperta delle diverse sfumature dei vini delle Cantine Masi.

L’enogastronomia sarà naturalmente al centro dell’offerta estiva del Masi Wine Bar: il nuovo menù proporrà un’ampia gamma di percorsi di degustazione di specialità locali, in abbinamento alla migliore selezione di etichette Masi. La carta dei vini includerà classici come l’Amarone Costasera e il Campofiorin e, in sintonia con la stagione, vedrà tra i suoi protagonisti i bianchi; in particolare gli ultimi nati in casa Masi, i Lugana Lunatio e Beldosso, due vini biologici da viti coltivate nel segno della sostenibilità, un tema a cui da sempre la cantina veneta pone massima attenzione. L’uso del vino come ingrediente trova in questo menù alte espressioni in piatti come la tagliata di bavetta di manzo glassata al Toar, o il petto e coscia di piccione con salsa di bietole, ciliegie e riduzione al Vaio Armaron, o, ancora, il vitello tonnato con fior di capperi e cipolla caramellata al Passo Doble.

“La riapertura del Masi Wine Bar segna comunque sempre un inizio fatto di proposte, progetti e quindi speranze. Quest’anno in particolare riaprire significa reinventarsi e non solo rinnovarsi - commenta Raffele Boscaini, Direttore Marketing Masi - Abbiamo cercato di capitalizzare quanto osservato nei mesi scorsi basandoci principalmente su due must: lo spazio aperto e il rispetto. Per quanto riguarda il primo punto “Al Drusciè” offre un terrazzo ampliato e rinnovato che consente di godere al massimo del balcone naturale che si affaccia sugli splendidi panorami ampezzani. Il rispetto si evidenzia invece attraverso la certezza delle nostre proposte e del servizio declinato per garantire sicurezza e al contempo la vivibilità degli ambienti. Accanto ai nostri vini e gli abbinamenti gastronomici offriamo la vicinanza alla natura e la sicurezza che ci danno la libertà di godere momenti di relax e gustare i nostri prodotti come (e meglio) di prima”.

C.d.G.


Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

FLASH NEWS

LE RICETTE DEGLI CHEF

Gennaro Esposito

Torre del Saracino

Vico Equense (Na)

2) Gnocchi ripieni di baccalà mantecato, gamberi e spugnole

SITI AMICI
WINE POWER LIST 2019
GUIDA AI VINI DELL'ETNA

LE GRANDI VERTICALI

Copyright © 2007-2020 cronachedigusto.it. Tutti i diritti riservati. Powered by Visioni©
La riproduzione totale o parziale di tutti i contenuti, testi, foto e video, in qualunque forma, su qualsiasi supporto e con qualunque mezzo è proibita.

Search