Siamo online da



ULTIMI COMMENTI

LE RICETTE PIU' LETTE

I VIDEO PIU' VISTI

AREA RISERVATA

cronache di gusto

Direzione, redazione
ed amministrazione:
Via Giuseppe Alessi, 44
(ex via Autonomia Siciliana)
90143 Palermo
Tel. +39 091 336915
Cronache di Gusto
autorizzazione
del tribunale di Palermo
numero 9 del 26-04-07

Cronache di Gusto
è iscritta al ROC
(Registro degli Operatori
di Comunicazione)
col numero 32897

Editoriale De Gustibus Italia
P.IVA 05540860821

Direttore Responsabile:
Fabrizio Carrera

Coordinamento:
Giorgio Vaiana

Web & Digital Design:
Floriana Pintacuda

Contributors:

Andrea Busalacchi
Andrea Camaschella
Marina V. Carrera
Sofia Catalano
Roberto Chifari
Lorella Di Giovanni
Maria Giulia Franco
Annalucia Galeone
Federica Genovese
Clarissa Iraci
Francesca Landolina
Federico Latteri
Irene Marcianò
Bianca Mazzinghi
Alessandra Meldolesi
Clara Minissale
Fiammetta Parodi
Geraldine Pedrotti
Stefania Petrotta
Michele Pizzillo
Fabiola Pulieri
Enzo Raneri
Mauro Ricci
Emanuele Scarci
Marco Sciarrini
Sara Spanò
Giorgia Tabbita
Fosca Tortorelli
Maristella Vita
Manuela Zanni

Organizzazione Eventi:
Laura Lamia
Ivana Piccitto

Concessionaria
per la pubblicità:
Publisette
Via Catania, 14
90141 Palermo
tel 0917302750
info@publisette.it

COOKIE POLICY
PRIVACY POLICY
INFORMATIVA PRIVACY

Pubblicato in Numero 55 del 03/04/2008 il 02 Aprile 2008
di Emanuele Di Bella
    IL DIBATTITO

Alessio Planeta non è disponibile a proseguire l’opera all’interno dell’associazione. Per la successione di Lucio Tasca d’Almerita propone il patron di Settesoli. “È l’uomo adatto per creare sinergie con l’Istituto vite e vino e alessio_planeta_intervista.jpgl’assessorato regionale all’Agricoltura”

“Assovini,
il nome giusto è
Diego Planeta”


Lo abbiamo tirato in ballo lo scorso numero di cronachedigusto.it assieme ad altri due importanti nomi di imprenditori vitivincoli, possibili successori di Lucio Tasca d’Almerita alla guida dell’Assovini Sicilia.
Ci ha chiamato, vuole dire la sua, manifestare la sua indisponibilità e lanciare un altro nome perché continui il lavoro fatto in questi sei anni dal patron di Regaleali.

Allora Alessio Planeta, chi dovrebbe guidare l’Assovini?
«Intanto ho appreso che Lucio Tasca vuole lasciare e vorrei dirgli grazie per quello che ha fatto. Tenere insieme tante aziende non è cosa facile dalle nostre parti. Poi vorrei dire che mi piacerebbe che fosse Diego Planeta a prendere il suo posto. Non so cosa ne pensa l’interessato ma ci troviamo davanti a due sfide importanti».

planeta_2_diego.jpgQuali?
«Da un lato la necessità di continuare l’attività di comunicazione sul vino attraverso soprattutto Sicilia en primeur, oggi itinerante e direi una manifestazione ormai molto bella e importante per tutti noi. Dall’altro la necessità, ancora più stringente, di creare sinergia tra la stessa Assovini, l’Istituto vite e vino e l’assessorato regionale all’Agricoltura. Sono tutti pezzi importanti ma per dare il meglio devono sentirsi come parti di un’orchestra».

E quindi?
«Credo che Diego Planeta possa dare una mano concreta per tenere tutto insieme. Tra l’altro gli enti pubblici oggi possono essere fondamentali in un aspetto, quello della ricerca. Abbiamo bisogno di sapere ancora parecchie cose sui vitigni, sui territori, sui vini che si possono produrre e la ricerca assume un ruolo fondamentale. Ci vuole un coordinamento tra le varie attività. E soprattutto bisogna evitare di duplicare le iniziative, altrimenti si perdono soldi e tempo».

Le piccole aziende di Assovini intanto chiedono più spazio...
«E lo strameritano. Ma nell’associazionismo lo spazio spesso si conquista partecipando alla vita associativa e manifestando le proprie esigenze. Non c’è modo migliore».

Sicilia en primeur continuerà a «viaggiare»?
«Credo proprio di sì, almeno lo spero. Dopo Palermo, Taormina, Trapani e Marsala, toccherebbe a Siracusa, Ragusa e Agrigento. E magari per il decennale si torna a Palermo. È solo un’idea. Però...».


F. C.

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

FLASH NEWS

LE RICETTE DEGLI CHEF

Ciro Scamardella

Pipero

Roma

1) Raviolo di cavolfiore, vaniglia e capasanta

SITI AMICI
WINE POWER LIST 2019
GUIDA AI VINI DELL'ETNA

LE GRANDI VERTICALI

Copyright © 2007-2020 cronachedigusto.it. Tutti i diritti riservati. Powered by Visioni©
La riproduzione totale o parziale di tutti i contenuti, testi, foto e video, in qualunque forma, su qualsiasi supporto e con qualunque mezzo è proibita.

Search