Siamo online da



ULTIMI COMMENTI

LE RICETTE PIU' LETTE

I VIDEO PIU' VISTI

AREA RISERVATA

cronache di gusto

Direzione, redazione
ed amministrazione:
Via Giuseppe Alessi, 44
(ex via Autonomia Siciliana)
90143 Palermo
Tel. +39 091 336915
Cronache di Gusto
autorizzazione
del tribunale di Palermo
numero 9 del 26-04-07

Cronache di Gusto
è iscritta al Roc
(Registro degli Operatori
di Comunicazione)
col numero 32897

Editoriale De Gustibus Italia
P.IVA 05540860821

Fabrizio Carrera
direttore responsabile

Coordinamento:
Giorgio Vaiana

Web & Digital design
Floriana Pintacuda

Collaboratori
Andrea Busalacchi
Andrea Camaschella
Marina V. Carrera
Sofia Catalano
Roberto Chifari
Lorella Di Giovanni

Maria Giulia Franco
Annalucia Galeone
Cristina Gambarini
Federica Genovese
Costanza Gravina
Clarissa Iraci

Francesca Landolina
Federico Latteri
Bianca Mazzinghi
Clara Minissale
Fiammetta Parodi
Geraldine Pedrotti
Stefania Petrotta
Michele Pizzillo
Fabiola Pulieri
Enzo Raneri
Mauro Ricci
Marco Sciarrini
Maristella Vita
Manuela Zanni

Concessionaria
per la pubblicità
Publisette
Via Catania, 14
90141 Palermo
tel 0917302750
info@publisette.it

COOKIE POLICY
PRIVACY POLICY
INFORMATIVA PRIVACY

Pubblicato in Numero 93 del 24/12/2008 il 24 Dicembre 2008
di

LA PROSPETTIVA/1

Per combattere le difficoltà economiche i produttori di vino investono sempre più all’estero. “Pagamenti più rapidi senza passare da enoteche e agenti”

L’export anticrisi

Il segreto per combattere la recessione economica e guardare al nuovo anno in chiave positiva? Gli imprenditori siciliani del vino non hanno dubbi: il segreto è guardare ai mercati esteri.

Dopo un anno all’insegna della contrazione delle vendite, soprattutto di quelle che riguardano un target di qualità medio gli imprenditori fanno i conti e meditano sulle strategie migliori per assicurarsi una buona annata per il 2009. “Siamo entrati in una fase di calo dei consumi”, dice Giancarlo Conte, vicepresidente dell'Istituto regionale della Vite e del Vino e amministratore della distilleria Trapas che produce grappe con marchio Conte Alambicco di Sicilia a Petrosino, nel Trapanese. Secondo Conte mantenere certi livelli di vendite dei prodotti sarà difficile soprattutto nel settore di vino e alcolici. “Chi poteva comprare dei vini importanti – continua il numero due dell’Irvv – certo non smetterà nel 2009. Sarà, invece, la fascia medio bassa a subire un netto calo dei consumi”. E per quel che riguarda le grappe? “In genere – spiega Conte – hanno un target medio-alto e non dovrebbero subire la recessione tanto quanto il vino”. Ad ogni modo bisogna pensare a delle soluzioni. Le proposte sono due: da un lato provare ad abbattere i costi di commercializzazione e produzione dei prodotti, dall'altro l'apertura sempre più decisa ai mercati esteri dell'Unione europea ed extraeuropei.
“La vendita negli aeroporti da parte delle stesse aziende vinicole al consumatore – dice Conte, che da 40 anni lavora nel settore vinicolo – consente di risparmiare, bypassando le enoteche o l'agente, un buon 30% del costo della bottiglia”.
Più propensa all'apertura verso i mercati europei e non è la soluzione di Lillo Todaro, direttore tecnico di Feotto dello Jato: “È necessario – commenta - percorrere la via dell'estero. È lì che esportiamo il 40% della nostra produzione. Fra i paesi più gettonati Giappone, Danimarca, Belgio e Germania”.
Dello stesso avviso Marilena Barbera, amministratrice della cantina Barbera di Menfi (Ag) e presidente del Consiglio interprofessionale vini Doc e Igt della provincia di Agrigento: “Il 2008 è andato molto bene all'estero. Con la mia azienda abbiamo esportato il 18% in più rispetto allo scorso anno. Per il 2009 ci aspettiamo una crescita dei mercati esteri fino al 30% in più”. Ed in Italia? “La crisi – spiega ancora Barbera - è non tanto nella diminuzione delle vendite, il problema sono i pagamenti. La nostra media di incassi in Sicilia, ad esempio, è a 240 giorni dall'emissione della fattura. Per quanto ci riguarda, dunque, la contrazione delle vendite italiane non riguarda la minore richiesta di bottiglie ma da una nostra scelta aziendale”.

 

Piera Zagone


Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

FLASH NEWS

LE RICETTE DEGLI CHEF

Gennaro Esposito

Torre del Saracino

Vico Equense (Na)

4) Crema catalana al cedro e liquirizia, fonduta di provolone del Monaco e noci

SITI AMICI
WINE POWER LIST 2019
GUIDA AI VINI DELL'ETNA

LE GRANDI VERTICALI

Copyright © 2007-2020 cronachedigusto.it. Tutti i diritti riservati. Powered by Visioni©
La riproduzione totale o parziale di tutti i contenuti, testi, foto e video, in qualunque forma, su qualsiasi supporto e con qualunque mezzo è proibita.

Search