Siamo online da



ULTIMI COMMENTI

LE RICETTE PIU' LETTE

I VIDEO PIU' VISTI

AREA RISERVATA

cronache di gusto

Direzione, redazione
ed amministrazione:
Via Giuseppe Alessi, 44
(ex via Autonomia Siciliana)
90143 Palermo
Tel. +39 091 336915
Cronache di Gusto
autorizzazione
del tribunale di Palermo
numero 9 del 26-04-07

Cronache di Gusto
è iscritta al ROC
(Registro degli Operatori
di Comunicazione)
col numero 32897

Editoriale De Gustibus Italia
P.IVA 05540860821

Direttore Responsabile:
Fabrizio Carrera

Coordinamento:
Giorgio Vaiana

Web & Digital Design:
Floriana Pintacuda

Contributors:

Andrea Busalacchi
Andrea Camaschella
Marina V. Carrera
Titti Casiello
Sofia Catalano
Roberto Chifari
Ambra Cusimano
Lorella Di Giovanni
Maria Giulia Franco
Annalucia Galeone
Federica Genovese
Christian Guzzardi
Clarissa Iraci
Francesca Landolina
Federico Latteri
Irene Marcianò
Bianca Mazzinghi
Alessandra Meldolesi
Clara Minissale
Fiammetta Parodi
Geraldine Pedrotti
Stefania Petrotta
Michele Pizzillo
Fabiola Pulieri
Enzo Raneri
Mauro Ricci
Gianluca Rossetti
Emanuele Scarci
Marco Sciarrini
Sara Spanò
Giorgia Tabbita
Fosca Tortorelli
Maristella Vita
Manuela Zanni

Organizzazione Eventi:
Filippo Fiorito
Laura Lamia

Ivana Piccitto

Concessionaria
per la pubblicità:
Publisette
Via Catania, 14
90141 Palermo

info@publisette.it

COOKIE POLICY
PRIVACY POLICY
INFORMATIVA PRIVACY

L’INIZIATIVA

Dopo Giuseppe Costa del Bavaglino, sarà lo chef del ristorante l’Oste e il Sacrestano di Licata, in provincia di Agrigento, il protagonista delle prossime ricette di Cronache di Gusto

Un Bonsignore
in cucina

Dal nord al sud della Sicilia. Dal Bavaglino di Terrasini all’Oste e il Sacrestano di Licata, in provincia di Agrigento. Dopo Giuseppe Costa, è Giuseppe Bonsignore, chef e proprietario (con Chiara Sabella) del noto ristorante, il protagonista delle ricette di questo mese.


Il trentunenne chef licatese racconta come è nata la passione della cucina e della nascita del suo locale: “L’Oste e il Sacrestano nasce dalla passione di fare qualcosa di diverso e al tempo stesso speciale a Licata, ma anche dalla voglia di legare il vino al cibo. Sono un autodidatta - tiene a precisare -. Quando avevo undici anni mi è scattata la passione per la cucina, quella voglia già irrefrenabile di stare tra i fornelli. E infatti ho sempre cucinato – racconta – e grazie a mia nonna sono riuscito ad apprendere le basi della cucina siciliana di una volta che è quella che proponiamo oggi all’interno dell’ osteria pero in chiave moderna. Gli ingredienti che preferisco? Non devono mai mancare gli aromi, come origano, rosmarino, menta ed altri”.
Carne o pesce? “Entrambi, anche se il pesce, vista la zona in cui è posto il mio ristorante, non può certo mancare. I piatti che escono dalla mia cucina, infatti, sono soprattutto a base di pesce proprio come richiede la mia clientela. Le specialità?  Quando riesco a trovarlo il gamberone rosso di Licata, ma anche il tortino di melenzane grigliate intervallate da ricotta al basilico adagiato su una crema di piccadilly e il filetto di spigola di mare scottata con rami di rosmarino (che coltiva lui stesso, ndr) e aglio, lo spiedino di patate e il cannolo fatto a modo nostro, il tutto accompagnato da più di duecento etichette di vini siciliani”.

Giovanni Gaziano

 



 


Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

FLASH NEWS

LE RICETTE DEGLI CHEF

Antonio Bufi

La Gattabuia

Matera

3) Barbabietola al cartoccio

SITI AMICI
WINE POWER LIST 2022

LE GRANDI VERTICALI

Copyright © 2007-2022 cronachedigusto.it. Tutti i diritti riservati. Powered by Visioni©
La riproduzione totale o parziale di tutti i contenuti, testi, foto e video, in qualunque forma, su qualsiasi supporto e con qualunque mezzo è proibita.

Search