Siamo online da



ULTIMI COMMENTI

LE RICETTE PIU' LETTE

I VIDEO PIU' VISTI

AREA RISERVATA

cronache di gusto

Direzione, redazione
ed amministrazione:
Via Giuseppe Alessi, 44
(ex via Autonomia Siciliana)
90143 Palermo
Tel. +39 091 336915
Cronache di Gusto
autorizzazione
del tribunale di Palermo
numero 9 del 26-04-07

Cronache di Gusto
è iscritta al Roc
(Registro degli Operatori
di Comunicazione)
col numero 32897

Editoriale De Gustibus Italia
P.IVA 05540860821

Fabrizio Carrera
direttore responsabile

Coordinamento:
Giorgio Vaiana

Web & Digital design
Floriana Pintacuda

Collaboratori
Andrea Busalacchi
Andrea Camaschella
Marina V. Carrera
Sofia Catalano
Roberto Chifari
Lorella Di Giovanni

Maria Giulia Franco
Annalucia Galeone
Cristina Gambarini
Federica Genovese
Costanza Gravina
Clarissa Iraci

Francesca Landolina
Federico Latteri
Bianca Mazzinghi
Clara Minissale
Fiammetta Parodi
Geraldine Pedrotti
Stefania Petrotta
Michele Pizzillo
Fabiola Pulieri
Enzo Raneri
Mauro Ricci
Marco Sciarrini
Maristella Vita
Manuela Zanni

Concessionaria
per la pubblicità
Publisette
Via Catania, 14
90141 Palermo
tel 0917302750
info@publisette.it

COOKIE POLICY
PRIVACY POLICY
INFORMATIVA PRIVACY

Pubblicato in Numero 145 del 24/12/2009 il 16 Dicembre 2009
di Redazione

CHEF STELLATI

Festa al Telimar di Palermo, organizzata da Cronache di Gusto, per brindare alla seconda stella dello chef della Madia di Licata. E quattro cuochi siciliani gli hanno dedicato un piatto

Il Cuttaia party

Brindisi al circolo Telimar di Palermo in onore di Pino Cuttaia, chef della Madia di Licata, premiato con due stelle dalla guida Michelin. Una festa, organizzata da Cronache di Gusto, con un gruppo di amici provenienti da tutta la Sicilia, diversi produttori di olio, vino e anche con quattro giovani chef siciliani. Ognuno di loro ha celebrato il riconoscimento a Cuttaia dedicandogli un piatto.


Giuseppe Costa del ristorante “Il Bavaglino “ di Terrasini ha presentato un baccalà panato al nero di seppia con panelle, pomodorini dry e  zeste di limoni accompagnato da un agrodolce al miele di zagara; Carmelo Floridia della Locanda Gulfi di Chiaramonte Gulfi ha proposto una crema di patacche (topinambour), petali di seppia croccante al finocchietto selvatico, pesto di acciughe e tonda Iblea; Angelo Pumilia del Resort Planeta  di Menfi ha preparato un manzo, carciofo e olio alla cenere; Luca Cannizzaro, infine, del  ristorante “La Sirenetta” di  Modica ha proposto una terrina di coniglio e patè di fegatini. Gli chef hanno poi preparato una spaghettata d’autore e salsicce di Caccamo (Pa).
Un coro unanime, quello del Telimar, nel definire lo chef Cuttaia, uno squisito esempio di umiltà e genialità che riesce ogni giorno a raccontare uno scorcio della Sicilia in modo estremamente positivo ed eccellente. “È stato un vero piacere festeggiare la vittoria della seconda stella con un gruppo di amici e di gourmet palermitani – ha commentato commosso Cuttaia –. Questo calore mi spinge ad andare avanti ogni giorno nel mio lavoro di ricerca in cucina con sempre maggiore passione”. E a chi gli ha chiesto se adesso si monterà la testa, Cuttaia ha risposto con tono secco: “Io e la mia cucina rimarremo sempre gli stessi e spero che non siano gli altri a cambiare nei miei confronti”.
Diversi i produttori che hanno voluto partecipare alla festa offrendo in degustazione i propri prodotti, cominciando con il vino, l’azienda agricola Gulfi, Cusumano, Firriato, Planeta, l’azienda agricola Milazzo, De Bartoli, Terzavia, D’Alessandro, Alessandro di Camporeale, Ottoventi, Feudo Arancio e   lo Champagne Jacquesson rappresentato da Giorgio Lo Presti. In degustazione anche le grappe Conte alambicco di Sicilia, la pasta Baronia, l’olio Mandranova dei coniugi Di Vincenzo, il pane nero di Castelvetrano dell’Antico Forno di Ottavio Guccione prodotti con  la farina di Molini del Ponte di Filippo Drago, i dolci ed il caffè di Spinnato, la marmellata di fragoline di Ribera dell’azienda Scyavuru di Rosario Tortorici ed infine l’azienda Selecta, rappresentata da Salvo Gurrieri che ha provveduto alla fornitura delle materie prime.
Infine, gli organizzatori hanno conferito a Pino Cuttaia l’appellativo di “dispensatore di squisite emozioni” consegnandogli una targa in ricordo della piacevole serata.

Laura Di Trapani


Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

FLASH NEWS

LE RICETTE DEGLI CHEF

SITI AMICI
WINE POWER LIST 2019
GUIDA AI VINI DELL'ETNA

LE GRANDI VERTICALI

Copyright © 2007-2020 cronachedigusto.it. Tutti i diritti riservati. Powered by Visioni©
La riproduzione totale o parziale di tutti i contenuti, testi, foto e video, in qualunque forma, su qualsiasi supporto e con qualunque mezzo è proibita.

Search