Siamo online da



ULTIMI COMMENTI

LE RICETTE PIU' LETTE

I VIDEO PIU' VISTI

AREA RISERVATA

cronache di gusto

Direzione, redazione
ed amministrazione:
Via Giuseppe Alessi, 44
(ex via Autonomia Siciliana)
90143 Palermo
Tel. +39 091 336915
Cronache di Gusto
autorizzazione
del tribunale di Palermo
numero 9 del 26-04-07

Cronache di Gusto
è iscritta al Roc
(Registro degli Operatori
di Comunicazione)
col numero 32897

Editoriale De Gustibus Italia
P.IVA 05540860821

Fabrizio Carrera
direttore responsabile

Coordinamento:
Giorgio Vaiana

Web & Digital design
Floriana Pintacuda

Collaboratori
Andrea Busalacchi
Andrea Camaschella
Marina V. Carrera
Sofia Catalano
Roberto Chifari
Lorella Di Giovanni

Maria Giulia Franco
Annalucia Galeone
Cristina Gambarini
Federica Genovese
Costanza Gravina
Clarissa Iraci

Francesca Landolina
Federico Latteri
Bianca Mazzinghi
Clara Minissale
Fiammetta Parodi
Geraldine Pedrotti
Stefania Petrotta
Michele Pizzillo
Fabiola Pulieri
Enzo Raneri
Mauro Ricci
Marco Sciarrini
Maristella Vita
Manuela Zanni

Concessionaria
per la pubblicità
Publisette
Via Catania, 14
90141 Palermo
tel 0917302750
info@publisette.it

COOKIE POLICY
PRIVACY POLICY
INFORMATIVA PRIVACY

Pubblicato in Numero 194 del 02/12/2010 il 01 Dicembre 2010
di Redazione

IL PRODOTTO

Il commissario dell’Aras Chiarelli riavvia l’iter. Identificata l’area di produzione. Presto sarà definito il disciplinare da presentare al ministero

Caciocavallo
palermitano,
sogno Dop

Il commissario dell'Aras, Alessandro Chiarelli, ha riavviato il motore dell'iter per l'ottenimento della Dop del formaggio a pasta filata a forma di parallelepipedo che si produce con il latte di vacca nel Palermitano, nell'Agrigentino e nel Trapanese.

L'incontro dei produttori interessati è avvenuto a Palermo nella sala rossa del palazzo dei Normanni sede dell'Assemblea regionale siciliana. Oltre ai vertici e ai tecnici dell'Aras (il commissario Chiarelli, il direttore regionale Meli e altri dirigenti), erano presenti anche il direttore generale dell'Istituto Zooprofilattico della Sicilia Tonino Salina, il direttore sanitario Vincenzo Di Marco e altri tecnici che effettuano la certificazione di laboratorio della filiera dei prodotti alimentari.
Si è condivisa e approvata intanto la tradizionale procedura di lavorazione e si è identificata l'area di produzione. In un secondo incontro si definirà il disciplinare che verrà presentato al ministero delle Risorse agricole e alimentari per l'approvazione di competenza nel corso dell'iter che si concluderà con il riconoscimento finale dell'Unione Europea.
L'apprezzato prodotto vanta una storia antica e una qualità che si rifà ai buoni pascoli della Sicilia occidentale dove si allevano bovini di razze autoctone come la Cinisara e la Modicana, ma non solo. Ancora esistono molti allevatori che mantengono viva la tradizione e tengono fronte alle richieste di mercato. Si sta lavorando per non disperdere questo patrimonio che ha dato e continua a dare un notevole apporto all'economia zootecnica dei sopra citati territori.

C.d.G. 


Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

FLASH NEWS

LE RICETTE DEGLI CHEF

Gennaro Esposito

Torre del Saracino

Vico Equense (Na)

4) Crema catalana al cedro e liquirizia, fonduta di provolone del Monaco e noci

SITI AMICI
WINE POWER LIST 2019
GUIDA AI VINI DELL'ETNA

LE GRANDI VERTICALI

Copyright © 2007-2020 cronachedigusto.it. Tutti i diritti riservati. Powered by Visioni©
La riproduzione totale o parziale di tutti i contenuti, testi, foto e video, in qualunque forma, su qualsiasi supporto e con qualunque mezzo è proibita.

Search