Siamo online da



ULTIMI COMMENTI

LE RICETTE PIU' LETTE

I VIDEO PIU' VISTI

AREA RISERVATA

cronache di gusto

Direzione, redazione
ed amministrazione:
Via Giuseppe Alessi, 44
(ex via Autonomia Siciliana)
90143 Palermo
Tel. +39 091 336915
Cronache di Gusto
autorizzazione
del tribunale di Palermo
numero 9 del 26-04-07

Cronache di Gusto
è iscritta al ROC
(Registro degli Operatori
di Comunicazione)
col numero 32897

Editoriale De Gustibus Italia
P.IVA 05540860821

Direttore Responsabile:
Fabrizio Carrera

Coordinamento:
Giorgio Vaiana

Web & Digital Design:
Floriana Pintacuda

Contributors:

Andrea Busalacchi
Andrea Camaschella
Marina V. Carrera
Sofia Catalano
Roberto Chifari
Lorella Di Giovanni
Maria Giulia Franco
Annalucia Galeone
Federica Genovese
Clarissa Iraci
Francesca Landolina
Federico Latteri
Irene Marcianò
Bianca Mazzinghi
Alessandra Meldolesi
Clara Minissale
Fiammetta Parodi
Geraldine Pedrotti
Stefania Petrotta
Michele Pizzillo
Fabiola Pulieri
Enzo Raneri
Mauro Ricci
Emanuele Scarci
Marco Sciarrini
Sara Spanò
Giorgia Tabbita
Fosca Tortorelli
Maristella Vita
Manuela Zanni

Organizzazione Eventi:
Laura Lamia
Ivana Piccitto

Concessionaria
per la pubblicità:
Publisette
Via Catania, 14
90141 Palermo

info@publisette.it

COOKIE POLICY
PRIVACY POLICY
INFORMATIVA PRIVACY

Pubblicato in Numero 48 del 14/02/2008 il 14 Febbraio 2008
di Emanuele Di Bella
    VINO & LEGALITÀ


vinolegalit_hp.jpgIl 27 la firma dell’intesa fra il Consorzio sviluppo e legalità e l’Istituto vite e vino per supportare la coltivazione dei terreni confiscati alla mafia. E al Vinitaly ci sarà uno spazio per la Cooperativa Placido Rizzotto

Bottiglie antimafia

Lo scorso anno ne avevano parlato tutti per un vino chiamato “Centopassi”, proveniente da uve coltivate sulle terre confiscate ai boss nella provincia di Palermo.
agueci_vino.jpgAdesso i giovani e i volontari della cooperativa sociale Placido Rizzotto - Libera Terra e della Cooperativa sociale Lavoro avranno dalla loro anche un supporto tecnico di tutto rispetto, quello dell’Istituto regionale della Vite e del Vino. Il 27 febbraio, infatti, sarà firmato il protocollo d’intesa fra Leonardo Agueci, il presidente dell’Irvv, e Nino Iannazzo, sindaco di Corleone ma anche presidente del Consorzio sviluppo e legalità che gestisce in beni confiscati alla mafia nel Palermitano.
“Aiuteremo la Cooperativa dal punto di vista tecnologico nei 140 ettari distribuiti fra Corleone, Camporeale, Partinico, mentre noi realizzeremo alcuni campi sperimentali – spiega Agueci –. Inoltre la coop avrà ancentopassi.jpgche uno spazio al prossimo Vinitaly”.
Centopassi é il nome dell’attività vitivinicola della Cooperativa Sociale Placido Rizzotto – Libera Terra e della Cooperativa sociale Lavoro e non solo, che operano sulle terre del Consorzio di Comuni Sviluppo e Legalità, con l’obiettivo di creare opportunità occupazionali ispirandosi ai principi della solidarietà e della legalità. E la linea di vini alla cui realizzazione ora collaborerà anche l’Istituto vite e vino è stata fortemente voluta da don Ciotti. Si tratta di una linea di vini che, in ogni suo elemento, dal nome all’etichetta, passando per i vigneti e la cantina in cui nasce, testimonia l’impegno civile di chi lo ha prodotto. Si tratta delle prime etichette prodotte interamente da beni confiscati ai clan mafiosi, dai vigneti reimpiantati dopo anni di abbandono. La linea Centopassi ha fatto il suo esordio lo scorso anno con due vini, più una serie limitata, con tutte le etichette realizzate dai ragazzi dell’Istituto di arti grafiche Bodoni di Torino, che hanno lavorato al progetto grafico e alla scelta del nome (dal titolo del film di Marco Tullio Giordana che racconta la storia di Peppino Impastato). I due vini sono intitolati a Placido Rizzotto, il sindacalista di Corleone ucciso dalla mafia: il bianco è un Catarratto in purezza; il rosso è un blend di Nero d’Avola e Syrah.
La Cooperativa Placido Rizzotto - Libera Terra è stata costituita nel 2001 da un gruppo di giovani siciliani e gestisce in tutto 42 ettari di vigneto progressivamente reimpiantati.


Marco Volpe

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

FLASH NEWS

LE RICETTE DEGLI CHEF

Donato De Leonardis

Don Alfonso San Barbato

Lavello (Pz)

3) Faraona ripiena con il suo filetto tartufato e verza

SITI AMICI
WINE POWER LIST 2019
GUIDA VINI DELL'ETNA

LE GRANDI VERTICALI

Copyright © 2007-2021 cronachedigusto.it. Tutti i diritti riservati. Powered by Visioni©
La riproduzione totale o parziale di tutti i contenuti, testi, foto e video, in qualunque forma, su qualsiasi supporto e con qualunque mezzo è proibita.

Search