Siamo online da



ULTIMI COMMENTI

LE RICETTE PIU' LETTE

I VIDEO PIU' VISTI

AREA RISERVATA

cronache di gusto

Direzione, redazione
ed amministrazione:
Via Giuseppe Alessi, 44
(ex via Autonomia Siciliana)
90143 Palermo
Tel. +39 091 336915
Cronache di Gusto
autorizzazione
del tribunale di Palermo
numero 9 del 26-04-07

Cronache di Gusto
è iscritta al Roc
(Registro degli Operatori
di Comunicazione)
col numero 32897

Editoriale De Gustibus Italia
P.IVA 05540860821

Fabrizio Carrera
direttore responsabile

Coordinamento:
Giorgio Vaiana

Web & Digital design
Floriana Pintacuda

Collaboratori
Andrea Busalacchi
Andrea Camaschella
Marina V. Carrera
Sofia Catalano
Roberto Chifari
Lorella Di Giovanni

Maria Giulia Franco
Annalucia Galeone
Cristina Gambarini
Federica Genovese
Costanza Gravina
Clarissa Iraci

Francesca Landolina
Federico Latteri
Bianca Mazzinghi
Clara Minissale
Fiammetta Parodi
Geraldine Pedrotti
Stefania Petrotta
Michele Pizzillo
Fabiola Pulieri
Enzo Raneri
Mauro Ricci
Marco Sciarrini
Maristella Vita
Manuela Zanni

Concessionaria
per la pubblicità
Publisette
Via Catania, 14
90141 Palermo
tel 0917302750
info@publisette.it

COOKIE POLICY
PRIVACY POLICY
INFORMATIVA PRIVACY

Pubblicato in Numero 100 del 12/02/2009 il 11 Febbraio 2009
di Redazione

LA GAFFE

Quando il cibo incontra la politica. L'esponente israeliano sorpreso in un ristorante ad una cena non kosher. E scoppia la polemica per un piatto di ostriche

Le ostriche
di Netanyahu

Attenzione a quei molluschi. La religione è un fatto serio. Però esagerare non fa mai bene. Lo sa Benjamin (Bibi) Netanyahu sorpreso qualche sera fa in compagnia della moglie a sgusciare un gamberetto in un ristorante di Gerusalemme.

Netanyahu, appena uscito in parità dalle politiche in Israele in cui è testa a testa con Tzipi Livni, ha mangiato cibo non kosher, così come impone la religione ebraica. Una tavola imbandita da frutti di mare, ostriche e calamari va contro le regole dei rabbini i quali non l'hanno presa bene. Il clamore destato da questa vicenda ha costretto l'esponente politico del Likud a lasciare il locale in cui stava cenando da un'uscita secondaria, neanche fosse stato trovato in compagnie ambigue. Con tanto di fotografi che tentavano lo scatto con Bibi fra le mani una chela, le polemiche degli avversari, le accuse da parte dei compagni di partito, le scuse internazionali di un portavoce: non erano animali invertebrati dunque impuri bensì pesci con pinne e squame, concessi invece dall'ortodossia ebraica.
Va bene lo scivolone, va bene la curiosità e siamo sicuri anche che le tradizioni gastronomiche abbiano il loro peso ma siamo certi che la politica israeliana non abbia proprio nulla di meglio a cui pensare se non le ostriche di Netanyahu?

M. V.



Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

FLASH NEWS

LE RICETTE DEGLI CHEF

SITI AMICI
WINE POWER LIST 2019
GUIDA AI VINI DELL'ETNA

LE GRANDI VERTICALI

Copyright © 2007-2020 cronachedigusto.it. Tutti i diritti riservati. Powered by Visioni©
La riproduzione totale o parziale di tutti i contenuti, testi, foto e video, in qualunque forma, su qualsiasi supporto e con qualunque mezzo è proibita.

Search