Siamo online da



ULTIMI COMMENTI

LE RICETTE PIU' LETTE

I VIDEO PIU' VISTI

AREA RISERVATA

cronache di gusto

Direzione, redazione
ed amministrazione:
Via Giuseppe Alessi, 44
(ex via Autonomia Siciliana)
90143 Palermo
Tel. +39 091 336915
Cronache di Gusto
autorizzazione
del tribunale di Palermo
numero 9 del 26-04-07

Cronache di Gusto
è iscritta al Roc
(Registro degli Operatori
di Comunicazione)
col numero 32897

Editoriale De Gustibus Italia
P.IVA 05540860821

Fabrizio Carrera
direttore responsabile

Coordinamento:
Giorgio Vaiana

Collaboratori
Andrea Busalacchi
Andrea Camaschella
Marina V. Carrera
Sofia Catalano
Roberto Chifari
Lorella Di Giovanni

Maria Giulia Franco
Annalucia Galeone
Cristina Gambarini
Federica Genovese
Costanza Gravina
Clarissa Iraci

Francesca Landolina
Federico Latteri
Bianca Mazzinghi
Clara Minissale
Fiammetta Parodi
Geraldine Pedrotti
Stefania Petrotta
Michele Pizzillo
Fabiola Pulieri
Enzo Raneri
Mauro Ricci
Marco Sciarrini
Maristella Vita
Manuela Zanni

Concessionaria
per la pubblicità
Publisette
Via Catania, 14
90141 Palermo
tel 0917302750
info@publisette.it

COOKIE POLICY
PRIVACY POLICY
INFORMATIVA PRIVACY

Pubblicato in Numero 200 del 13/01/2011
di Redazione

L’ACCORDO

Dal 21 gennaio fino al 2 febbraio il prodotto siciliano sarà sugli scaffali dell’Esselunga. Il presidente del Consorzio Todaro: “Un trampolino di lancio”

Vastedda del Belice
al supermercato

Conto alla rovescia, e presto anche la Vastedda del Belice potrà essere comprata nei supermercati di tutto lo stivale.

Infatti mancano dieci giorni, e il 21 e il 22 gennaio chi vorrà assaporare il formaggio siciliano potrà trovarlo sugli scaffali dell’Esselunga, la grande catena di distribuzione che con i suoi 140 punti vendita copre l’intero territorio nazionale dalla Toscana in su.
Si tratta di una promozione che durerà fino al 2 febbraio, ma che, dipendentemente dalla risposta della clientela, si potrà protrarre più a lungo, ma soprattutto sarà il primo “Trampolino di lancio per la Vastedda della Valle del Belice, da quando ha conquistato il marchio Dop in Europa”, come ha sottolineato soddisfatto Massimo Todaro, presidente del Consorzio per la tutela formaggio Vastedda della valle del Belice.
Intanto si tratta anche della prima richiesta a livello nazionale che il formaggio di pecora a pasta filata riceve dopo aver ottenuto il marchio Dop lo scorso novembre. Fino ad ora la Vastedda è rimasta conosciuta a livello locale, anche perché è stato inaugurato questo mese il primo Centro del caglio, a Poggioreale,  che ha consentito ai produttori di Vastedda di potersi adeguare al disciplinare europeo, poiché la denominazione di origine protetta prevede infatti che tutte le fasi di lavorazione e i costituenti, per cui anche il  caglio, vengano prodotti all’interno dell’areale della Dop.

Aurora Pullara


Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

FLASH NEWS

GLI APPUNTAMENTI

LE RICETTE DEGLI CHEF

Maurizio Albarello
Trattoria Antica Torre
Barbaresco (Cn)

Stefano Mazzone

Grand Hotel Quisisana

Capri (Na)

2) Tortelli di cipolle al burro di acciughe e pecorino

SITI AMICI
WINE POWER LIST 2019
GUIDA AI VINI DELL'ETNA

LE GRANDI VERTICALI

Copyright © 2007-2020 cronachedigusto.it. Tutti i diritti riservati. Powered by Visioni©
La riproduzione totale o parziale di tutti i contenuti, testi, foto e video, in qualunque forma, su qualsiasi supporto e con qualunque mezzo è proibita.

Search