Siamo online da



ULTIMI COMMENTI

LE RICETTE PIU' LETTE

I VIDEO PIU' VISTI

AREA RISERVATA

cronache di gusto

Direzione, redazione
ed amministrazione:
Via Giuseppe Alessi, 44
(ex via Autonomia Siciliana)
90143 Palermo
Tel. +39 091 336915
Cronache di Gusto
autorizzazione
del tribunale di Palermo
numero 9 del 26-04-07

Cronache di Gusto
è iscritta al Roc
(Registro degli Operatori
di Comunicazione)
col numero 32897

Editoriale De Gustibus Italia
P.IVA 05540860821

Fabrizio Carrera
direttore responsabile

Coordinamento:
Giorgio Vaiana

Web & Digital design
Floriana Pintacuda

Collaboratori
Andrea Busalacchi
Andrea Camaschella
Marina V. Carrera
Sofia Catalano
Roberto Chifari
Lorella Di Giovanni

Maria Giulia Franco
Annalucia Galeone
Cristina Gambarini
Federica Genovese
Costanza Gravina
Clarissa Iraci

Francesca Landolina
Federico Latteri
Bianca Mazzinghi
Clara Minissale
Fiammetta Parodi
Geraldine Pedrotti
Stefania Petrotta
Michele Pizzillo
Fabiola Pulieri
Enzo Raneri
Mauro Ricci
Marco Sciarrini
Maristella Vita
Manuela Zanni

Concessionaria
per la pubblicità
Publisette
Via Catania, 14
90141 Palermo
tel 0917302750
info@publisette.it

COOKIE POLICY
PRIVACY POLICY
INFORMATIVA PRIVACY

Pubblicato in Numero 66 del 19/06/2008 il 18 Giugno 2008
di Emanuele Di Bella
    IL MARCHIO

Al prossimo Salone del Gusto di Torino l'associazione lancia un marchio per valorizzare i piccoLi tanti prodotti che rischiano maiorchino_hp66.jpgdi sparire. Piero Sardo: "Sarà un modo per difendere microeconomie e tradizioni contadine legate al territorio"

Targato
Slow Food

Un marchio per i presidî di Slow Food. Un modo nuovo per tutelare le piccole produzioni di nicchia, sentinelle di tradizioni e microeconomie di molti territori italiani.
Ci hanno pensato su quelli di Slow Food prima di cimentarsi in quest’operazione che sarà lanciata in occasione del prossimo Salone del gusto che si terrà a Torino a fine ottobre. Poi alla fine ha prevalso la decisione di scommettere su quest’iniziativa. I presidî sono nati agli inizi del Duemila per difendere quelle piccole produzioni che rischiavano di sparire per sempre. Formaggi, ortaggi, legumi, salumi, frutti e tante altre lecccornie conosciute per lo più dai gourmet e spesso introvabili. Creare un presidio e legarlo a un prodotto spesso è stato un toccasana. Inserire un prodotto nel circuito virtuoso di Slow Food è stato un modo per melone_cartucciaro66.jpgsottrarlo all’oblio e dare nuove chance.
Dopo l’esperienza dell’Arca dei sapori nata nel ’98 e quella dei presidî era ora di fare qualcos’altro. Lo ha detto Piero Sardo, presidente della Fondazione per la biodiversità di Slow Food nel corso di un convegno sull’eccellenza enogastronomica in provincia di Trapani. Lo stesso Sardo, annunciando l’iniziativa, non si è sbilanciato. Semmai ha precisato che non tutti i presidî avranno un marchio. Sui 200 già istituiti in cui la Sicilia fa la parte del leone con una trentina circa di prodotti, sessanta non entreranno a far parte di questo club. Esclusi saranno quei prodotti che nonostante il presidio non hanno creato un po’ di interesse economico e commerciale oppure quei prodotti che invece hanno una fama che va oltre il presidio stesso e magari hanno già un marchio Dop o Igp.
L’idea di Slow Food, spiega Sardo, è infatti quella di dotare di un terzo marchio questi prodotti che rappresentano un fiore all’occhiello del patrimonio gastronomico italiano, un vessillo della biodiversità e non posono permettersi di ambire a marchi più famosi e riconosciuti da Bruxelles. Ricordiamo tra i prodotti siciliani appartenenti al circuito dei presidî le lenticchie di Ustica, il formaggio Maiorchino, il Melone Cartucciaro, la pesca di Leonforte, i pistacchi di Bronte.



F. C.

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

FLASH NEWS

LE RICETTE DEGLI CHEF

Gennaro Esposito

Torre del Saracino

Vico Equense (Na)

4) Crema catalana al cedro e liquirizia, fonduta di provolone del Monaco e noci

SITI AMICI
WINE POWER LIST 2019
GUIDA AI VINI DELL'ETNA

LE GRANDI VERTICALI

Copyright © 2007-2020 cronachedigusto.it. Tutti i diritti riservati. Powered by Visioni©
La riproduzione totale o parziale di tutti i contenuti, testi, foto e video, in qualunque forma, su qualsiasi supporto e con qualunque mezzo è proibita.

Search