Siamo online da



ULTIMI COMMENTI

LE RICETTE PIU' LETTE

I VIDEO PIU' VISTI

AREA RISERVATA

cronache di gusto

Direzione, redazione
ed amministrazione:
Via Giuseppe Alessi, 44
(ex via Autonomia Siciliana)
90143 Palermo
Tel. +39 091 336915
Cronache di Gusto
autorizzazione
del tribunale di Palermo
numero 9 del 26-04-07

Cronache di Gusto
è iscritta al Roc
(Registro degli Operatori
di Comunicazione)
col numero 32897

Editoriale De Gustibus Italia
P.IVA 05540860821

Fabrizio Carrera
direttore responsabile

Coordinamento:
Giorgio Vaiana

Web & Digital design
Floriana Pintacuda

Collaboratori
Andrea Busalacchi
Andrea Camaschella
Marina V. Carrera
Sofia Catalano
Roberto Chifari
Lorella Di Giovanni

Maria Giulia Franco
Annalucia Galeone
Cristina Gambarini
Federica Genovese
Costanza Gravina
Clarissa Iraci

Francesca Landolina
Federico Latteri
Bianca Mazzinghi
Clara Minissale
Fiammetta Parodi
Geraldine Pedrotti
Stefania Petrotta
Michele Pizzillo
Fabiola Pulieri
Enzo Raneri
Mauro Ricci
Marco Sciarrini
Maristella Vita
Manuela Zanni

Concessionaria
per la pubblicità
Publisette
Via Catania, 14
90141 Palermo
tel 0917302750
info@publisette.it

COOKIE POLICY
PRIVACY POLICY
INFORMATIVA PRIVACY

Pubblicato in Numero 116 del 04/06/2009 il 03 Giugno 2009
di Redazione

IL BILANCIO

In Sicilia la rassegna condizionata dal maltempo ma sono stati molti i partecipanti all'iniziativa. In Abruzzo 40 mila presenze nelle 39 aziende aderenti alla manifestazione del Movimento Turismo del Vino

Cantine aperte,
boom di stranieri

Le piogge dello scorso weekend hanno influito anche sulla diciassettesima edizione della manifestazione "Cantine aperte", che si è svolta proprio fra il 31 maggio ed il 2 giugno. In questi giorni i produttori associati al Movimento Turismo del Vino (in Sicilia sono sedici) hanno aperto le loro aziende al pubblico, hanno organizzato guide all'interno dei loro vigneti e svelato una parte dei segreti delle loro cantine.

“Poteva andare sicuramente meglio – ha dichiarato  Elizabeth Scilio, presidente regionale per la Sicilia del Movimento turismo del Vino -. Le piogge hanno sensibilmente influito sulle visite che sono diminuite rispetto allo scorso anno. Nella mia cantina, ad esempio, - continua – ci sono state un centinaio di visite in meno: 350 a fronte delle 450 dello scorso anno”. Tutto sommato, comunque cantine come Donnafugata hanno ricevuto 500 visite mentre Etnawine 150.
 
“E' necessario – dice il presidente Scilio – lavorare per migliorare l'offerta e sensibilizzare il pubblico. Per l'anno prossimo cercheremo, infatti, di attirare più persone cercando anche di aumentare il numero di cantine aderenti all'iniziativa”. Anche nel resto d'Italia a causa del maltempo alcune cantine hanno dovuto cancellare o rimandare le iniziative all'’aperto.
 
Una sorpresa arriva invece dall'Abruzzo: qui si è verificato un successo inaspettato dell’iniziativa che ha dimostrato la vitalità della regione e la volontà del pubblico di favorire anche attraverso l'enoturismo la ricostruzione dopo il terremoto. Le 39 cantine aderenti, infatti, hanno registrato circa 40 mila presenze, di cui la maggior parte proveniente dalle regioni limitrofe.
 
“Un dato interessante di questa edizione di Cantine Aperte - sostiene la presidente del Movimento Turismo del Vino, Chiara Lungarotti - è che i turisti del vino non arrivano in cantina per caso, ma anzi organizzano la visita nei minimi dettagli, essendo realmente interessati alla cultura del vino. Anche per questo, malgrado il tempo non sia stato dalla nostra parte, i visitatori non sono mancati e i produttori sono molto soddisfatti. Confermata, dunque, la tendenza ad un target giovane di enoturisti consapevoli (25-35 anni), con una netta e attenta presenza femminile”.
 
Se in alcune regioni, come Basilicata, Campania, ma anche Friuli Venezia Giulia, Emilia Romagna e Lombardia, si è registrato addirittura un leggero aumento delle presenze complessive, in generale, il dato più rilevante riguarda la provenienza dei visitatori. Quest'’anno infatti, molti turisti sono arrivati da fuori regione e sono aumentati gli stranieri tedeschi e inglesi in prevalenza ma anche qualche statunitense. 

Piera Zagone


Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

FLASH NEWS

LE RICETTE DEGLI CHEF

SITI AMICI
WINE POWER LIST 2019
GUIDA AI VINI DELL'ETNA

LE GRANDI VERTICALI

Copyright © 2007-2020 cronachedigusto.it. Tutti i diritti riservati. Powered by Visioni©
La riproduzione totale o parziale di tutti i contenuti, testi, foto e video, in qualunque forma, su qualsiasi supporto e con qualunque mezzo è proibita.

Search