Siamo online da



ULTIMI COMMENTI

LE RICETTE PIU' LETTE

I VIDEO PIU' VISTI

AREA RISERVATA

cronache di gusto

Direzione, redazione
ed amministrazione:
Via Giuseppe Alessi, 44
(ex via Autonomia Siciliana)
90143 Palermo
Tel. +39 091 336915
Cronache di Gusto
autorizzazione
del tribunale di Palermo
numero 9 del 26-04-07

Cronache di Gusto
è iscritta al Roc
(Registro degli Operatori
di Comunicazione)
col numero 32897

Editoriale De Gustibus Italia
P.IVA 05540860821

Fabrizio Carrera
direttore responsabile

Coordinamento:
Giorgio Vaiana

Web & Digital design
Floriana Pintacuda

Collaboratori
Andrea Busalacchi
Andrea Camaschella
Marina V. Carrera
Sofia Catalano
Roberto Chifari
Lorella Di Giovanni

Maria Giulia Franco
Annalucia Galeone
Cristina Gambarini
Federica Genovese
Costanza Gravina
Clarissa Iraci

Francesca Landolina
Federico Latteri
Bianca Mazzinghi
Clara Minissale
Fiammetta Parodi
Geraldine Pedrotti
Stefania Petrotta
Michele Pizzillo
Fabiola Pulieri
Enzo Raneri
Mauro Ricci
Marco Sciarrini
Maristella Vita
Manuela Zanni

Concessionaria
per la pubblicità
Publisette
Via Catania, 14
90141 Palermo
tel 0917302750
info@publisette.it

COOKIE POLICY
PRIVACY POLICY
INFORMATIVA PRIVACY

Pubblicato in Numero 117 del 11/06/2009 il 10 Giugno 2009
di Redazione

LA RICERCA

Lo studio in un libro di Torcivia: "Anche in cantina lo sviluppo deve essere sostenibile, realizzabile e continuamente relazionato con il territorio circostante"

Ambiente e vino,
connubio possibile

Produrre vino in maniera sostenibile oggi non è un'utopia. Lo dimostra un'indagine svolta nell'ambito del master di primo livello per manager delle aziende del settore vitivinicolo organizzato presso la facoltà di Economia di Palermo da Sebastiano Torcivia.

Lo studio, sintetizzato in un volume di 230 pagine, passa ai raggi X il settore vitivinicolo siciliano e analizza, ai vari livelli della filiera e per un campione di aziende dell'Isola, l'uso di materiali e tecniche rispettosi dell'ambiente. Ciò nell'ottica della "sostenibilità" che il rapporto Bruntland del 1984 definiva come la "gestione delle risorse da parte delle generazioni attuali in modo da renderle ugualmente disponibili  alle generazioni future".
Così, secondo Torcivia: "Anche in cantina lo sviluppo deve essere sostenibile, realizzabile e continuamente relazionato con l'ambiente". Vengono dunque passate in rassegna le soluzioni  che rendono più sostenibile la gestione in vigneto, in cantina e in azienda.  Nel primo caso vengono messi sotto la lente tecniche colturali a basso impatto ambientale, metodi di lotta e difesa integrata, soluzioni per mantenere la biodiversità degli ecosistemi viticoli, preferendo, ad esempio i vitigni autoctoni agli alloctoni.  Vengono analizzate e descritte le innovazioni tecnologiche e logistiche che permettono un risparmio energetico significativo all'interno delle cantine, dall'uso di energie alternative alla particolare architettura di alcune strutture.  Infine in azienda alcune cantine siciliane hanno previsto l'uso di metodi di autoregolamentazione per la responsabilità sociale, il controllo della qualità, della tracciabilità e della sicurezza. Particolare riferimento va fatto, inoltre, al capitolo relativo ai costi e ai benefici della politica ambientale, dove viene posto l'accento sulla necessità di un razionale utilizzo degli elementi nutritivi nel terreno per ridurre i costi diretti e migliorare la qualità del suolo semplificandone dunque la sua gestione. Chiude il lavoro una completa appendice normativa della materia, utile a chi volesse aggiornarsi e rendere più "verde" la propria azienda vitivinicola.

Annalisa Ricciardi


Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

FLASH NEWS

LE RICETTE DEGLI CHEF

Gennaro Esposito

Torre del Saracino

Vico Equense (Na)

4) Crema catalana al cedro e liquirizia, fonduta di provolone del Monaco e noci

SITI AMICI
WINE POWER LIST 2019
GUIDA AI VINI DELL'ETNA

LE GRANDI VERTICALI

Copyright © 2007-2020 cronachedigusto.it. Tutti i diritti riservati. Powered by Visioni©
La riproduzione totale o parziale di tutti i contenuti, testi, foto e video, in qualunque forma, su qualsiasi supporto e con qualunque mezzo è proibita.

Search