Siamo online da



ULTIMI COMMENTI

LE RICETTE PIU' LETTE

I VIDEO PIU' VISTI

AREA RISERVATA

cronache di gusto

Direzione, redazione
ed amministrazione:
Via Giuseppe Alessi, 44
(ex via Autonomia Siciliana)
90143 Palermo
Tel. +39 091 336915
Cronache di Gusto
autorizzazione
del tribunale di Palermo
numero 9 del 26-04-07

Cronache di Gusto
è iscritta al Roc
(Registro degli Operatori
di Comunicazione)
col numero 32897

Editoriale De Gustibus Italia
P.IVA 05540860821

Fabrizio Carrera
direttore responsabile

Coordinamento:
Giorgio Vaiana

Web & Digital design
Floriana Pintacuda

Collaboratori
Andrea Busalacchi
Andrea Camaschella
Marina V. Carrera
Sofia Catalano
Roberto Chifari
Lorella Di Giovanni

Maria Giulia Franco
Annalucia Galeone
Cristina Gambarini
Federica Genovese
Costanza Gravina
Clarissa Iraci

Francesca Landolina
Federico Latteri
Bianca Mazzinghi
Clara Minissale
Fiammetta Parodi
Geraldine Pedrotti
Stefania Petrotta
Michele Pizzillo
Fabiola Pulieri
Enzo Raneri
Mauro Ricci
Marco Sciarrini
Maristella Vita
Manuela Zanni

Concessionaria
per la pubblicità
Publisette
Via Catania, 14
90141 Palermo
tel 0917302750
info@publisette.it

COOKIE POLICY
PRIVACY POLICY
INFORMATIVA PRIVACY

Pubblicato in Numero 118 del 18/06/2009 il 17 Giugno 2009
di Redazione

L'EVENTO/2

Successo alla presentazione dell'iniziativa della Provincia di Trapani per valorizzare il pescato locale. Coinvolti ristoratori e operatori del settore. Turano: "Una idea per lo sviluppo del territorio"

Miglio zero,
una risorsa
per la Sicilia

Grande partecipazione alla presentazione dell’iniziativa della provincia di Trapani, tenutasi al castello arabo di Castellamare del Golfo,  dal titolo “Miglio 0”. «Un’iniziativa che apre la strada ad un percorso che intendiamo perseguire», ha esordito Mimmo Turano, presidente della provincia di Trapani.

Tracciabilità, salubrità, benefici per la salute e gusto. Questi gli elementi del pesce a “miglio 0”. L’obiettivo è valorizzare il prodotto ittico trapanese spingendo il consumatore, soprattutto internazionale, ad apprezzare la qualità  del prodotto ittico locale per poi gustarlo nei luoghi dove si pesca e si cucina. Ma non solo, la valorizzazione dell’intero territorio passa attraverso il cibo. E dunque l’aglio rosso di Nubia, l’olio extravergine d’oliva del Belice, la vastedda, il sale trapanese, sono tra i prodotti a “miglio 0”.   Un’iniziativa dunque che coinvolge  fornitori e ristoratori del luogo. «Alcuni di loro hanno già aderito, - fa sapere Turano - il nostro intento è coinvolgerli tutti».
Insomma individuato il circuito “Miglio 0” si intende realizzare la finalità più ambiziosa, ossia quella di rendere noto il marchio, legato al prodotto ittico di qualità, ad un mercato oggi sempre più critico ed esigente e al contempo inserito in un contesto dinamico e mutevole. «Il nostro sforzo va verso iniziative strategiche in ogni comparto produttivo – continua Turano - cercando di creare una simbiosi economica che agevoli in ogni suo passaggio la visibilità dell’intera provincia di Trapani». L’Università di Messina è stata coinvolta nel progetto.  Ha infatti elaborato “schede prodotto” ed individuato i parametri di qualità e di lavorazione del prodotto che costituiranno parte integrante del disciplinare, strumento quest’ultimo previsto per rendere operativo il progetto. Attraverso di esso infatti, fornitori e ristoratori, s’impegnano ad utilizzare pesce locale da proporre attraverso menù “Miglio 0”, ossia con pietanze a base di pesce (pescato dalle imprese locali) e cucinato con prodotti del territorio. Un’anticipazione si avrà sabato a San Vito Lo Capo.

Sandra Pizzurro



 


Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

FLASH NEWS

LE RICETTE DEGLI CHEF

SITI AMICI
WINE POWER LIST 2019
GUIDA AI VINI DELL'ETNA

LE GRANDI VERTICALI

Copyright © 2007-2020 cronachedigusto.it. Tutti i diritti riservati. Powered by Visioni©
La riproduzione totale o parziale di tutti i contenuti, testi, foto e video, in qualunque forma, su qualsiasi supporto e con qualunque mezzo è proibita.

Search