Siamo online da



ULTIMI COMMENTI

LE RICETTE PIU' LETTE

I VIDEO PIU' VISTI

AREA RISERVATA

cronache di gusto

Direzione, redazione
ed amministrazione:
Via Giuseppe Alessi, 44
(ex via Autonomia Siciliana)
90143 Palermo
Tel. +39 091 336915
Cronache di Gusto
autorizzazione
del tribunale di Palermo
numero 9 del 26-04-07

Cronache di Gusto
è iscritta al ROC
(Registro degli Operatori
di Comunicazione)
col numero 32897

Editoriale De Gustibus Italia
P.IVA 05540860821

Direttore Responsabile:
Fabrizio Carrera

Coordinamento:
Giorgio Vaiana

Web & Digital Design:
Floriana Pintacuda

Contributors:

Andrea Busalacchi
Andrea Camaschella
Marina V. Carrera
Sofia Catalano
Roberto Chifari
Lorella Di Giovanni
Maria Giulia Franco
Annalucia Galeone
Federica Genovese
Clarissa Iraci
Francesca Landolina
Federico Latteri
Irene Marcianò
Bianca Mazzinghi
Alessandra Meldolesi
Clara Minissale
Fiammetta Parodi
Geraldine Pedrotti
Stefania Petrotta
Michele Pizzillo
Fabiola Pulieri
Enzo Raneri
Mauro Ricci
Emanuele Scarci
Marco Sciarrini
Sara Spanò
Giorgia Tabbita
Fosca Tortorelli
Maristella Vita
Manuela Zanni

Organizzazione Eventi:
Laura Lamia
Ivana Piccitto

Concessionaria
per la pubblicità:
Publisette
Via Catania, 14
90141 Palermo
tel 0917302750
info@publisette.it

COOKIE POLICY
PRIVACY POLICY
INFORMATIVA PRIVACY

Pubblicato in Numero 172 del 01/07/2010 il 30 Giugno 2010
di Redazione

IL PRODOTTO

E’ questo il periodo del frutto, che in Italia è coltivato soprattitto in Basilicata e Campania. L’esperto: “Consumo in crescita”. Ed ecco come scegliere le migliori

Albicocca,
è il tuo momento

Molti zuccheri, sali minerali e oligoelementi. Un frutto anti-anemia per eccellenza. È l’albicocca, conosciuta in Cina da quattromila anni, Alessandro Magno la scoprì in Armenia ma furono gli arabi a portarla nel bacino del Mediterraneo. “In Italia – spiega Paolo Inglese, professore all’Università degli studi di Palermo - esiste una grande produzione nella Basilicata ed in Campania”.

Anche in Sicilia vi sono coltivazioni di albicocche, “ma non abbiamo una conoscenza tecnica così elevata, per cui le nostre albicocche non sono paragonabili alle altre”.
Del resto proprio a Rotondella, nella provincia di Matera, in questo periodo si svolge  la sagra dell’albicocca. Una tradizione oramai, il 7 luglio si apre infatti l’undicesima edizione. In Sicilia dunque “le albicocche che acquistiamo – spiega Inglese – provengono in buona parte da tutto il mondo, Spagna e Turchia ad esempio”. La varietà precoce, “la cosiddetta pindos, è quella più pregiata. Così come la varietà campana, ovvero le preole”. Varietà che si raccolgono dalla fine di maggio, “mentre nei primi giorni di luglio nell’entroterra di Savona si raccoglie la valleggina”. Il consumo di questo frutto, che appartiene alla stessa famiglia delle pesche e delle prugne ma anche delle ciliegie, in questi ultimi anni è aumentato: “Duecentomila le tonnellate prodotte ogni anno in Italia”. Le albicocche vanno scelte con cura, il colore deve essere vivo, dal giallo all'arancio e la polpa se premuta deve cedere leggermente, si conservano per poco tempo in frigo, al massimo quattro giorni. Oltre a essere consumate fresche, sono molto gustose essiccate o nella marmellata.

Sandra Pizzurro


Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

FLASH NEWS

LE RICETTE DEGLI CHEF

Ciro Scamardella

Pipero

Roma

1) Raviolo di cavolfiore, vaniglia e capasanta

SITI AMICI
WINE POWER LIST 2019
GUIDA AI VINI DELL'ETNA

LE GRANDI VERTICALI

Copyright © 2007-2020 cronachedigusto.it. Tutti i diritti riservati. Powered by Visioni©
La riproduzione totale o parziale di tutti i contenuti, testi, foto e video, in qualunque forma, su qualsiasi supporto e con qualunque mezzo è proibita.

Search