Siamo online da



ULTIMI COMMENTI

LE RICETTE PIU' LETTE

I VIDEO PIU' VISTI

AREA RISERVATA

cronache di gusto

Direzione, redazione
ed amministrazione:
Via Giuseppe Alessi, 44
(ex via Autonomia Siciliana)
90143 Palermo
Tel. +39 091 336915
Cronache di Gusto
autorizzazione
del tribunale di Palermo
numero 9 del 26-04-07

Cronache di Gusto
è iscritta al ROC
(Registro degli Operatori
di Comunicazione)
col numero 32897

Editoriale De Gustibus Italia
P.IVA 05540860821

Direttore Responsabile:
Fabrizio Carrera

Coordinamento:
Giorgio Vaiana

Web & Digital Design:
Floriana Pintacuda

Contributors:

Andrea Busalacchi
Andrea Camaschella
Marina V. Carrera
Sofia Catalano
Roberto Chifari
Ambra Cusimano
Lorella Di Giovanni
Maria Giulia Franco
Annalucia Galeone
Federica Genovese
Christian Guzzardi
Clarissa Iraci
Francesca Landolina
Federico Latteri
Irene Marcianò
Bianca Mazzinghi
Alessandra Meldolesi
Clara Minissale
Fiammetta Parodi
Geraldine Pedrotti
Stefania Petrotta
Michele Pizzillo
Fabiola Pulieri
Enzo Raneri
Mauro Ricci
Gianluca Rossetti
Emanuele Scarci
Marco Sciarrini
Sara Spanò
Giorgia Tabbita
Fosca Tortorelli
Maristella Vita
Manuela Zanni

Organizzazione Eventi:
Laura Lamia
Ivana Piccitto

Concessionaria
per la pubblicità:
Publisette
Via Catania, 14
90141 Palermo

info@publisette.it

COOKIE POLICY
PRIVACY POLICY
INFORMATIVA PRIVACY

IL PRODOTTO

Quest’anno in crescita la produzione nel comune catanese.  Il presidente del consorzio di tutela: “Grande richiesta dalla Francia e ora anche dai Paesi dell’Est”

Uva da tavola,
Mazzarrone
regina

La coltivazione dell'uva da tavola a Mazzarrone, nel Catanese, affonda le sue radici nel secolo scorso. Oggi è diventata parte integrante della vita locale costituendone la principale fonte economica.

La zona di produzione dell’uva da tavola di Mazzarone Igp, riconoscimento ottenuto nel 2005, comprende i territori delle province di Catania, Ragusa e dei comuni di Acate, Chiaromonte Gulfi e Comiso. Ben ottomila gli ettari di vigneto per una produzione annuale che ammonta a duecentoquarantamila tonnellate. E quest’anno si prevede ancora maggiore. Ad annunciarlo è il presidente del Consorzio di tutela dell’uva da tavola mazzarronese, Giovanni Spata: “E’ una buona annata anche perché i prezzi al mercato si sono innalzati”. Si parla di una percentuale che si attesta a circa il settanta per cento in più rispetto allo scorso anno quando il prezzo oscillava tra i sessanta ed i settanta centesimi al chilo. La variante ‘Vittoria’ e quella ‘Black magic’ sono “le due qualità di uve da tavola che riscuotono più successo e che sono le più coltivate”, spiega ancora il presidente del consorzio. Varietà definite ‘primizie’ che possono trovarsi sul mercato sino al 15 agosto. Poi, sino a dicembre, le più vendute sono “la varietà ‘Italia’, si tratta di uva bianca, e la ‘Red globe’”. Quest’ultima in realtà “si preferisce raccoglierla nel mese e conservarla attraverso una tecnica che utilizza bisolfito”. La denominazione ‘uva da tavola di Mazzarone Igp’ si riferisce sostanzialmente a tre tipologie di uva, ovvero l’uva nera, l’uva rossa e l’uva bianca. La forma di allevamento è il tendone, ma è ammessa anche la tecnica a controspalliera. “Nel nostro territorio – afferma Spata – viene prodotta pochissima uva anche perché il mercato dove è richiesta è soltanto quello dell’Inghilterra”. Il mercato dell’uva mazzarronese Igp invece va molto bene in Francia, “il nostro maggiore Paese acquirente”, e poi Germania, Belgio, Russia. “Proprio nei Paesi dell’Est quest’anno stiamo registrando un incremento”, conclude Spata.

Sandra Pizzurro

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

FLASH NEWS

LE RICETTE DEGLI CHEF

Michele Rizzo

Agorà ristorante di pesce

Rende (Cs)

2) Carbonara di alici

SITI AMICI
WINE POWER LIST 2019
GUIDA VINI DELL'ETNA

LE GRANDI VERTICALI

Copyright © 2007-2021 cronachedigusto.it. Tutti i diritti riservati. Powered by Visioni©
La riproduzione totale o parziale di tutti i contenuti, testi, foto e video, in qualunque forma, su qualsiasi supporto e con qualunque mezzo è proibita.

Search