Siamo online da



ULTIMI COMMENTI

LE RICETTE PIU' LETTE

I VIDEO PIU' VISTI

AREA RISERVATA

cronache di gusto

Direzione, redazione
ed amministrazione:
Via Giuseppe Alessi, 44
(ex via Autonomia Siciliana)
90143 Palermo
Tel. +39 091 336915
Cronache di Gusto
autorizzazione
del tribunale di Palermo
numero 9 del 26-04-07

Cronache di Gusto
è iscritta al ROC
(Registro degli Operatori
di Comunicazione)
col numero 32897

Editoriale De Gustibus Italia
P.IVA 05540860821

Direttore Responsabile:
Fabrizio Carrera

Coordinamento:
Giorgio Vaiana

Web & Digital Design:
Floriana Pintacuda

Contributors:

Andrea Busalacchi
Andrea Camaschella
Marina V. Carrera
Sofia Catalano
Roberto Chifari
Lorella Di Giovanni
Maria Giulia Franco
Annalucia Galeone
Federica Genovese
Clarissa Iraci
Francesca Landolina
Federico Latteri
Irene Marcianò
Bianca Mazzinghi
Alessandra Meldolesi
Clara Minissale
Fiammetta Parodi
Geraldine Pedrotti
Stefania Petrotta
Michele Pizzillo
Fabiola Pulieri
Enzo Raneri
Mauro Ricci
Emanuele Scarci
Marco Sciarrini
Sara Spanò
Giorgia Tabbita
Fosca Tortorelli
Maristella Vita
Manuela Zanni

Organizzazione Eventi:
Laura Lamia
Ivana Piccitto

Concessionaria
per la pubblicità:
Publisette
Via Catania, 14
90141 Palermo

info@publisette.it

COOKIE POLICY
PRIVACY POLICY
INFORMATIVA PRIVACY

Pubblicato in Numero 63 del 29/05/2008 il 28 Maggio 2008
di Emanuele Di Bella
    L’AVVENTURA

Alla scoperta dei “frutti del mare” sulla costa iblea su un’imbarcazione che fa pesca turismo. Un viaggio proposta63_hp.jpgfra i mercati di Pozzallo e Scoglitti ma anche Vittoria, Modica, Santa Croce Camerina e Acate

Dove il pesce azzurro è di casa

Pesca turismo in provincia di Ragusa. Un viaggio lungo la costa alla scoperta della bellezza del territorio e della ricchezza del pescato.
La giornata per i pescatori inizia solitamente prima dell´alba. Intorno alle 5 di mattina, quando ancora il sole non è sorto, partono e si dirigono nelle zone di mare più ricche. Il frutto di una giornata di lavoro poi si riversa nel mercato ittico. Quello di Scoglitti, è uno dei più suggestivi, dove il pesce può essere acquistato direttamente dal consumatore, in un´asta che permette di aggiudicarsi prodotti freschi ai prezzi più competitivi.
La pesca turismo cerca di riproporre in piccolo l’avventura di una battuta di pesca avvicinando i pescatori ai turisti e dando l´occasione di vivere in modo unico l´esperienza del mare. Il progetto fa parte di “Azzurro Mediterraneo”, l’iniziativa promossa dall’assessorato regionale Cooperazione, commercio, artigianato e pesca in collaborazione con la Provincia di Ragusa, Ada Comunicazioni e Sogevi, per far conoscere le ricchezze del pescato della zona iblea. Le attività prenderanno il via il 13 giugno. Il progetto si divide in quattro momenti diversi che si concluderanno il 18 luglio. Gli eventi si svolgeranno nei weekend estivi nei mercati del pesce di Pozzallo e Scoglitti ma anche a Vittoria, Modica, Santa Croce Camerina e Acate. In questi giorni rimarranno aperti i monumenti più rappresentativi del barocco e il pubblico potrà visitare i fari e le riserve naturali della costa iblea a bordo delle barche.
proposta63_dentro.jpgUn modo unico di vivere il turismo, abbandonando per un giorno le vesti del visitatore per diventare un membro dell´equipaggio. Alla fine della battuta di pesca, sarà possibile gustare i prodotti con le ricette semplici e sincere dei pescatori, un´esperienza che lascia il ricordo di qualcosa in più di una semplice gita in barca.
Il tour parte da Pozzallo una storia antica ha segnato lo sviluppo di questo comune, il cui nome "Puteus-alòs", cioè pozzo a mare (risale al XV secolo), prende origine dai numerosi pozzi d´acqua dolce da cui attingevano i velieri di passaggio. A questo tratto di costa è stata assegnata la Bandiera Blu dalla Fee, Fondazione per l´educazione ambientale. Sulle distese di sabbia è possibile ammirare uno dei dieci antichi fari disseminati lungo il litorale. Subito dopo Pozzallo incontriamo Donnalucata, un’altra borgata marinara, celebre per la sagra della seppia.
Ancora, procedendo lungo questo itinerario si giunge a Marina di Ragusa. La sosta per la pesca viene fatta al largo di Punta Secca nel caratteristico tratto reso famoso dalla fiction del "Commissario Montalbano". Dalle imbarcazioni si può ammirare uno dei fari più alti d´Europa, innalzato nel 1863, raggiunge circa 35 metri. La pesca dura poco, non più mezz´ora, niente a che vedere con le lunghe giornate trascorse a largo dai marinai, ma resta il fascino di vedere sulla barca il pesce fresco: sgombri, ricciole, alici, tonno, spatola, seppie, gamberi bianchi e rossi e i torcoli gamberi dolcissimi caratterizzati dalle uova blu.
Il tour si conclude a Scoglitti, nel piccolo mercato ittico è ancora possibile acquistare pesce fresco partecipando alla caratteristica, ed affollatissima, asta pomeridiana. Il pesce azzurro di questa zona, solitamente considerato povero, diventa nella cucina locale un prodotto da gran gourmet, una vera e propria scoperta per il palato del turista, che può consumarlo sicuro della sua genuinità.


Ciro Frisco

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

FLASH NEWS

LE RICETTE DEGLI CHEF

Savino Di Noia

Antica Cantina Forentum

Lavello (Pz)

2) Miskiglio lucano con ragù di salsicce, crema di cicoria, mollica e peperone crusco

Sud Top Wine

SITI AMICI
WINE POWER LIST 2019
GUIDA VINI DELL'ETNA

LE GRANDI VERTICALI

Copyright © 2007-2021 cronachedigusto.it. Tutti i diritti riservati. Powered by Visioni©
La riproduzione totale o parziale di tutti i contenuti, testi, foto e video, in qualunque forma, su qualsiasi supporto e con qualunque mezzo è proibita.

Search