Siamo online da



ULTIMI COMMENTI

LE RICETTE PIU' LETTE

I VIDEO PIU' VISTI

AREA RISERVATA

cronache di gusto

Direzione, redazione
ed amministrazione:
Via Giuseppe Alessi, 44
(ex via Autonomia Siciliana)
90143 Palermo
Tel. +39 091 336915
Cronache di Gusto
autorizzazione
del tribunale di Palermo
numero 9 del 26-04-07

Cronache di Gusto
è iscritta al Roc
(Registro degli Operatori
di Comunicazione)
col numero 32897

Editoriale De Gustibus Italia
P.IVA 05540860821

Fabrizio Carrera
direttore responsabile

Coordinamento:
Giorgio Vaiana

Web & Digital design
Floriana Pintacuda

Collaboratori
Andrea Busalacchi
Andrea Camaschella
Marina V. Carrera
Sofia Catalano
Roberto Chifari
Lorella Di Giovanni

Maria Giulia Franco
Annalucia Galeone
Cristina Gambarini
Federica Genovese
Costanza Gravina
Clarissa Iraci

Francesca Landolina
Federico Latteri
Bianca Mazzinghi
Clara Minissale
Fiammetta Parodi
Geraldine Pedrotti
Stefania Petrotta
Michele Pizzillo
Fabiola Pulieri
Enzo Raneri
Mauro Ricci
Marco Sciarrini
Maristella Vita
Manuela Zanni

Concessionaria
per la pubblicità
Publisette
Via Catania, 14
90141 Palermo
tel 0917302750
info@publisette.it

COOKIE POLICY
PRIVACY POLICY
INFORMATIVA PRIVACY

Pubblicato in Numero 104 del 12/03/2009 il 11 Marzo 2009
di Redazione

L'EVENTO/3

Il capoluogo ligure ospiterà dal 17 al 20 aprile la quarta edizione di Slow Fish,alt la manifestazione dedicata ai prodotti e alle tradizioni del mare. Saranno presenti anche 25 presìdi Slow Food

A Genova in mostra
il pesce d'amare

 Sarà Genova ad ospitare la quarta edizione di Slow Fish, grande manifestazione del gusto e delle tradizioni all'insegna dello studio sui temi che riguardano il mare e ai suoi abitanti.


Si terrà dal 17 al 20 aprile nel nuovo padiglione B della Fiera di Genova, progettato da Jean Nouvel e affacciato direttamente sul mare: sotto i tre pilastri caratterizzanti l'attività di Slow Food - educare, promuovere e tutelare - si svilupperanno numerosi appuntamenti, dove all'informazione e alla denuncia, si sommerano molte opportunità di conoscenza e di piacere.
Il programma è ricco: laboratori, convegni, master, assaggi, saranno presenti in tutte le tre giornata, con chef ed esperti del settore.
I punti cardini saranno: il Mediterraneo, con i suoi pesci e le sue storie; il Mercato, luogo in cui fare la spesa; Isole del Gusto e Osterie del Mare presenteranno i territori e le loro tradizioni gastronomiche; i presidi Slow Food racconteranno prodotti e metodi di produzione da scoprire e tutelare; i Laboratori dell'acqua avranno il compito di informare e approfondire certi temi a un pubblico sia adulto che giovane; l'Enoteca sarà lo spazio per degustare vini che si sposano al meglio con i piatti a base di pesce; e ancora, le Cucine di strada, ovvero dei cibi semplici, da consumare in piedi, passeggiando fra gli stand del Mercato o guardando le barche dei pescatori dalla banchina di fronte all'ingresso del padiglione B. E, infine, la nuova area Panini d'amare, dove saranno preparati al momento panini con pane di Vinca (frazione di Fivizzano, paese situato nelle Alpi Apuane, nella Lunigiana dove il pane viene preparato con l'impiego dell'acqua sorgiva, di farina e crusca, e la lunga lievitazione e la cottura in forni a legna danno come risultato un pane fragrante dall'aroma inconfondibile), le verdure di stagione e il pescato del mar Ligure, burro e acciughe di Monterosso; il panino con il sugarello marinato, per scoprire il gusto di un pesce negletto; panino con le seppioline grigliate e l'asparago violetto d'Albenga (Presidio Slow Food); panino con i muscoli, frutti dell'acquacoltura di qualità, accompagnati da olio extravergine d'oliva; panino con gamberi, cipolla e agretto.
Non solo pescatori, dunque: a Slow Fish accanto ai 25 presidi - 15 italiani e 10 internazionali (da Croazia, Mauritania, Marocco, Norvegia, Olanda) - e circa 10 comunità del cibo (da Francia, Spagna, Marocco, Israele, ecc.) parteciperanno anche Presidi legati al mondo dei condimenti più importanti nella cucina di pesce: olio extravergine d'oliva, sale, aglio, erbe aromatiche.
L'Enoteca si presenta rinnovata rispetto alle passate edizioni. Ci saranno circa 1000 etichette, segnalate da Vini d'Italia 2009 (Slow Food Editore e Gambero Rosso Editore) e dalla Guida al vino quotidiano, e verrà distribuita la carta dei vini di tutte le etichette presenti. Importanza sarà data anche al Progetto cantine, che ribadisce il legame tra Slow Food e la migliore produzione enologica nazionale. 

 

 

Rita Vecchio


Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

FLASH NEWS

LE RICETTE DEGLI CHEF

Gennaro Esposito

Torre del Saracino

Vico Equense (Na)

4) Crema catalana al cedro e liquirizia, fonduta di provolone del Monaco e noci

SITI AMICI
WINE POWER LIST 2019
GUIDA AI VINI DELL'ETNA

LE GRANDI VERTICALI

Copyright © 2007-2020 cronachedigusto.it. Tutti i diritti riservati. Powered by Visioni©
La riproduzione totale o parziale di tutti i contenuti, testi, foto e video, in qualunque forma, su qualsiasi supporto e con qualunque mezzo è proibita.

Search