Siamo online da



ULTIMI COMMENTI

LE RICETTE PIU' LETTE

I VIDEO PIU' VISTI

AREA RISERVATA

cronache di gusto

Direzione, redazione
ed amministrazione:
Via Giuseppe Alessi, 44
(ex via Autonomia Siciliana)
90143 Palermo
Tel. +39 091 336915
Cronache di Gusto
autorizzazione
del tribunale di Palermo
numero 9 del 26-04-07

Cronache di Gusto
è iscritta al ROC
(Registro degli Operatori
di Comunicazione)
col numero 32897

Editoriale De Gustibus Italia
P.IVA 05540860821

Direttore Responsabile:
Fabrizio Carrera

Coordinamento:
Giorgio Vaiana

Web & Digital Design:
Floriana Pintacuda

Contributors:

Andrea Busalacchi
Andrea Camaschella
Marina V. Carrera
Titti Casiello
Sofia Catalano
Roberto Chifari
Ambra Cusimano
Lorella Di Giovanni
Maria Giulia Franco
Annalucia Galeone
Federica Genovese
Christian Guzzardi
Clarissa Iraci
Francesca Landolina
Federico Latteri
Irene Marcianò
Bianca Mazzinghi
Alessandra Meldolesi
Clara Minissale
Fiammetta Parodi
Geraldine Pedrotti
Stefania Petrotta
Michele Pizzillo
Fabiola Pulieri
Enzo Raneri
Mauro Ricci
Gianluca Rossetti
Emanuele Scarci
Marco Sciarrini
Sara Spanò
Giorgia Tabbita
Fosca Tortorelli
Maristella Vita
Manuela Zanni

Organizzazione Eventi:
Filippo Fiorito
Laura Lamia

Ivana Piccitto

Concessionaria
per la pubblicità:
Publisette
Via Catania, 14
90141 Palermo

info@publisette.it

COOKIE POLICY
PRIVACY POLICY
INFORMATIVA PRIVACY

IL CASO

Il racconto dell'enologo e gourmet Peter Di Poli, durante un soggiorno nell'isola: "Poiché sono prodotti tipici, li ho ordinati nella pizza. Ma il cameriere mi ha risposto che li avevano esauriti"

Se Pantelleria
smarrisce i capperi


Pantelleria: isola del cappero. Eppure può capitare di trovarsi da quelle parti, decidere di ordinare un piatto con  quest'ingrediente e poi ricevere in cambio la seguente risposta: "Mi dispiace, ma non ne abbiamo". È successo davvero.


A scapito di un turista d'eccezione, l'enologo Peter Di Poli, che proprio alcune settimane fa, in uno dei più famosi ristoranti dell'isola, ha deciso di ordinare una "pizza con i capperi". Ma non è stato fortunato, a giudicare dalla risposta che ha ricevuto.
«Scegliere i capperi pensavo fosse la cosa migliore da fare, trovandomi a Pantelleria», commenta. E invece, assieme ha dovuto optare per una semplice "Margherita". «Il cameriere mi ha infatti spiegato che purtroppo i capperi erano terminati. E a me è suonato tutto come un paradosso». Così l'enologo ha deciso di raccontare l'accaduto.
Il cappero del resto è un prodotto a indicazione geografica protetta (Igp) coltivato proprio sull'isola di Pantelleria. Per questo motivo Di Poli punta l'accento sull'accaduto. «È come se il turismo invernale non interessasse, anzi - continua - assumendo atteggiamenti del genere sembra volerlo fare allontanare di proposito il turista. Non si può peccare così facilmente di qualunquismo».
Parole dirette quelle di Di Poli. «C'è un forte potenziale, ma non è ben sfruttato. Ho potuto godere della bellezze dell'isola a pieno dato il minor afflusso turistico derivante dal periodo». E conclude: «Da ogni parte del mondo il turista è oramai "viziato". Il sole non può più bastare come richiamo».

S. P.

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

FLASH NEWS

LE RICETTE DEGLI CHEF

SITI AMICI
WINE POWER LIST 2022

LE GRANDI VERTICALI

Copyright © 2007-2022 cronachedigusto.it. Tutti i diritti riservati. Powered by Visioni©
La riproduzione totale o parziale di tutti i contenuti, testi, foto e video, in qualunque forma, su qualsiasi supporto e con qualunque mezzo è proibita.

Search