Siamo online da



ULTIMI COMMENTI

LE RICETTE PIU' LETTE

I VIDEO PIU' VISTI

AREA RISERVATA

cronache di gusto

Direzione, redazione
ed amministrazione:
Via Giuseppe Alessi, 44
(ex via Autonomia Siciliana)
90143 Palermo
Tel. +39 091 336915
Cronache di Gusto
autorizzazione
del tribunale di Palermo
numero 9 del 26-04-07

Cronache di Gusto
è iscritta al ROC
(Registro degli Operatori
di Comunicazione)
col numero 32897

Editoriale De Gustibus Italia
P.IVA 05540860821

Direttore Responsabile:
Fabrizio Carrera

Coordinamento:
Giorgio Vaiana

Web & Digital Design:
Floriana Pintacuda

Contributors:

Andrea Busalacchi
Andrea Camaschella
Marina V. Carrera
Sofia Catalano
Roberto Chifari
Ambra Cusimano
Lorella Di Giovanni
Maria Giulia Franco
Annalucia Galeone
Federica Genovese
Christian Guzzardi
Clarissa Iraci
Francesca Landolina
Federico Latteri
Irene Marcianò
Bianca Mazzinghi
Alessandra Meldolesi
Clara Minissale
Fiammetta Parodi
Geraldine Pedrotti
Stefania Petrotta
Michele Pizzillo
Fabiola Pulieri
Enzo Raneri
Mauro Ricci
Gianluca Rossetti
Emanuele Scarci
Marco Sciarrini
Sara Spanò
Giorgia Tabbita
Fosca Tortorelli
Maristella Vita
Manuela Zanni

Organizzazione Eventi:
Laura Lamia
Ivana Piccitto

Concessionaria
per la pubblicità:
Publisette
Via Catania, 14
90141 Palermo

info@publisette.it

COOKIE POLICY
PRIVACY POLICY
INFORMATIVA PRIVACY

Numero 35 del 15/11/2007

    LA LEZIONE

dr_tsurumaru.jpgI giapponesi hanno una bassa percentuale di abitanti in sovrappeso e una vita media più lunga. Merito delle buone abitudini alimentari

Il sushi e il tè verde
allungano la vita

Pubblichiamo la traduzione de "Le abitudini alimentari dei giapponesi", della lectio magistralis di Masahiko Tsurumaru, oncologo giapponese al quale l’Università di Palermo ha conferito nei giorni scorsi la laurea honoris causa in Medicina e chirurgia. A Tsurumaru è riconosciuta una eccezionale competenza nella cura del cancro all’esofago.

di Masahiko Tsurumaru *

    LA SPECIALITÀ


A Caltavuturo degustazioni e visite dedicate agli amanti della micologia. Un anno fungo_ferla.jpgfortunato, grazie anche alle recenti piogge. In mostra i prodotti delle Madonie: ceci, fave, salsiccia, pomodoro siccagno, pane e biscotti

Il fungo di ferla
fa festa

Tutto un week-end che ruota attorno a una delizia del palato: il fungo di ferla. Tre giorni da assaporare con passione tra degustazioni, mostre, escursioni, visite guidate, momenti culturali e informativi, concorsi e spettacoli di intrattenimento.
Da venerdì 16 novembre a domenica 18 novembre va in scena a Caltavuturo (Palermo) la seconda edizione di “FungoFerlaFest”, la kermesse gastronomica pensata per valorizzare un prodotto che, in autunno, cresce spontaneo sulle colline delle Madonie.

    L'EVENTO/2


Torna a Palermo “Degustivina”. Appuntamento per 51 cantine e produttori di olio. Il 16 e 17 vino.jpgnovembre, due giorni di laboratori, forum e degustazioni a Palazzo Butera


La Sicilia
in un sorso

Conoscere il territorio e la cultura dell'Isola degustando vini di qualità. Questo è uno degli obiettivi di "Degustivina – un viaggio per chi beve genialità", la kermesse enologica che ormai si è ritagliata una buona vetrina nel sud d'Italia e che da otto anni rappresenta una prestigiosa passerella per le aziende del settore che coltivano e preservano con dedizione vitigni autoctoni.

    VINO & MUSICA


La manifestazione enogastronomica in programma dal 22 al 25 novembre. Un mix di musica e marsala.jpgbuon vino, con la partecipazione di cinquanta aziende siciliane e buyers internazionali fra uno spettacolo e l’altro

E a Marsala torna
il Wine jazz Sicily

Dopo due anni di assenza torna a Marsala (Trapani) il Wine jazz Sicily, la manifestazione enogastronomica in programma dal 22 al 25 novembre. Un appuntamento al quale parteciperanno cinquanta aziende siciliane, buyers internazionali e che si articolerà tra degustazioni, spettacoli musicali e convegni sulla produzione enologica siciliana, le potenzialità dell'esportazione su scala nazionale e internazionale e l'utilità di incrementare l'istituzione di iter enogastronomici.

    LA CUCINA DEL FUTURO

Il critico di enogastronomia Enzo Vizzari consiglia di provare tutto, senza pregiudizi. “Bisogna però fuggire vizzari_hp.jpgdai panini omnibus”. E sulla globalizzazione: “Le differenze legate alla cultura dei singoli popoli sono destinate a cadere”

“Torniamo
al sano e buono”


Goloso, militante e avveduto. Ci pensa su un attimo Enzo Vizzari prima di sintetizzare il suo mondo con questi tre emblematici aggettivi. Goloso fa rima con curioso “perché non si può non desiderare di conoscere tutte le cose buone” ed è necessario farlo da militanti perché la teoria non basta: “Nell’eno-gastronomia bisogna provare tutto senza chiusure e pregiudizi” ma in maniera avveduta “ed io - afferma - dopo 35 anni di militanza, credo di aver maturato esperienza a sufficienza per distinguere il buono e sano dal non buono”.

    L’EVENTO

merano_generica.jpgNuovo successo per l’edizione numero 16 dell’International Wine Festival. Ecco com’è andata

Vino e culinaria,
si chiama Merano

Il 12 novembre si è conclusa la 16° edizione del “Merano International Wine Festival & Culinaria 2007”. È difficile pensare ad un simile susseguirsi di eventi e degustazioni da clonare in altre parti di Italia. Restate qualche istante al centro di Piazza Terme. L’occhio verrà catturato dal box acciaio, cemento e vetro delle nuovissime Terme. A fianco, in eguale stile, lo Steigenberger Hotel Terme Merano, una sintesi ammirevole di art-design e accurata accoglienza.

    IL PRODOTTO

olive_home.jpgIniziata la raccolta destinata alla produzione dell’”oro verde” di Sicilia. I metodi più diffusi sono ancora oggi la brucatura, la scuotitura, la bacchiatura e la cascola naturale

Il tempo delle olive

In questo periodo gli oliveti brulicano di contadini intenti nella raccolta delle olive. Usi e tradizioni di campagna che affondano le loro radici nella storia del territorio. Una poesia per gli occhi e per il palato che nasce in Sicilia ai tempi dei greci e che fanno dell'Isola ancora oggi la terza regione italiana nella produzione oliandola.

    VIVERE DIVINO


peter-dipoli.jpgLa passione per questo vitigno raccontata da Peter Dipoli, figura di riferimento a livello nazionale ed internazionale, produttore e organizzatore di eventi e numerose degustazioni a tema

I love Pinot Nero

Il Pinot Noir, o Pinot Nero in Italia, è un vitigno capace di regalare agli appassionati vini emozione, toccanti, vini potenti e lievi, di raffinatissima eleganza. I grappoli sono molto piccoli, gli acini fitti e dalla buccia sottile, per questo poveri di tannini e agenti coloranti.

FLASH NEWS

LE RICETTE DEGLI CHEF

Massimo Quacquarelli

Ristorante Corteinfiore

Trani

2) Medaglioni di rombo con patata e cicoriella, funghi cardoncelli e pomodorino

SITI AMICI
WINE POWER LIST 2019

LE GRANDI VERTICALI

Copyright © 2007-2021 cronachedigusto.it. Tutti i diritti riservati. Powered by Visioni©
La riproduzione totale o parziale di tutti i contenuti, testi, foto e video, in qualunque forma, su qualsiasi supporto e con qualunque mezzo è proibita.

Search