Siamo online da



ULTIMI COMMENTI

LE RICETTE PIU' LETTE

I VIDEO PIU' VISTI

AREA RISERVATA

cronache di gusto

Direzione, redazione
ed amministrazione:
Via Giuseppe Alessi, 44
(ex via Autonomia Siciliana)
90143 Palermo
Tel. +39 091 336915
Cronache di Gusto
autorizzazione
del tribunale di Palermo
numero 9 del 26-04-07

Cronache di Gusto
è iscritta al Roc
(Registro degli Operatori
di Comunicazione)
col numero 32897

Editoriale De Gustibus Italia
P.IVA 05540860821

Fabrizio Carrera
direttore responsabile

Coordinamento:
Giorgio Vaiana

Web & Digital design
Floriana Pintacuda

Collaboratori
Andrea Busalacchi
Andrea Camaschella
Marina V. Carrera
Sofia Catalano
Roberto Chifari
Lorella Di Giovanni

Maria Giulia Franco
Annalucia Galeone
Cristina Gambarini
Federica Genovese
Costanza Gravina
Clarissa Iraci

Francesca Landolina
Federico Latteri
Bianca Mazzinghi
Clara Minissale
Fiammetta Parodi
Geraldine Pedrotti
Stefania Petrotta
Michele Pizzillo
Fabiola Pulieri
Enzo Raneri
Mauro Ricci
Marco Sciarrini
Maristella Vita
Manuela Zanni

Concessionaria
per la pubblicità
Publisette
Via Catania, 14
90141 Palermo
tel 0917302750
info@publisette.it

COOKIE POLICY
PRIVACY POLICY
INFORMATIVA PRIVACY

Pubblicato in Numero 86 del 06/11/2008 il 06 Novembre 2008
di

IL PRODOTTO

In calo la produzione del vino ottenuto col metodo francese della macerazione carbonica. Marzullo: “Le aziende non vogliono più utilizzare le uve migliori per un vino qualitativamente medio basso”

Un novello che
sa di antico

La storia del vino novello comincia in Francia nel 1934, quando alcuni ricercatori scoprirono che lasciando i grappoli di uva da tavola sotto uno strato di anidride carbonica, ad una temperatura di 0 gradi, i chicchi diventavano frizzanti. Acini dal sapore fresco e gradevole furono spremuti fino ad ottenere un nettare esclusivo che prese il nome da Beaujolais, la regione centrale della Francia che lo produsse per la prima volta.

Quarant'anni dopo arrivò in Italia. Fu Giacomo Tachis, enologo dei marchesi Antinori, a portarlo in Toscana nel 1975. Il novello, vino giovane, rischia di scomparire perché non è ancora riuscito ad imporre le sue virtù nel mercato. Rilanciare il prodotto ed associare agli aromi e sapori del novello un ruolo simbolico è l'obiettivo della manifestazione "Anteprima Novello" che si svolge presso il palazzo della Gran Guardia, in piazza Bra. Un evento che mira ad accrescere l'interesse dei consumatori verso il novello per ribaltare il trend negativo degli ultimi anni.
"In Sicilia - spiega Elio Marzullo, amministratore delegato di Assovini - la punta massima di produzione è stata raggiunta nel 2005 con un milione di bottiglie destinate prevalentemente al mercato nazionale. Da quel momento in poi la produzione è calata di circa 100 mila bottiglie all'anno e le previsioni del 2008 mostrano un nuovo calo. Purtroppo - aggiunge - le aziende non vogliono più utilizzare le uve migliori per la produzione di un vino qualitativamente medio-basso come il novello, ma preferiscono impiegarle per creare vini pregiati". Non va meglio nel resto d'Italia: i dati forniti da Marzullo, infatti, confermano che la produzione di bottiglie dal 2005 ad oggi è scesa da 18 a 11 milioni.
La scarsa attenzione del mercato verso il novello è anche un problema di comunicazione: "È sbagliato il modo di propagandarlo - afferma Giuseppe Lisciandrello, enotecaro palermitano -. Il novello ha un tempo di vendita molto breve e dev'essere consumato subito, a distanza di pochi giorni dalla data di produzione altrimenti perde la freschezza, il profumo e la corposità". Prodotto ad immagine e somiglianza del vino francese, il rosso italiano riesce a crearsi una propria identità puntando sulla scelta delle aree di coltivazione e sul tipo di uve usate. Il vino nasce indistintamente da nord a sud da vigneti di Aglianico, Cannonau, Barbera, Merlot, Nero d’Avola, Corvina, Refosco, Cabernet Sauvignon e Sangiovese. Primo vino dell'ultima vendemmia, il novello viene commercializzato per legge dalla mezzanotte e un minuto del 6 novembre di ogni anno, e non va confuso con il vino nuovo, appena imbottigliato, che arriva sul mercato tra marzo e aprile.

Valentina Li Castri


Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

FLASH NEWS

LE RICETTE DEGLI CHEF

SITI AMICI
WINE POWER LIST 2019
GUIDA AI VINI DELL'ETNA

LE GRANDI VERTICALI

Copyright © 2007-2020 cronachedigusto.it. Tutti i diritti riservati. Powered by Visioni©
La riproduzione totale o parziale di tutti i contenuti, testi, foto e video, in qualunque forma, su qualsiasi supporto e con qualunque mezzo è proibita.

Search