Siamo online da



ULTIMI COMMENTI

LE RICETTE PIU' LETTE

I VIDEO PIU' VISTI

AREA RISERVATA

cronache di gusto

Direzione, redazione
ed amministrazione:
Via Giuseppe Alessi, 44
(ex via Autonomia Siciliana)
90143 Palermo
Tel. +39 091 336915
Cronache di Gusto
autorizzazione
del tribunale di Palermo
numero 9 del 26-04-07

Cronache di Gusto
è iscritta al ROC
(Registro degli Operatori
di Comunicazione)
col numero 32897

Editoriale De Gustibus Italia
P.IVA 05540860821

Direttore Responsabile:
Fabrizio Carrera

Coordinamento:
Giorgio Vaiana

Web & Digital Design:
Floriana Pintacuda

Contributors:

Andrea Busalacchi
Andrea Camaschella
Marina V. Carrera
Sofia Catalano
Roberto Chifari
Ambra Cusimano
Lorella Di Giovanni
Maria Giulia Franco
Annalucia Galeone
Federica Genovese
Christian Guzzardi
Clarissa Iraci
Francesca Landolina
Federico Latteri
Irene Marcianò
Bianca Mazzinghi
Alessandra Meldolesi
Clara Minissale
Fiammetta Parodi
Geraldine Pedrotti
Stefania Petrotta
Michele Pizzillo
Fabiola Pulieri
Enzo Raneri
Mauro Ricci
Gianluca Rossetti
Emanuele Scarci
Marco Sciarrini
Sara Spanò
Giorgia Tabbita
Fosca Tortorelli
Maristella Vita
Manuela Zanni

Organizzazione Eventi:
Laura Lamia
Ivana Piccitto

Concessionaria
per la pubblicità:
Publisette
Via Catania, 14
90141 Palermo

info@publisette.it

COOKIE POLICY
PRIVACY POLICY
INFORMATIVA PRIVACY

IL BILANCIO

Diecimila visitatori alla manifestazione che si è svolta a Palermo. L’evento è piaciuto ai polacchi e chiedono che sia organizzato anche a Varsavia

Dolcemente salato fa il pieno

Diecimila visitatori per una manifestazione che promuove il gusto, quello intenso e autentico, quello che fa vibrare le papille gustative e armonizza i pensieri. Bilancio positivo per la quarta edizione di Dolcemente Salato, il salone enogastronomico che si è svolto a Villa Boscogrande a Palermo per tutta la durata dell'ultimo fine settimana.

Sono state 130 le aziende (tra le quali anche Libera Terra di don Ciotti), provenienti dalla Sicilia e dal resto d’Italia, che hanno proposto ai visitatori una serie di seminari e workshop per saperne di più sulla birra, sui formaggi e su altri prodotti di qualità, come la mozzarella di bufala. A riscuotere il successo del pubblico palermitano sono stati i percorsi dedicati alla degustazione delle birre e dei formaggi.
Ad illustrare il panorama delle birre era presente Lorenzo Da Bove, detto Kuaska, esperto internazionale di indiscussa fama della realtà birraria, mentre per i formaggi i maestri assaggiatori Onaf Elio Ragazzoni e Giovanni Farina hanno seguito le considerazioni e gli approfondimenti caseari. I grandi formaggi italiani, le produzioni casearie siciliane ed i formaggi presenti al salone di “Dolcemente salato” hanno fatto da contraltare a birre belghe, birre artigianali del territorio e le grandi realizzazioni di Teo Musso della prestigiosa birreria piemontese “Baladin”. “La più grande soddisfazione della nostra Associazione - dice il delegato Onaf di Palermo Mauro Ricci – è stato constatare un livello qualitativo dei formaggi presentati in continua crescita e di indubbia eccellenza”.
Soddisfatto anche Guglielmo Correnti, presidente della Trinakria development che ha organizzato l’evento: “Abbiamo cominciato nel 2004 con mille presenze e 18 aziende espositrici – ha dichiarato - . L’anno scorso abbiamo registrato settemila presenze”. E quest’anno diecimila, segno che l’affluenza è in grande aumento,
Una delle novità di questa edizione è stato il sostegno che Dolcemente salato ha offerto alle piccole e medie imprese espositrici nei processi di internazionalizzazione. In occasione dell'apertura del salone, infatti, è stato sottoscritto un protocollo con la Camera di commercio Italo-Polacca che è diventata così partner della manifestazione. E l’evento ha riscosso successo, tanto che i polacchi hanno chiesto a Correnti di poter organizzare Dolcemente salato anche a Varsavia. Al salone hanno partecipato buyers provenienti dalla Polonia e anche dalla Russia, per i quali sono in programma degli incontri business to business con le aziende espositrici.
“Manifestazioni di questo tipo possono dare slancio all’economia locale, promuovendo il legame che deve esserci tra i prodotti e il territorio”, ha commentato Pippo Privitera responsabile di Slow Food Sicilia. Piero Sardo, al vertice dell’associazione nazionale, ha sottolineato che la Sicilia “è la regione col maggior numero di presidi Slow food al mondo” e ha aggiunto che Dolcemente salato potrebbe diventare “una prosecuzione in chiave siciliana del Salone del gusto”.
 

Piera Zagone

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

FLASH NEWS

LE RICETTE DEGLI CHEF

Caterina Ceraudo

Ristorante Dattilo

Crotone

4) Olio e vino

SITI AMICI
WINE POWER LIST 2019

LE GRANDI VERTICALI

Copyright © 2007-2021 cronachedigusto.it. Tutti i diritti riservati. Powered by Visioni©
La riproduzione totale o parziale di tutti i contenuti, testi, foto e video, in qualunque forma, su qualsiasi supporto e con qualunque mezzo è proibita.

Search