Siamo online da



ULTIMI COMMENTI

LE RICETTE PIU' LETTE

I VIDEO PIU' VISTI

AREA RISERVATA

cronache di gusto

Direzione, redazione
ed amministrazione:
Via Giuseppe Alessi, 44
(ex via Autonomia Siciliana)
90143 Palermo
Tel. +39 091 336915
Cronache di Gusto
autorizzazione
del tribunale di Palermo
numero 9 del 26-04-07

Cronache di Gusto
è iscritta al ROC
(Registro degli Operatori
di Comunicazione)
col numero 32897

Editoriale De Gustibus Italia
P.IVA 05540860821

Direttore Responsabile:
Fabrizio Carrera

Coordinamento:
Giorgio Vaiana

Web & Digital Design:
Floriana Pintacuda

Contributors:

Andrea Busalacchi
Andrea Camaschella
Marina V. Carrera
Sofia Catalano
Roberto Chifari
Ambra Cusimano
Lorella Di Giovanni
Maria Giulia Franco
Annalucia Galeone
Federica Genovese
Christian Guzzardi
Clarissa Iraci
Francesca Landolina
Federico Latteri
Irene Marcianò
Bianca Mazzinghi
Alessandra Meldolesi
Clara Minissale
Fiammetta Parodi
Geraldine Pedrotti
Stefania Petrotta
Michele Pizzillo
Fabiola Pulieri
Enzo Raneri
Mauro Ricci
Gianluca Rossetti
Emanuele Scarci
Marco Sciarrini
Sara Spanò
Giorgia Tabbita
Fosca Tortorelli
Maristella Vita
Manuela Zanni

Organizzazione Eventi:
Laura Lamia
Ivana Piccitto

Concessionaria
per la pubblicità:
Publisette
Via Catania, 14
90141 Palermo

info@publisette.it

COOKIE POLICY
PRIVACY POLICY
INFORMATIVA PRIVACY

IL PROGETTO

Le Amap d’Oltralpe potrebbero diventare una realtà anche in Italia: prodotti freschi a gruppi di cittadini in cambio di quote prepagate

Il modello francese per sostenere l’agricoltura

Acquistare prodotti di qualità ad un prezzo competitivo ed in più sostenere le piccole imprese locali. Non è un'utopia. Il mezzo sono le “Association pour le Maintien d’une Agriculture Paysanne” ovvero le associazioni per il mantenimento dell’agricoltura contadina. In una parola le Amap francesi.

 Il meccanismo è il seguente: un gruppo di agricoltori, ma anche produttori di trasformati, con il sostegno di un comitato di gestione stilano un budget che riporti i costi di produzione annuali. I cittadini associati prenotano e acquistano i prodotti con delle quote prepagate ottenendo in cambio per un periodo che solitamente non supera il trimestre, una borsa di prodotti freschi, coltivati localmente e solitamente biologici. Il fenomeno sta riscuotendo grande successo in Francia ed in particolare a Parigi ma questo genere di associazioni nascono a Kobe, in Giappone. È qui che nei primi anni ’70 ricercatori agrari, contadini e clienti si uniscono per creare una distribuzione che dalle campagne rifornisse direttamente chi abitava in città. L'idea venne ad un gruppo di donne preoccupate per la contaminazione del cibo da sostanze chimiche e dalla chiusura delle fattorie locali.
In Italia un'esperienza del genere non esiste ancora, però qualcosa è in fieri: “Stiamo pensando – ha dichiarato Piero Sardo, presidente della "Fondazione Slow Food per la Biodiversità " - a creare una associazione basata sull'esperienza francese a Grugliasco in provincia di Torino”. Il progetto dovrebbe attualizzarsi entro alcuni mesi.
 

Pi. Zag.

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

FLASH NEWS

LE RICETTE DEGLI CHEF

Caterina Ceraudo

Ristorante Dattilo

Crotone

4) Olio e vino

SITI AMICI
WINE POWER LIST 2019

LE GRANDI VERTICALI

Copyright © 2007-2021 cronachedigusto.it. Tutti i diritti riservati. Powered by Visioni©
La riproduzione totale o parziale di tutti i contenuti, testi, foto e video, in qualunque forma, su qualsiasi supporto e con qualunque mezzo è proibita.

Search