Siamo online da



ULTIMI COMMENTI

LE RICETTE PIU' LETTE

I VIDEO PIU' VISTI

AREA RISERVATA

cronache di gusto

Direzione, redazione
ed amministrazione:
Via Giuseppe Alessi, 44
(ex via Autonomia Siciliana)
90143 Palermo
Tel. +39 091 336915
Cronache di Gusto
autorizzazione
del tribunale di Palermo
numero 9 del 26-04-07

Cronache di Gusto
è iscritta al Roc
(Registro degli Operatori
di Comunicazione)
col numero 32897

Editoriale De Gustibus Italia
P.IVA 05540860821

Fabrizio Carrera
direttore responsabile

Coordinamento:
Giorgio Vaiana

Web & Digital design
Floriana Pintacuda

Collaboratori
Andrea Busalacchi
Andrea Camaschella
Marina V. Carrera
Sofia Catalano
Roberto Chifari
Lorella Di Giovanni

Maria Giulia Franco
Annalucia Galeone
Cristina Gambarini
Federica Genovese
Costanza Gravina
Clarissa Iraci

Francesca Landolina
Federico Latteri
Bianca Mazzinghi
Clara Minissale
Fiammetta Parodi
Geraldine Pedrotti
Stefania Petrotta
Michele Pizzillo
Fabiola Pulieri
Enzo Raneri
Mauro Ricci
Marco Sciarrini
Maristella Vita
Manuela Zanni

Concessionaria
per la pubblicità
Publisette
Via Catania, 14
90141 Palermo
tel 0917302750
info@publisette.it

COOKIE POLICY
PRIVACY POLICY
INFORMATIVA PRIVACY

Pubblicato in Numero 193 del 25/11/2010 il 25 Novembre 2010
di Redazione

IL PERSONAGGIO

Patrizia Di Benedetto del Bye Bye Blues racconta la sua gioia dopo la conquista della Stella Michelin. "Ora tutti gli occhi puntati su di noi. Accettiamo la sfida. E in cucina..."

"Orgogliosa per Palermo"

Patrizia Di Benedetto e Tonino Barraco sono tornati da Milano in giornata. Per loro quella di giovedì scorso è stata una giornata trionfale.

Alla corte della Michelin a ritirare la stella, il premio che consente al loro ristorante, il Bye Bye Blues di Palermo, a Mondello-Valdesi, di entrare nell'olimpo dei locali più rinomati d'Italia, almeno a giudicare, dagli ispettori della "rossa". Racconta Patrizia Di Benedetto: "Abbiamo provato gioia, soddisfazione, gran felicità. Una bellissima sensazione. Anche per Palermo, la nostra città che vive un momento particolare, difficile. Ho rivevuto decine e decine di telefonate. Gli auguri, i complimenti. Un rappresentante di vini ci ha regalato una magnum di champagne, lo berremo. Come mi sento? Credo che sia una sorta di gratificazione dopo 20 anni di carriera. Un punto di arrivo ma anche una nuova partenza. Nel nostro mestiere guai a sentirsi arrivati. Sei sotto esame ogni giorno, ogni volta che porti una pietanza a tavola. Ora semmai aumenta il nostro impegno, è ovvio. Tutti avranno gli occhi su di noi, è naturale e dovremo alzare la soglia della qualità. Accettiamo la sfida. Non aumenteremo i prezzi, vogliamo tenerci la nostra clientela e continuare a divertirci. Cosa è piaciuto? Boh...La materia prima, la cucina semplice che esalta i sapori mediterranei, il non essere influenzati troppo dalle tecniche moderne. Poi, proponiamo il pane e i grissini, abbiamo restaurato il locale, la carta dei vini è cresciuta, l'offerta al calice è significativa. Ci tengo a dire anche che sono arrivata alla ristorazione quasi per caso, da autodidatta. Niente scuole o tradizioni familiari. Dico tutto ciò perché voglio dire ai giovani che fare il ristoratore è impegnativo, gravoso, ingrato, difficile, e nonostante tutto è un lavoro bellissimo. Il menu non cambia anche se...vorrei tornare alla tradizione, ai sapori di una volta. Abbiamo puntato in questi anni ad una cucina, per certi versi, fusion. Cambieremo qualcosa. Dedico infine la nostra Stella Michelin a Giancarlo Lo Sicco, il giornalista enogastronomico palermitano scomparso improvvisamente lo scorso agosto. Siamo cresciuti insieme, abbiamo vissuto il bello e il brutto di questo mondo, gli dobbiamo qualcosa. E' per questo che abbiamo deciso di dedicarlo a lui".

C.d.G.


Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

FLASH NEWS

LE RICETTE DEGLI CHEF

SITI AMICI
WINE POWER LIST 2019
GUIDA AI VINI DELL'ETNA

LE GRANDI VERTICALI

Copyright © 2007-2020 cronachedigusto.it. Tutti i diritti riservati. Powered by Visioni©
La riproduzione totale o parziale di tutti i contenuti, testi, foto e video, in qualunque forma, su qualsiasi supporto e con qualunque mezzo è proibita.

Search