Siamo online da



ULTIMI COMMENTI

LE RICETTE PIU' LETTE

I VIDEO PIU' VISTI

AREA RISERVATA

cronache di gusto

Direzione, redazione
ed amministrazione:
Via Giuseppe Alessi, 44
(ex via Autonomia Siciliana)
90143 Palermo
Tel. +39 091 336915
Cronache di Gusto
autorizzazione
del tribunale di Palermo
numero 9 del 26-04-07

Cronache di Gusto
è iscritta al Roc
(Registro degli Operatori
di Comunicazione)
col numero 32897

Editoriale De Gustibus Italia
P.IVA 05540860821

Fabrizio Carrera
direttore responsabile

Coordinamento:
Giorgio Vaiana

Web & Digital design
Floriana Pintacuda

Contributors

Andrea Busalacchi
Andrea Camaschella
Marina V. Carrera
Sofia Catalano

Roberto Chifari

Lorella Di Giovanni

Maria Giulia Franco

Annalucia Galeone
Federica Genovese

Clarissa Iraci

Francesca Landolina

Federico Latteri
Irene Marcianò

Bianca Mazzinghi
Alessandra Meldolesi

Clara Minissale

Fiammetta Parodi

Geraldine Pedrotti

Stefania Petrotta

Michele Pizzillo

Fabiola Pulieri
Enzo Raneri

Mauro Ricci
Emanuele Scarci
Marco Sciarrini
Sara Spanò
Giorgia Tabbita

Fosca Tortorelli
Maristella Vita
Manuela Zanni

Organizzazione
eventi
Laura Lamia
Ivana Piccitto

Concessionaria
per la pubblicità
Publisette
Via Catania, 14
90141 Palermo
tel 0917302750
info@publisette.it

COOKIE POLICY
PRIVACY POLICY
INFORMATIVA PRIVACY

Pubblicato in Numero 193 del 25/11/2010 il 24 Novembre 2010
di Redazione

LA NOMINA

Il nuovo presidente eletto ieri a Palermo. Lotta all'agropirateria, diritti del consumatore e innovazione nelle imprese agricole tra i punti cardine del suo programma

Coldiretti in Sicilia,
inizia l'era Chiarelli


Alessandro Chiarelli, nuovo presidente della Coldiretti Sicilia (al centro); a destra Antonino Salina, direttore generale dell'Istituto Zooprofilattico della Sicilia

“Il nostro progetto della realizzazione di una filiera corta ha dimostrato il suo valore. In ogni città i mercati di campagna amica hanno migliaia di clienti che si rivolgono agli agricoltori perché vogliono certezza, genuinità, tracciabilità e garanzia”.


Il raggiungimento della trasparenza nella filiera sarà una delle linee guida del programma del neo-presidente della Coldiretti Sicilia, Alessandro Chiarelli. Accanto ad essa i controlli contro l’agropirateria e l’innovazione, “intesa non soltanto in termini tecnici, – ha sottolineato durante la presentazione a Villa Malfitano a Palermo Chiarelli, che è anche presidente della Federazione palermitana – ma soprattutto nella buona volontà e determinazione di ognuno”.
Chiarelli, che prende il posto di Alfredo Mulè, fa così subito riferimento alla legge, risalente a circa sei mesi fa, che permetterebbe a chi è titolare di un’azienda agricola di produrre anche il pane: “Un modo per superare il problema relativo al grano”. La veridicità dell’etichettatura ed i controlli nei porti dovranno poi essere al primo posto per il neo-presidente eletto all’unanimità. Così come la comunicazione sui diritti al consumatore. “Ogni anno in Sicilia arrivano prodotti da tutto il mondo che spesso vengono spacciati per regionali. Le patate tunisine, tanto per fare un esempio. Ma arrivano tonnellate di produzioni che deprezzano quelle isolane e mortificano il lavoro di migliaia di imprenditori”. Puntare dunque alla nostra agricoltura e ai nostri prodotti, “che sono eccellenti”, sottolinea Chiarelli, costituiranno il punto di forza dell’agricoltura siciliana. “Chi sta a monte della filiera ‘combina i guai’. Gli imprenditori agricoli chiedono certezze e pretendono il
rispetto che meritano e soprattutto vogliono lavorare alle stesse condizioni delle altre categorie produttive”. Una nuova agricoltura che rifletta la propria identità territoriale è insomma l’obiettivo di Chiarelli che ha concluso: “Il tutto con un confronto continuo con le istituzioni locali per un progetto di rilancio del
settore”. Chiarelli è anche il commissario regionale dell'associazione degli allevatori dove sta portando avanti con cotraggio alcune iniziative volte arinnovare l'attività della stessa associazione. C'è da giurare che anche alla Coldiretti non mancherà qualche scossone. D'altra parte è un po' nel carattere di quest'imprenditore che ha deciso di assumere ruoli istituzionali delle categorie degli agricoltori e degli allevatori.

Sandra Pizzurro



Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

FLASH NEWS

LE RICETTE DEGLI CHEF

SITI AMICI
WINE POWER LIST 2019
GUIDA AI VINI DELL'ETNA

LE GRANDI VERTICALI

Copyright © 2007-2020 cronachedigusto.it. Tutti i diritti riservati. Powered by Visioni©
La riproduzione totale o parziale di tutti i contenuti, testi, foto e video, in qualunque forma, su qualsiasi supporto e con qualunque mezzo è proibita.

Search