Siamo online da



ULTIMI COMMENTI

LE RICETTE PIU' LETTE

I VIDEO PIU' VISTI

AREA RISERVATA

cronache di gusto

Direzione, redazione
ed amministrazione:
Via Giuseppe Alessi, 44
(ex via Autonomia Siciliana)
90143 Palermo
Tel. +39 091 336915
Cronache di Gusto
autorizzazione
del tribunale di Palermo
numero 9 del 26-04-07

Cronache di Gusto
è iscritta al ROC
(Registro degli Operatori
di Comunicazione)
col numero 32897

Editoriale De Gustibus Italia
P.IVA 05540860821

Direttore Responsabile:
Fabrizio Carrera

Coordinamento:
Giorgio Vaiana

Web & Digital Design:
Floriana Pintacuda

Contributors:

Andrea Busalacchi
Andrea Camaschella
Marina V. Carrera
Sofia Catalano
Roberto Chifari
Ambra Cusimano
Lorella Di Giovanni
Maria Giulia Franco
Annalucia Galeone
Federica Genovese
Christian Guzzardi
Clarissa Iraci
Francesca Landolina
Federico Latteri
Irene Marcianò
Bianca Mazzinghi
Alessandra Meldolesi
Clara Minissale
Fiammetta Parodi
Geraldine Pedrotti
Stefania Petrotta
Michele Pizzillo
Fabiola Pulieri
Enzo Raneri
Mauro Ricci
Gianluca Rossetti
Emanuele Scarci
Marco Sciarrini
Sara Spanò
Giorgia Tabbita
Fosca Tortorelli
Maristella Vita
Manuela Zanni

Organizzazione Eventi:
Laura Lamia
Ivana Piccitto

Concessionaria
per la pubblicità:
Publisette
Via Catania, 14
90141 Palermo

info@publisette.it

COOKIE POLICY
PRIVACY POLICY
INFORMATIVA PRIVACY

Numero 84 del 23/10/2008

LA CERIMONIA

Inaugurata a Torino, nell’ambito del Salone del Gusto, Terra madre che riunisce i contadini di 157 Paesi del mondo. Petrini: “Mangiare non è un fatto elitario”

“La qualità è
un diritto di tutti”

Gli Stati Uniti insieme alla Russia e a Cuba, il Libano con la Libia, il Kosovo e la Serbia. Per la terza volta in sei anni 157 bandiere si sono unite sotto i colori delle comunità del cibo del mondo per “Terra Madre”, a Torino, per l’evento più importante che si svolge in questi giorni contemporaneamente al Salone del Gusto organizzato da Slow Food.

LA TENDENZA

Barocco o minimale, in commercio ne esistono di tutti i colori e forme. Tra gli chef c’è chi li ama rotondi e classici e chi invece li preferisce moderni e irregolari. I materiali? Dalla porcellana alla maiolica

Piatto forte

Il gusto innanzitutto, siamo d’accordo. Ma nella presentazione di un buon piatto anche l’occhio vuole la sua parte. E se a far spaziare la mente verso nuove frontiere non bastano le materie prime, ci si può affidare all’estro ed alla creatività di architetti e designer che riescono a creare piatti dalle forme sempre diverse e con soggetti sempre più fantasiosi.

IL DIBATTITO

La crisi del Parmigiano Reggiano spesso venduto sottocosto o a prezzi promozionali. Il presidente del Consorzio lancia l’allarme: “Allevamenti a rischio”

Per pochi soldi
di cacio

Troppi sconti portano alla crisi. Il 57% del Parmigiano Reggiano viene venduto sottocosto in iniziative promozionali, perlopiù promosse dai supermercati e dalla Gdo dove è commercializzato l'80% della produzione casearia italiana. Il presidente del Consorzio del Parmigiano Reggiano Giuseppe Alai ha lamentato una percentuale di pezzi venduti a prezzi scontati ''eccessiva'' al “Tavolo di crisi” convocato presso il ministero delle Politiche agricole, alimentari e forestali.

VIVERE DIVINO

Mariangela Cambria, è il volto di Cottanera: 32 anni e mamma da due mesi. Si è innamorata di questo mondo al Vinitaly del 2001: “Adesso non cambierei per nulla al mondo” 

La donna dell’Etna

Folgorata da un Vinitaly, il suo battesimo veronese è arrivato nel 2001, Mariangela Cambria, trentadue anni e da due mesi mamma, ha deciso di abbandonare il sogno della carriera diplomatica per dedicarsi all’azienda di famiglia: Cottanera, che con i suoi cento ettari, la metà dei quali vitati, è la più grande dell’Etna. Una cantina in cui hanno creduto Guglielmo ed Enzo Cambria, padre e zio di Mariangela, e nella quale adesso si muovono anche Francesco ed Emanuele i fratelli della “donna dell’Etna”.

    L’EVENTO


best_in_sicily.jpgEntro l'anno a Catania la seconda edizione del premio di Cronache di gusto all’eccellenza enogastronomica siciliana. Una mail per le segnalazioni dei lettori

Best in Sicily,
dite la vostra

La passione per la cucina che conta, l’amore per il buon bere, ma anche per l'ospitalità. E poi la curiosità per alta qualità e professionalità e la certezza che si può sempre far di meglio. Sono gli aspetti che fino ad oggi hanno caratterizzato Cronache di Gusto.

L’INAUGURAZIONE

Nel nuovo “Vini e Bovini” di Palermo Nicola Picone punta tutto su filetti, tagliate e fiorentine di alta qualità. Con una novità: la cucina sarà aperta anche ai clienti

Un debole
per la carne

Anche in cucina si può essere democratici. Succede da “Vini e Bovini”, in viale Strasburgo a Palermo, dove Nicola Picone, che ha ripreso la gestione del locale (l’ex Gourmet bar) dopo cinque anni, ha deciso di dare a tutti la possibilità di esibirsi ai fornelli. Così se, nei giorni scorsi, dalle pentole del locale appena riaperto è passato un mostro sacro come lo chef modicano Carmelo Chiaramonte, da novembre la cucina, periodicamente, aprirà le porte ai profani.

LA TRASFERTA

Il viaggio di Francesca Bacile di Oliver a Denver: “Ho scoperto che la patria delle ‘bionde’ non è solo il Belgio”
 

"Vi racconto
la birra americana"

Che gli americani fossero amanti della birra, questo lo potevamo immaginare, ma che siano in realtà esperti conoscitori della bevanda, forse lo credevamo poco. Eppure, non solo i birrifici americani sembrano produrre delle interessantissime birre, ma quest’anno i brewer più affezionati si sono dati appuntamento a Denver, in Colorado, per un’interessante manifestazione sulla birra, il Great American Beer Festival. Abbiamo chiesto a Francesca Bacile dell’Oliver Wine Bar di Palermo, di raccontarci la sua esperienza a Denver.

L’EVENTO/2

Degustazioni, incontri ma anche musica e una rassegna cinematografica tra gli appuntamenti di Torino. Al Lingotto protagonisti ancora i teatri del gusto

Cosa non perdere
al Salone del gusto

Il salone del gusto di Torino è ogni anno una scoperta sotto molti aspetti. Non solo in senso gastronomico esso annovera tra le più importanti specialità gastronomiche e tra i più inusuali presidi del pianeta, ma da quest’anno il “buono, giusto e pulito” motto di Slow Food, si dispiega su nuovi fronti.

L’ASSOCIAZIONE

Tre i nuovi ingressi, tutti locali della Sicilia orientale. Ma “sotto esame” c’è anche un ristorante di Castellammare

New entry per
le Soste di Ulisse

Tre nuovi associati alle Soste di Ulisse, l'associazione di ristoratori e proprietari d'hotel siciliani con l’obiettivo dell'altissima qualità. Della lista sono infatti entrati a far parte Capofaro, il resort-ristorante di Salina di proprietà della famiglia Tasca d'Almerita, l'hotel Cassisa di Milazzo e il San Pietro di Taormina. Ma le novità non sono finite, perché prima della chiusura della guida potrebbero entrare anche un altro ristorante e un albergo a Siracusa e un ristorante di Catania.

FORMAZIONE

Otto borse di studio assegnate dall’Istituto zooprofilattico a veterinari ed esperti di alimentazione colombiani. Per un anno saranno in Sicilia

A lezione di sicurezza alimentare

Otto giovani colombiani a Palermo per acquisire nozioni in materia di sicurezza alimentare. L’iniziativa è frutto di un protocollo d’intesa tra l’Istituto Zooprofilattico sperimentale della Sicilia e l’associazione onlus La Casa del Sorriso. Otto ragazzi venuti dalla Colombia sono a Palermo da alcuni giorni: si tratta di quattro veterinari e quattro tecnici dell’alimentazione.

FLASH NEWS

LE RICETTE DEGLI CHEF

Massimo Quacquarelli

Ristorante Corteinfiore

Trani

2) Medaglioni di rombo con patata e cicoriella, funghi cardoncelli e pomodorino

SITI AMICI
WINE POWER LIST 2019

LE GRANDI VERTICALI

Copyright © 2007-2021 cronachedigusto.it. Tutti i diritti riservati. Powered by Visioni©
La riproduzione totale o parziale di tutti i contenuti, testi, foto e video, in qualunque forma, su qualsiasi supporto e con qualunque mezzo è proibita.

Search