Siamo online da



ULTIMI COMMENTI

LE RICETTE PIU' LETTE

I VIDEO PIU' VISTI

AREA RISERVATA

cronache di gusto

Direzione, redazione
ed amministrazione:
Via Giuseppe Alessi, 44
(ex via Autonomia Siciliana)
90143 Palermo
Tel. +39 091 336915
Cronache di Gusto
autorizzazione
del tribunale di Palermo
numero 9 del 26-04-07

Cronache di Gusto
è iscritta al Roc
(Registro degli Operatori
di Comunicazione)
col numero 32897

Editoriale De Gustibus Italia
P.IVA 05540860821

Fabrizio Carrera
direttore responsabile

Coordinamento:
Giorgio Vaiana

Web & Digital design
Floriana Pintacuda

Collaboratori
Andrea Busalacchi
Andrea Camaschella
Marina V. Carrera
Sofia Catalano
Roberto Chifari
Lorella Di Giovanni

Maria Giulia Franco
Annalucia Galeone
Cristina Gambarini
Federica Genovese
Costanza Gravina
Clarissa Iraci

Francesca Landolina
Federico Latteri
Bianca Mazzinghi
Clara Minissale
Fiammetta Parodi
Geraldine Pedrotti
Stefania Petrotta
Michele Pizzillo
Fabiola Pulieri
Enzo Raneri
Mauro Ricci
Marco Sciarrini
Maristella Vita
Manuela Zanni

Concessionaria
per la pubblicità
Publisette
Via Catania, 14
90141 Palermo
tel 0917302750
info@publisette.it

COOKIE POLICY
PRIVACY POLICY
INFORMATIVA PRIVACY

Pubblicato in Numero 131 del 17/09/2009 il 16 Settembre 2009
di Redazione

L'INIZIATIVA

Dopo Damiano Ferraro, ecco le ricette dello chef dello Shalai Resort di Linguaglossa in provincia di Catania. "Il mio forte? La cucina antica in chiave moderna"

Santoro, patrono
dei fornelli

La sua passione per i fornelli è nata a soli tredici anni. Lui è Giovanni Santoro chef che per i prossimi quattro giovedì proporrà le sue ricette. Un giovane di soli 25 anni che vanta già un curriculum di tutto rispetto e che, oltre ad aver lavorato per importanti strutture alberghiere a cinque stelle, è stato anche tra i collaboratori di chef del calibro di Pippo Cannizzaro o Pino Cuttaia.

"Con Cuttaia - racconta Santoro - ho collaborato al ristorante La Madia di Licata".
Dopo aver finito la scuola alberghiera, Santoro ha mosso i suoi primi passi nel mondo della cucina al Villa Sant'Andrea di Taormina per continuare anche in altre località italiane. Ha lavorato per tre anni all'hotel La Gradisca di Rimini, due anni a Tarquinia nel Lazio e un altro anno a Castel di Sangro, in Umbria. Per approdare nuovamente in Sicilia, diventando chef dello Shalai Resort di Linguaglossa in provincia di Catania. Ma cosa caratterizza la cucina di Santoro? Lui stesso spiega: "Punto molto sui prodotti di stagione e non su quelli di serra. Inoltre, mi piace giocare con i sapori di un tempo, rivalutando la nostra cucina antica in chiave moderna". Ecco come un bollito di stracotto di manzo, il tipico piatto di un tempo cotto con sedano, carota e cipolla può essere condito con salsa verde al prezzemolo ed esaltato da radicchio e rucola.      

Rosaria Baiamonte


Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

FLASH NEWS

LE RICETTE DEGLI CHEF

Gennaro Esposito

Torre del Saracino

Vico Equense (Na)

4) Crema catalana al cedro e liquirizia, fonduta di provolone del Monaco e noci

SITI AMICI
WINE POWER LIST 2019
GUIDA AI VINI DELL'ETNA

LE GRANDI VERTICALI

Copyright © 2007-2020 cronachedigusto.it. Tutti i diritti riservati. Powered by Visioni©
La riproduzione totale o parziale di tutti i contenuti, testi, foto e video, in qualunque forma, su qualsiasi supporto e con qualunque mezzo è proibita.

Search