Siamo online da



ULTIMI COMMENTI

LE RICETTE PIU' LETTE

I VIDEO PIU' VISTI

AREA RISERVATA

cronache di gusto

Direzione, redazione
ed amministrazione:
Via Giuseppe Alessi, 44
(ex via Autonomia Siciliana)
90143 Palermo
Tel. +39 091 336915
Cronache di Gusto
autorizzazione
del tribunale di Palermo
numero 9 del 26-04-07

Cronache di Gusto
è iscritta al ROC
(Registro degli Operatori
di Comunicazione)
col numero 32897

Editoriale De Gustibus Italia
P.IVA 05540860821

Direttore Responsabile:
Fabrizio Carrera

Coordinamento:
Giorgio Vaiana

Web & Digital Design:
Floriana Pintacuda

Contributors:

Andrea Busalacchi
Andrea Camaschella
Marina V. Carrera
Sofia Catalano
Roberto Chifari
Lorella Di Giovanni
Maria Giulia Franco
Annalucia Galeone
Federica Genovese
Clarissa Iraci
Francesca Landolina
Federico Latteri
Irene Marcianò
Bianca Mazzinghi
Alessandra Meldolesi
Clara Minissale
Fiammetta Parodi
Geraldine Pedrotti
Stefania Petrotta
Michele Pizzillo
Fabiola Pulieri
Enzo Raneri
Mauro Ricci
Emanuele Scarci
Marco Sciarrini
Sara Spanò
Giorgia Tabbita
Fosca Tortorelli
Maristella Vita
Manuela Zanni

Organizzazione Eventi:
Laura Lamia
Ivana Piccitto

Concessionaria
per la pubblicità:
Publisette
Via Catania, 14
90141 Palermo

info@publisette.it

COOKIE POLICY
PRIVACY POLICY
INFORMATIVA PRIVACY

Pubblicato in Qui Slow Food il 10 Settembre 2013
di Fabrizio Carrera



La capra Girgentana, dato il suo forte decremento subito negli ultimi anni, è ormai da tempo Presidio SlowFood, un presidio che vuole tutelare una razza ormai in via di estinzione.
 

Le motivazioni di tale diminuzione di capi allevati, è da ritenersi, come accennato precedentemente, alla scarsa redditività prodotta da un allevamento tipicamente familiare. I caprili di solito venivano ricavati in locali facenti parte dell’abitazione dell’allevatore, usanza che ai giorni nostri va in contrasto con la normativa sanitaria.

La peculiarità di questo animale, risiede nella tipologia di latte prodotto, un latte che si distingue per minor dimensione dei globuli lipidici e per la più alta percentuale di acidi grassi a catena media e corta. Queste caratteristiche conferiscono all’alimento una migliore digeribilità, legata al fatto che tali grassi vengono assorbiti rapidamente dalla mucosa intestinale  e giungono più velocemente al fegato per la loro metabolizzazione.

Ma caratteristica ancora più importante è l’assenza di potere aterogeno tipico dei grassi a catena lunga, cioè il potere di favorire la formazione di placche aterosclerotiche.

Le altre caratteristiche nutrizionali, sono molto simili a quelle del latte vaccino, ad esclusione di una maggiore concentrazione di Taurina, un aminoacido “di moda” recentemente introdotto in alcune bevande energetiche (contrariamente a quello che si pensa, tale aminoacido non possiede nessuna proprietà energizzante) dalle ottime capacità antiossidanti, particolarmente evidenti dopo aver svolto attività fisica.
Un alimento molto ricco, che va assunto con parsimonia, e in quantità proporzionate al proprio fabbisogno calorico, ma molto indicato per chi fa dello sport. La sua assunzione non prima delle 2 ore dall’ allenamento,  ci garantirà un ottimo recupero post sforzo in particolare per sport brevi ed intensi.

La sua particolare concentrazione amminoacidica, il sostenuto valore energetico, e l’ottimo apporto di vitamina D, supporterà  il nostro sistema immunitario che potrà risultare affaticato a seguito di un intensa attività fisica.

Ultimo, ma non in ordine di importanza, è il formaggio caprino, una squisita miscela di grassi e proteine, dal tipico profumo caratteristico e dal sapore intenso. Un ottimo spuntino che nelle quantità corrette (circa 30 g) può essere consumato come spuntino, da solo o in abbinamento ad un frutto al fine di esaltare il contrasto fra dolce e salato; adatto anche per chi segue una dieta ipocalorica, ma in questo caso ne sconsiglio l’abbinamento ad un alimento zuccherino come la frutta. L’alto contenuto in Vitamina A, Calcio, Fosforo, Rame e Vitamina B2, lo rendono un alimento molto nutriente, ma che preferisco vedere dal punto di vista organolettico per le sue ottime capacità di insaporire numerose pietanze come pasta, verdure, carni e  risotti.
 
Slow Food - Condotta di Palermo 


Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

FLASH NEWS

LE RICETTE DEGLI CHEF

Donato De Leonardis

Don Alfonso San Barbato

Lavello (Pz)

3) Faraona ripiena con il suo filetto tartufato e verza

SITI AMICI
WINE POWER LIST 2019
GUIDA VINI DELL'ETNA

LE GRANDI VERTICALI

Copyright © 2007-2021 cronachedigusto.it. Tutti i diritti riservati. Powered by Visioni©
La riproduzione totale o parziale di tutti i contenuti, testi, foto e video, in qualunque forma, su qualsiasi supporto e con qualunque mezzo è proibita.

Search