Siamo online da



ULTIMI COMMENTI

LE RICETTE PIU' LETTE

I VIDEO PIU' VISTI

AREA RISERVATA

cronache di gusto

Direzione, redazione
ed amministrazione:
Via Giuseppe Alessi, 44
(ex via Autonomia Siciliana)
90143 Palermo
Tel. +39 091 336915
Cronache di Gusto
autorizzazione
del tribunale di Palermo
numero 9 del 26-04-07

Cronache di Gusto
è iscritta al ROC
(Registro degli Operatori
di Comunicazione)
col numero 32897

Editoriale De Gustibus Italia
P.IVA 05540860821

Direttore Responsabile:
Fabrizio Carrera

Coordinamento:
Giorgio Vaiana

Web & Digital Design:
Floriana Pintacuda

Contributors:

Andrea Busalacchi
Andrea Camaschella
Marina V. Carrera
Titti Casiello
Sofia Catalano
Roberto Chifari
Ambra Cusimano
Lorella Di Giovanni
Maria Giulia Franco
Annalucia Galeone
Federica Genovese
Christian Guzzardi
Clarissa Iraci
Francesca Landolina
Federico Latteri
Irene Marcianò
Bianca Mazzinghi
Alessandra Meldolesi
Clara Minissale
Fiammetta Parodi
Geraldine Pedrotti
Stefania Petrotta
Michele Pizzillo
Fabiola Pulieri
Enzo Raneri
Mauro Ricci
Gianluca Rossetti
Emanuele Scarci
Marco Sciarrini
Sara Spanò
Giorgia Tabbita
Fosca Tortorelli
Maristella Vita
Manuela Zanni

Organizzazione Eventi:
Filippo Fiorito
Laura Lamia

Ivana Piccitto

Concessionaria
per la pubblicità:
Publisette
Via Catania, 14
90141 Palermo

info@publisette.it

COOKIE POLICY
PRIVACY POLICY
INFORMATIVA PRIVACY

Pubblicato in Speciale Cantine Aperte il 23 Maggio2013

Ben 50mila presenze nell’edizione 2012 di Cantine Aperte Toscana, un record che le 69 cantine partecipanti vogliono superare nel 2013, puntando su due aspetti di rilievo: l’internazionalizzazione dell’appeal del territorio e la diffusione di tutte le varietà autoctone toscane.

Obiettivo principe dell’edizione 2013, infatti, è quello di stringere i rapporti già avviati con gli operatori dell’intermediazione organizzata e con gli attori delle governance regionale come strategia di sviluppo dell’appeal turistico della regione anche in occasione di Cantine Aperte. L’evento definito dal presidente del Movimento Turismo del Vino Toscana Alioscia Lombardini come la “Stella” del consorzio ha uno scopo che va oltre la sola data del 26 maggio. Lombardini, infatti, sottolinea che “la collaborazione e l’intuizione del Movimento e della Regione Toscana nasce dall’intenzione di volere diffondere una immagine più completa dell’offerta enoturistica toscana, cercando di trattare in modo paritario le varie tipologie di vino, spingendo sul loro nesso con il territorio”. La scelta della Toscana, quindi, è di portare avanti non solo i brand più attrattivi come il Chianti ed il Brunello ma di far conoscere a più ampio respiro l’offerta vitivinicola territoriale.

Una carrellata che parte da Sangiovese, Canaiolo Nero, Ciliegiolo e Aleatico, fino alle varietà, sempre autoctone a bacca bianca come il Trebbiano Toscano, la Malvasia del Chianti, la Vernaccia di San Gimignano, l'Ansonica, il Canaiolo Bianco, il Greco e il Vermentino, a copertura di tutto il territorio.

Tra le iniziative di Cantine Aperte, infatti, emerge la collaborazione con il Tour Operator Wine and Tours che cura la creazione di eno-pacchetti ad hoc per le coppie, i single e le famiglieper abbinare la cultura alla scoperta enogastronomica in tutte le stagioni dell’anno ed organizzando degustazioni di vini ed oli, nonché la visita a luoghi non sempre inseriti nei circuiti turistici tradizionali (per maggiori informazioni:  www.wineandtours.it e Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.).
Per educare i visitatori alla conoscenza dei vini, poi, l’edizione 2013 prevede una bella novità: “Lezioni di vino”, un vero e proprio corso che permette al visitatori di ascoltare e confrontarsi direttamente con il produttore che racconta del suo vino.

Quali i benefici apportati da tale liason tra più attori della filiera locale? “Destagionalizzazione dell’offerta turistica ed enogastronomica locale e diffusione di una conoscenza più completa dei vitigni autoctoni toscani”, sottolinea Lombardini. Tale intenzione trova spazio anche grazie agli investimenti fatti per la ristrutturazione e la riconversione dei vigneti e per la promozione dei vini toscani all’estero: un budget di 27,4 milioni di euro previsti dalla Regione nell’ambito delle attività dell’Organizzazione Comune del Mercato a livello europeo (fonte ANSA, marzo 2013).
In particolare, il turismo enogastronomico è tra i prodotti che attirano di più i turisti stranieri in Toscana: il 35,4% dei pacchetti turistici venduti dai tour operator statunitensi è legato al turismo del gusto, così come il 33,3% di quelli australiani ed il 18,2% di quelli brasiliani (dati Osservatorio regionale del turismo in Toscana – Unioncamere Isnart, anno 2011).

Il presidente Lombardini, infatti, ha le idee chiare in merito all’identikit del turista enogastronomico che sceglie la Toscana: Aabbiamo tre tipologie di turisti. Il conoscitore che è consapevole della forza dei brand Chianti e Brunello ma che una volta sul posto sente la necessità di ampliare i suoi orizzonti; il turista interessato veicolato soprattutto dal passaparola di conoscenti che gli fanno conoscere vari vini ma che poi lui cerca sul territorio, mostrandosi poco intenzionato a volerne scoprire altri, ed il turista casuale che si muove soprattutto in gruppo e che è difficile da sensibilizzare sulla varietà di vini a disposizione, quasi come se fosse trainato dalle scelte altrui e che interpreta la Toscana come culla culturale ed enogastronomica in modo molto generale, tutto da educare quindi”.

L’appeal del vino toscano all’estero, poi, si esprime anche sul fronte dell’export che nei primi 9 mesi 2012 è cresciuto del +6,8% attestandosi a 491 milioni di euro, puntando sui 700 milioni a chiusura anno (dati Toscana Promozione, anno 2012).

Lucrezia Balducci

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

FLASH NEWS

LE RICETTE DEGLI CHEF

Luca Lacalamita

Lula pane e dessert

Trani (Bt)

2) Pane di segale

SITI AMICI
WINE POWER LIST 2022

LE GRANDI VERTICALI

Copyright © 2007-2022 cronachedigusto.it. Tutti i diritti riservati. Powered by Visioni©
La riproduzione totale o parziale di tutti i contenuti, testi, foto e video, in qualunque forma, su qualsiasi supporto e con qualunque mezzo è proibita.

Search