Siamo online da



ULTIMI COMMENTI

LE RICETTE PIU' LETTE

I VIDEO PIU' VISTI

AREA RISERVATA

cronache di gusto

Direzione, redazione
ed amministrazione:
Via Giuseppe Alessi, 44
(ex via Autonomia Siciliana)
90143 Palermo
Tel. +39 091 336915
Cronache di Gusto
autorizzazione
del tribunale di Palermo
numero 9 del 26-04-07

Cronache di Gusto
è iscritta al Roc
(Registro degli Operatori
di Comunicazione)
col numero 32897

Editoriale De Gustibus Italia
P.IVA 05540860821

Fabrizio Carrera
direttore responsabile

Coordinamento:
Giorgio Vaiana

Web & Digital design
Floriana Pintacuda

Collaboratori
Andrea Busalacchi
Andrea Camaschella
Marina V. Carrera
Sofia Catalano
Roberto Chifari
Lorella Di Giovanni

Maria Giulia Franco
Annalucia Galeone
Cristina Gambarini
Federica Genovese
Costanza Gravina
Clarissa Iraci

Francesca Landolina
Federico Latteri
Bianca Mazzinghi
Clara Minissale
Fiammetta Parodi
Geraldine Pedrotti
Stefania Petrotta
Michele Pizzillo
Fabiola Pulieri
Enzo Raneri
Mauro Ricci
Marco Sciarrini
Maristella Vita
Manuela Zanni

Concessionaria
per la pubblicità
Publisette
Via Catania, 14
90141 Palermo
tel 0917302750
info@publisette.it

COOKIE POLICY
PRIVACY POLICY
INFORMATIVA PRIVACY

Pubblicato in Taormina Gourmet 2017 il 23 Ottobre 2017
di C.d.G.


(ph Vincenzo Ganci)

di Roberto Chifari, Taormina

Taormina Gourmet chiude con una masterclass dedicata allo champagne della maison Moët & Chandon. In degustazione tre champagne: Imperial, Grand Vintage 2009 e la versione 1998 presentati magistralmente da Nando Papa, sommelier del Verdura Resort.

Ecco la nostra degustazione

Champagne Imperial. È il tradizionale dedicato a Napoleone Bonaparte, grande appassionato. Al bicchiere appare di un giallo paglierino dorato, il perlage è fino e persistente tanto da essere adatto ai più svariati abbinamenti gastronomici. Con il passare dei minuti svanisce l'effervescenza e il vino diventa quasi un bianco con parti morbide al palato.

Champagne Grand Vintage 2009. Al bicchiere il colore è più tenue. I sentori sono più complessi e il bouquet aromatico è più variegato. Lo champagne è più maturo e lo si vede già dal primo assaggio. Al naso frutta secca, mandorla, setoso al palato e più morbido. Da abbinare con piatti più strutturati ma anche capaci di creare abbinamenti più ardui.

Champagne Grand Vintage 1998. In bocca c'è tutta la mineralità di un vino raffinato ed elegante. Al naso i sentori della frutta sono ben evidenti con note speziate ben marcate che segnano il passo di una ricetta tramandata di generazione in generazione. Lungo e persistente in bocca. 

ALCUNE FOTO DELLA DEGUSTAZIONE (ph Vincenzo Ganci)




(Nando Papa)






Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

FLASH NEWS

LE RICETTE DEGLI CHEF

Gennaro Esposito

Torre del Saracino

Vico Equense (Na)

1) Crocchetta di stoccafisso e crema di capperi

SITI AMICI
WINE POWER LIST 2019
GUIDA AI VINI DELL'ETNA

LE GRANDI VERTICALI

Copyright © 2007-2020 cronachedigusto.it. Tutti i diritti riservati. Powered by Visioni©
La riproduzione totale o parziale di tutti i contenuti, testi, foto e video, in qualunque forma, su qualsiasi supporto e con qualunque mezzo è proibita.

Search