Siamo online da



ULTIMI COMMENTI

LE RICETTE PIU' LETTE

I VIDEO PIU' VISTI

AREA RISERVATA

cronache di gusto

Direzione, redazione
ed amministrazione:
Via Giuseppe Alessi, 44
(ex via Autonomia Siciliana)
90143 Palermo
Tel. +39 091 336915
Cronache di Gusto
autorizzazione
del tribunale di Palermo
numero 9 del 26-04-07

Cronache di Gusto
è iscritta al ROC
(Registro degli Operatori
di Comunicazione)
col numero 32897

Editoriale De Gustibus Italia
P.IVA 05540860821

Direttore Responsabile:
Fabrizio Carrera

Coordinamento:
Giorgio Vaiana

Web & Digital Design:
Floriana Pintacuda

Contributors:

Andrea Busalacchi
Andrea Camaschella
Marina V. Carrera
Titti Casiello
Sofia Catalano
Roberto Chifari
Ambra Cusimano
Lorella Di Giovanni
Maria Giulia Franco
Annalucia Galeone
Federica Genovese
Christian Guzzardi
Clarissa Iraci
Francesca Landolina
Federico Latteri
Irene Marcianò
Bianca Mazzinghi
Alessandra Meldolesi
Clara Minissale
Fiammetta Parodi
Geraldine Pedrotti
Stefania Petrotta
Michele Pizzillo
Fabiola Pulieri
Enzo Raneri
Mauro Ricci
Gianluca Rossetti
Emanuele Scarci
Marco Sciarrini
Sara Spanò
Giorgia Tabbita
Fosca Tortorelli
Maristella Vita
Manuela Zanni

Organizzazione Eventi:
Filippo Fiorito
Laura Lamia

Ivana Piccitto

Concessionaria
per la pubblicità:
Publisette
Via Catania, 14
90141 Palermo

info@publisette.it

COOKIE POLICY
PRIVACY POLICY
INFORMATIVA PRIVACY

Pubblicato in Taormina Gourmet 2019 il 26 Ottobre2019


(ph Vincenzo Ganci)

di Manuela Zanni

Sempre più legami uniscono vino e birra, connubio che a Taormina Gourmet che, negli ultimi anni, ha riservato un posto d'onore alla bevanda più socializzante che c'è, è diventato sempre più convincente.

Una occasione veramente unica in questa edizione è stata la degustazione che ha posto a pari merito vino e birra insieme a tre grandi rappresentanti dei Colli Tortonesi. L'indole riservata del territorio ligure definito "Nicchia", strategicamente mimetizzata nei colli tortonesi, rende questa zona ancora poco conosciuta. Questa zona sa regalare, a tavola, gemme dal valore inestimabile come il salame nobile del Giarolo, il Montebore, il formaggio a forma di torta nuziale, la ciliegia Bella di Garbagna (presidio Slow Food), la pesca di Volpedo (siamo nella zona del grande pittore Pellizza da Volpedo) e la fragola profumata di Tortona, solo per citarne alcune.


(ph Vincenzo Ganci)

I vini scelti da "abbinare" alle birre di questa zona sono del vulcanico affabulatore Walter Massa che ha resuscitato il Timorasso, un antico vitigno che da un vino bianco di grandissimo carattere,e Riccardino Franzosi che con le sue straordinarie birre legate al territorio ha "inconsapevolmente" dato ampia visibilità alla Nicchia in Italia, in Europa e in America. Le birre "gemme" riservate alla fine sono prodotte con l’ironico metodo della “cadrega” che letteralmente vuol dire "sedia" per indicare che il birraio si siede e attende che la natura faccia il resto.

IN DEGUSTAZIONE

Tibir Montegioco
Birra chiara dai bei sentori citrici sorretti da un sorso piacevolmente amaricante

Montecitorio Dertona Timorasso dei Vigneti Massa
con dei bei rimandi gusto-olfattivi che riportano ad una bella freschezza, sapidità e mineralità.

Mummia - Montegioco
Una birra nata da un errore, conservata in uno scantinato in attesa di migliorare e che una volta emersa dal "sarcofago" ritorna a nuova vita in tutta la sua potenza e personalità. Una birra che stupisce e affascina al contempo non solo per i profumi intriganti di frutta a polpa bianca ma, soprattutto, per il sorso che esplode vigoroso al palato lasciandolo infinitamente fresco, sapido e piacevolmente impregnato a lungo.

Bigolla Barbera - Vigneti Massa
Un rosso vigoroso e di grande spessore caratterizzato dalla spiccata mineralità e sapidità tipici dei vini di questa zona. Un vino da masticare che fa il pari, seppur con le dovute ed innegabili differenze, con la forte personalità e carattere della seconda birra degustata.

Zorzona - Montegioco
Interessante esempio di barley wine ovvero vino d'orzo che della birra ha la piacevolezza e i sentori d'orzo mentre del vino ricorda i vini passiti dalla chiusura di frutta secca e spezie dolci ma non la stucchevolezza.

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

FLASH NEWS

LE RICETTE DEGLI CHEF

Giannico Carruggio

Cantina Gianfranco Fino

Manduria (Ta)

1) Gambero marinato

SITI AMICI
WINE POWER LIST 2022

LE GRANDI VERTICALI

Copyright © 2007-2022 cronachedigusto.it. Tutti i diritti riservati. Powered by Visioni©
La riproduzione totale o parziale di tutti i contenuti, testi, foto e video, in qualunque forma, su qualsiasi supporto e con qualunque mezzo è proibita.

Search