Siamo online da



ULTIMI COMMENTI

LE RICETTE PIU' LETTE

I VIDEO PIU' VISTI

AREA RISERVATA

cronache di gusto

Direzione, redazione
ed amministrazione:
Via Giuseppe Alessi, 44
(ex via Autonomia Siciliana)
90143 Palermo
Tel. +39 091 336915
Cronache di Gusto
autorizzazione
del tribunale di Palermo
numero 9 del 26-04-07

Cronache di Gusto
è iscritta al ROC
(Registro degli Operatori
di Comunicazione)
col numero 32897

Editoriale De Gustibus Italia
P.IVA 05540860821

Direttore Responsabile:
Fabrizio Carrera

Coordinamento:
Giorgio Vaiana

Web & Digital Design:
Floriana Pintacuda

Contributors:

Andrea Busalacchi
Andrea Camaschella
Marina V. Carrera
Titti Casiello
Sofia Catalano
Roberto Chifari
Ambra Cusimano
Lorella Di Giovanni
Maria Giulia Franco
Annalucia Galeone
Federica Genovese
Christian Guzzardi
Clarissa Iraci
Francesca Landolina
Federico Latteri
Irene Marcianò
Bianca Mazzinghi
Alessandra Meldolesi
Clara Minissale
Fiammetta Parodi
Geraldine Pedrotti
Stefania Petrotta
Michele Pizzillo
Fabiola Pulieri
Enzo Raneri
Mauro Ricci
Gianluca Rossetti
Emanuele Scarci
Marco Sciarrini
Sara Spanò
Giorgia Tabbita
Fosca Tortorelli
Maristella Vita
Manuela Zanni

Organizzazione Eventi:
Filippo Fiorito
Laura Lamia

Ivana Piccitto

Concessionaria
per la pubblicità:
Publisette
Via Catania, 14
90141 Palermo

info@publisette.it

COOKIE POLICY
PRIVACY POLICY
INFORMATIVA PRIVACY

Pubblicato in Taormina Gourmet 2019 il 04 Ottobre2019


(Armando Codispoti)

Certamente qualcuno di voi ricorderà che l’anno scorso dovevamo avere Armando Codispoti, chef consultant dell’Osteria Rossini all’interno del Phoenicia Hotel di Beirut, protagonista di uno dei nostri cooking show e che poi, per motivi personali, ha dovuto annullare il suo intervento all’ultimo minuto. 

Quest’anno, con nostro grande piacere, è stato proprio lui a farsi avanti non appena abbiamo messo in moto la macchina organizzativa. Il 26 ottobre, dunque, ci presenterà il suo “Viaggio in Libano, hommus e la storia del Kibeh Akrass”. Spiega lo chef: “La Kibeh Akrass è una specie di arancina libanese. Mi piaceva l’idea perché in questo modo si crea anche una correlazione tra la Sicilia e il Libano che è la mia seconda casa. E così riesco anche a trasmettere, a proposito del tema che fa da filo conduttore a questa edizione del Taormina Gourmet, il rispetto per la cultura mediterranea che da sempre mi sta a cuore. È grazie alle contaminazioni che i popoli hanno apportato alla nostra storia che oggi noi siamo quelli che siamo”. A questo si unisca il rispetto della stagionalità e delle tecniche di cottura moderne che da sempre è caratteristica identificativa della cucina di Codispoti, e il gioco è fatto.

Cosmopolita di vocazione e di mestiere, Armando Codispoti, ha all’attivo numerose esperienze in tutto il mondo che gli hanno permesso di arricchirsi di conoscenza e sapori, gusti e abbinamenti. Nato a Catanzaro, cresciuto a Firenze, Bologna e Londra, è un autodidatta, che ha lavorato in venti Paesi diversi, assaggiando le cucine di quarantasei nazioni. Appassionato di “Itameshi” la corrente di cucina italiana di influenze nipponiche. “Ci sono molte similitudini tra le due tradizioni - ha dichiarato - pensiamo solo al sushi all’italiana, introdotto da Gualtiero Marchesi. Ci lavoro da tempo, facendo attenzione a elevare la nostra cucina evitando, come spesso accade, sgradevoli miscugli”. Dopo l’esperienza al consolidato ristorante Gavi passa all’Osteria Rossini, sempre a Beirut, dove propone un nuovo concetto di cucina italiana all’interno del Phoenicia Hotel politici e uomini di affari, sono spesso ospiti  dell’hotel dove Armando cura personalmente tutti i menù.. La filosofia culinaria e cosmopolita di Armando Codispoti esalta la cucina classica Italiana, con un tocco di modernità e ingredienti di altissima qualità.

Non mancate quindi sabato 26 ottobre alle ore 17 presso la sala ristorante dell’Hotel Villa Diodoro di Taormina. Il cooking show sarà realizzato in collaborazione con Zanussi, l’Istituto di Istruzione Secondaria Superiore “Salvatore Pugliatti” di Taormina, Acqua Mangiatorella  e il Dipartimento Pesca dell'assessorato siciliano all'agricoltura e alla pesca.

Il biglietto costa 10 euro e può essere acquistato cliccando su questo link. Posti limitati.

C.d.G.

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

FLASH NEWS

LE RICETTE DEGLI CHEF

Antonio Bufi

La Gattabuia

Matera

3) Barbabietola al cartoccio

SITI AMICI
WINE POWER LIST 2022

LE GRANDI VERTICALI

Copyright © 2007-2022 cronachedigusto.it. Tutti i diritti riservati. Powered by Visioni©
La riproduzione totale o parziale di tutti i contenuti, testi, foto e video, in qualunque forma, su qualsiasi supporto e con qualunque mezzo è proibita.

Search