Siamo online da



ULTIMI COMMENTI

LE RICETTE PIU' LETTE

I VIDEO PIU' VISTI

AREA RISERVATA

cronache di gusto

Direzione, redazione
ed amministrazione:
Via Giuseppe Alessi, 44
(ex via Autonomia Siciliana)
90143 Palermo
Tel. +39 091 336915
Cronache di Gusto
autorizzazione
del tribunale di Palermo
numero 9 del 26-04-07

Cronache di Gusto
è iscritta al ROC
(Registro degli Operatori
di Comunicazione)
col numero 32897

Editoriale De Gustibus Italia
P.IVA 05540860821

Direttore Responsabile:
Fabrizio Carrera

Coordinamento:
Giorgio Vaiana

Web & Digital Design:
Floriana Pintacuda

Contributors:

Andrea Busalacchi
Andrea Camaschella
Marina V. Carrera
Titti Casiello
Sofia Catalano
Roberto Chifari
Ambra Cusimano
Lorella Di Giovanni
Maria Giulia Franco
Annalucia Galeone
Federica Genovese
Christian Guzzardi
Clarissa Iraci
Francesca Landolina
Federico Latteri
Irene Marcianò
Bianca Mazzinghi
Alessandra Meldolesi
Clara Minissale
Fiammetta Parodi
Geraldine Pedrotti
Stefania Petrotta
Michele Pizzillo
Fabiola Pulieri
Enzo Raneri
Mauro Ricci
Gianluca Rossetti
Emanuele Scarci
Marco Sciarrini
Sara Spanò
Giorgia Tabbita
Fosca Tortorelli
Maristella Vita
Manuela Zanni

Organizzazione Eventi:
Filippo Fiorito
Laura Lamia

Ivana Piccitto

Concessionaria
per la pubblicità:
Publisette
Via Catania, 14
90141 Palermo

info@publisette.it

COOKIE POLICY
PRIVACY POLICY
INFORMATIVA PRIVACY

Pubblicato in Taormina Gourmet 2019 il 26 Ottobre2019


(Antonio Cicero - ph Vincenzo Ganci)

di Annalucia Galeone

Cultura è anche rispetto, è il tema filo conduttore dei cooking show di Taormina Gourmet edizione 2019. In questa occasione Antonio Cicero chef del ristorante “Il consiglio di Sicilia” a Donnalucata ha presentato il suo cannolo, una delle specialità dolciarie più conosciute al mondo. 

Appassionato di filosofia e moto per mantenersi agli studi ha lavorato come cameriere, non si è laureato ed è diventato uno chef autodidatta. Nella conduzione del ristorante è aiutato dalla moglie Roberta Corradin, ex giornalista e scrittrice. La sua è una cucina classica, non ama lo spettacolo e la teatralità. Nonostante sia molto apprezzato dalla stampa estera quella italiana lo ha, a torto, snobbato per la sua semplicità. Il cannolo prende il nome dalla forma arrotondata ottenuta avvolgendo l'impasto attorno a una canna.


(ph Vincenzo Ganci)

La versione di Cicero è priva di stravolgimenti, è il cannolo che non ti aspetti quando va di moda la versione scomposta. Non è pesante, viene voglia di fare il bis per la sua leggerezza. E' privo di canditi e cioccolato, solo cialda e ricotta vaccina fresca lavorata in giornata. La ricetta della sfoglia della nonna sottile e trasparente è segreta, la custodisce gelosamente svela solo alcuni degli ingredienti: farina, strutto, marsala e vino rosso.


(ph Vincenzo Ganci)

E' un dolce non troppo dolce. In abbinamento è stato presentato il caffè filtro dell'azienda Moak di Modica ottenuto utilizzando la chemex. La varietà usata è il Pacamara un monorigine molto pregiato e ricco di note agrumate. Un'estrazione lenta che ha invitato i partecipanti a riscoprire il piacere della rilassatezza.

 

 

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

FLASH NEWS

LE RICETTE DEGLI CHEF

Paolo Barrale

Aria Restaurant

Napoli

4) Vino e percoche

SITI AMICI
WINE POWER LIST 2022

LE GRANDI VERTICALI

Copyright © 2007-2022 cronachedigusto.it. Tutti i diritti riservati. Powered by Visioni©
La riproduzione totale o parziale di tutti i contenuti, testi, foto e video, in qualunque forma, su qualsiasi supporto e con qualunque mezzo è proibita.

Search