Siamo online da



ULTIMI COMMENTI

LE RICETTE PIU' LETTE

I VIDEO PIU' VISTI

AREA RISERVATA

cronache di gusto

Direzione, redazione
ed amministrazione:
Via Giuseppe Alessi, 44
(ex via Autonomia Siciliana)
90143 Palermo
Tel. +39 091 336915
Cronache di Gusto
autorizzazione
del tribunale di Palermo
numero 9 del 26-04-07

Cronache di Gusto
è iscritta al ROC
(Registro degli Operatori
di Comunicazione)
col numero 32897

Editoriale De Gustibus Italia
P.IVA 05540860821

Direttore Responsabile:
Fabrizio Carrera

Coordinamento:
Giorgio Vaiana

Web & Digital Design:
Floriana Pintacuda

Contributors:

Andrea Busalacchi
Andrea Camaschella
Marina V. Carrera
Sofia Catalano
Roberto Chifari
Lorella Di Giovanni
Maria Giulia Franco
Annalucia Galeone
Federica Genovese
Clarissa Iraci
Francesca Landolina
Federico Latteri
Irene Marcianò
Bianca Mazzinghi
Alessandra Meldolesi
Clara Minissale
Fiammetta Parodi
Geraldine Pedrotti
Stefania Petrotta
Michele Pizzillo
Fabiola Pulieri
Enzo Raneri
Mauro Ricci
Emanuele Scarci
Marco Sciarrini
Sara Spanò
Giorgia Tabbita
Fosca Tortorelli
Maristella Vita
Manuela Zanni

Organizzazione Eventi:
Laura Lamia
Ivana Piccitto

Concessionaria
per la pubblicità:
Publisette
Via Catania, 14
90141 Palermo

info@publisette.it

COOKIE POLICY
PRIVACY POLICY
INFORMATIVA PRIVACY

Pubblicato in Taormina Gourmet 2019 il 26 Ottobre 2019
di Fabrizio Carrera


(Enrico Donati - ph Vincenzo Ganci)

Un viaggio da nord a sud attraverso 5 territori e 10 vini. Dal Veneto al Piemonte, dal Lazio all’Abruzzo, per concludere in Campania. Una degustazione per comprendere la grande diversità del vino italiano. A condurre la masterclass, in lingua inglese, è Enrico Donati, docente Wset.

Ecco i vini in degustazione

Amarone della Valpolicella Docg 2014 Monte Zovo
I profumi sono contraddistinti da cenni di frutta matura, composta di prugne e poi spezie, vaniglia, liquirizia e cioccolato. In bocca, la progressione è larga ma profonda al contempo, con retrogusto che torna sul fruttato e finale denso e morbido.

Amarone della Valpolicella Docg 2015 Monte Zovo
 Al naso elegante, con sentori di frutta matura, prugne, note speziate, vaniglia, cioccolato. In bocca ampio, vellutato, denso, lungo.


(ph Vincenzo Ganci)

Albarossa Doc 2016 Bricco dei Guazzi
Rosso rubino intenso, quasi impenetrabile. Caldo e avvolgente al naso con intesi aromi di mirtillo e altri piccoli frutti a bacca rossa, mescolati con aromi di caffè tostato e di cuoio. Al palato è rotondo e pieno, grande concentrazione di frutto sorretta da un profilo tannico che lo rende un vino importante ma di grande piacevolezza. 

Albarossa Doc 2017 Bricco dei Guazzi
Rosso rubino intenso, al naso aromi di mirtilli, piccoli frutti neri e rossi, caffè, cenni balsamici. Al palato rotondo, pieno, persistente.


(ph Vincenzo Ganci)

Montiano 2013 Famiglia Cotarella
Rubino brillante, intenso. Articolato e complesso il profilo olfattivo. Si va da tipiche e varietali note di lampone e di tabacco biondo, a sentori leggermente affumicati, speziati, con accenni di cassis e di vaniglia. Sapore teso, salino, molto elegante. Tannini vellutati, fitti ma composti.

Montiano 2016 Famiglia Cotarella
100% da uve Merlot si porge al naso con freschezza di frutto, lieve sensazione mentolata, cipria e spezie dolci, ciliegia e una sfumatura di liquerizia. Il profumo è delicato e finemente sussurrato. L’attacco in bocca è morbido e fresco, l’acidità vibrante.


(ph Vincenzo Ganci)

Terra di Lavoro 2010 Galardi
Al naso note di frutta ben matura, ma anche tabacco, carruba, caffè, note fumé. In bocca grande bevibilità ed equilibrio. Lunga persistenza 

Terra di Lavoro 2015 Galardi
Il naso è fresco, balsamico, verde e vegetale prima, poi fruttato. Sottilmente speziato di finocchietto selvatico, pepe bianco e té verde. La bocca è principalmente vinosa, con una spiccata sensazione acida bilanciata dal corpo denso di ciliegia, mora, ribes e lampone. La persistenza è lunghissima, sia al naso che alla bocca.


(ph Vincenzo Ganci)

Montepulciano d'Abruzzo Dop Teate "Torrepasso" 2017  Codice Vino 
Al naso frutta rossa, ciliegia, fragola, note di cioccolato. Un naso elegante, ampio al palato, vellutato. Lunga persistenza.

Pecorino Superiore Dop "Sireno" 2018 Codice Vino
Al naso fresco, note di agrumi, mela verde. Fragrante al palato, fresco, ottima persistenza.

C.d.G.


Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

FLASH NEWS

LE RICETTE DEGLI CHEF

Donato De Leonardis

Don Alfonso San Barbato

Lavello (Pz)

3) Faraona ripiena con il suo filetto tartufato e verza

SITI AMICI
WINE POWER LIST 2019
GUIDA VINI DELL'ETNA

LE GRANDI VERTICALI

Copyright © 2007-2021 cronachedigusto.it. Tutti i diritti riservati. Powered by Visioni©
La riproduzione totale o parziale di tutti i contenuti, testi, foto e video, in qualunque forma, su qualsiasi supporto e con qualunque mezzo è proibita.

Search