Siamo online da



ULTIMI COMMENTI

LE RICETTE PIU' LETTE

I VIDEO PIU' VISTI

AREA RISERVATA

cronache di gusto

Direzione, redazione
ed amministrazione:
Via Giuseppe Alessi, 44
(ex via Autonomia Siciliana)
90143 Palermo
Tel. +39 091 336915
Cronache di Gusto
autorizzazione
del tribunale di Palermo
numero 9 del 26-04-07

Cronache di Gusto
è iscritta al ROC
(Registro degli Operatori
di Comunicazione)
col numero 32897

Editoriale De Gustibus Italia
P.IVA 05540860821

Direttore Responsabile:
Fabrizio Carrera

Coordinamento:
Giorgio Vaiana

Web & Digital Design:
Floriana Pintacuda

Contributors:

Andrea Busalacchi
Andrea Camaschella
Marina V. Carrera
Titti Casiello
Sofia Catalano
Roberto Chifari
Ambra Cusimano
Lorella Di Giovanni
Maria Giulia Franco
Annalucia Galeone
Federica Genovese
Christian Guzzardi
Clarissa Iraci
Francesca Landolina
Federico Latteri
Irene Marcianò
Bianca Mazzinghi
Alessandra Meldolesi
Clara Minissale
Fiammetta Parodi
Geraldine Pedrotti
Stefania Petrotta
Michele Pizzillo
Fabiola Pulieri
Enzo Raneri
Mauro Ricci
Gianluca Rossetti
Emanuele Scarci
Marco Sciarrini
Sara Spanò
Giorgia Tabbita
Fosca Tortorelli
Maristella Vita
Manuela Zanni

Organizzazione Eventi:
Filippo Fiorito
Laura Lamia

Ivana Piccitto

Concessionaria
per la pubblicità:
Publisette
Via Catania, 14
90141 Palermo

info@publisette.it

COOKIE POLICY
PRIVACY POLICY
INFORMATIVA PRIVACY

Pubblicato in Taormina Gourmet 2019 il 27 Ottobre2019


(Matteo La Spada e Roberto Spinelli - ph Vincenzo Ganci)

di Costanza Gravina

Terra versus Mare: le due pizze della masterclass di domenica pomeriggio hanno esaltato elementi tra loro differenti per natura. 

A prepararle due pizzaioli legati da un rapporto di amicizia e stima che li ha uniti in un lavoro di squadra: per la pizzeria Funnaco di Palermo Roberto Spinelli e per L’orso di Messina Matteo La Spada. Partiamo dalla Funnaco, pizza di punta dell’omonimo locale: salsa di datterino giallo, pomodorini confit homemade, mozzarella fiordilatte ( che nella versione preparata a Palermo prevede la bufala), basilico e caviale d’olio. Una rivisitazione della classica Margarita riveduta e corretta per ricordare sapori originali ma con cotture alternative. La peculiarità è di essere una pizza “a la cloche” con un’affumicatura a legno di ulivo a freddo in ricordo del sapore dei vecchi forni a legna. “Paladino dei grani antichi” Spinelli usa un blend di farina 00 nel pre impasto, e farina Petra 1 e Petra 9 con un’aggiunta di Senatore Cappelli. La birra in abbinamento è la Kore del birrificio Epica. Una white IPA fresca e speziata al pepe rosa, la componente in frumento e segale che la caratterizzano ricorda proprio l’impasto della pizza.


(Roberto Spinelli - ph Vincenzo Ganci)

La seconda pizza preparata è “perla del mediterraneo” che vuol essere un omaggio al nostro mare e lo fa a partire dal l’impasto, nero grazie al contributo del nero di seppia. In un contrasto cromaticamente perfetto su questa base scura spiccano la crema di ricotta di pecora ai ricci, il gambero rosso crudo e il caviale, e una decorazione di fiori edibili. Una pizza che nel rispetto del territorio vuole portare sul piatto le sue eccellenze.


(Matteo La Spada -ph Vincenzo Ganci)

La birra in abbinamento è la Nuda e cruda, di birra Salento. Una birra neutra che vuole accompagnare il piatto senza sovrastare il condimento che già è complesso.






La Spada spinelli



 

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

FLASH NEWS

LE RICETTE DEGLI CHEF

Antonio Bufi

La Gattabuia

Matera

3) Barbabietola al cartoccio

SITI AMICI
WINE POWER LIST 2022

LE GRANDI VERTICALI

Copyright © 2007-2022 cronachedigusto.it. Tutti i diritti riservati. Powered by Visioni©
La riproduzione totale o parziale di tutti i contenuti, testi, foto e video, in qualunque forma, su qualsiasi supporto e con qualunque mezzo è proibita.

Search