Siamo online da



ULTIMI COMMENTI

LE RICETTE PIU' LETTE

I VIDEO PIU' VISTI

AREA RISERVATA

cronache di gusto

Direzione, redazione
ed amministrazione:
Via Giuseppe Alessi, 44
(ex via Autonomia Siciliana)
90143 Palermo
Tel. +39 091 336915
Cronache di Gusto
autorizzazione
del tribunale di Palermo
numero 9 del 26-04-07

Cronache di Gusto
è iscritta al ROC
(Registro degli Operatori
di Comunicazione)
col numero 32897

Editoriale De Gustibus Italia
P.IVA 05540860821

Direttore Responsabile:
Fabrizio Carrera

Coordinamento:
Giorgio Vaiana

Web & Digital Design:
Floriana Pintacuda

Contributors:

Andrea Busalacchi
Andrea Camaschella
Marina V. Carrera
Titti Casiello
Sofia Catalano
Roberto Chifari
Ambra Cusimano
Lorella Di Giovanni
Maria Giulia Franco
Annalucia Galeone
Federica Genovese
Christian Guzzardi
Clarissa Iraci
Francesca Landolina
Federico Latteri
Irene Marcianò
Bianca Mazzinghi
Alessandra Meldolesi
Clara Minissale
Fiammetta Parodi
Geraldine Pedrotti
Stefania Petrotta
Michele Pizzillo
Fabiola Pulieri
Enzo Raneri
Mauro Ricci
Gianluca Rossetti
Emanuele Scarci
Marco Sciarrini
Sara Spanò
Giorgia Tabbita
Fosca Tortorelli
Maristella Vita
Manuela Zanni

Organizzazione Eventi:
Filippo Fiorito
Laura Lamia

Ivana Piccitto

Concessionaria
per la pubblicità:
Publisette
Via Catania, 14
90141 Palermo

info@publisette.it

COOKIE POLICY
PRIVACY POLICY
INFORMATIVA PRIVACY

Pubblicato in Taormina Gourmet 2019 il 27 Ottobre2019


(Chiara Mattiello ed Enrico Donati - ph Vincenzo Ganci)

di Silvana Polizzi Sabino

Masterclass d'eccezione, dal gusto "Soave", come i sei vini protagonisti. Chiara Mattiello del Consorzio Doc Soave ed Enrico Donati, docente Wset, ci hanno guidati in questo viaggio. 

Il Soave è un vino bianco Doc prodotto nella provincia di Verona. Rappresenta da solo con i suoi 500 mila ettolitri il 40 per cento della produzione a Doc della provincia di Verona, dove sono concentrati il 14 per cento delle Doc italiane ed il 60 per cento delle Doc venete. I vini prodotti nella Doc Soave sono: Soave Doc, Soave Classico Doc, Soave Superiore Docg, Recioto di Soave Docg. Soave è proprio un piccolo centro ad est di Verona e da il nome a questa denominazione che sta vivendo una significativa fase di riscatto, grazie al lavoro appassionato e puntiglioso di molti vignaioli. E' incessante, in tal senso, l'attività di promozione del Consorzio Doc Soave, presieduto da Sandro Gini e diretto da Aldo Lorenzoni. Il suolo vulcanico e la Garganega, il vitigno a bacca bianca più diffuso nel territorio, sono gli ingredienti principali di questo vino, che è ormai uno straordinario ambasciatore di questa parte del Veneto.


(ph Vincenzo Ganci)

ECCO LA DEGUSTAZIONE
Soave Doc "Sereole" 2018 - Bertani

Al naso esprime profumi dolci di frutta, pesca bianca e nettarina, ananas e melone. In bocca è secco, morbido, appagante. Teso, nel bel connubio tra acidità e freschezza. Vino elegante, morbido e di grande freschezza. E' prodotto esclusivamente con uve di garganega. La più elegante uva bianca tipica del veronese, coltivata nel vigneto Sereole, vero e proprio "cru" sulla collina tra Soave e di Monteforte d'Alpone, un luogo in cui le caratteristiche del terreno arricchiscono ed esaltano le tipiche note varietali del vitigno. 

Soave Superiore Docg Classico "Ciondola" 2017- Cantina di Soave
Esprime grande piacevolezza nel sentore di pompelmo, lime, fiore di sambuco. Il sorso fragrante, fresco, bilanciato, conduce ad una leggera nota di mandorla finale. Prodotto da uve Garganega, provenienti dalle colline dell’area storica di produzione, che comprende i comuni di Soave e Monteforte d’Alpone. Affinamento 12 mesi in acciaio. 


(ph Vincenzo Ganci)

Soave Superiore Docg Classico "Casette Foscarin" 2017- Montetondo
Sicuramente uno tra i più importanti vini prodotti dall'azienda Montetondo. Al naso apre sentori di mango, frutti esotici, pesca gialla, mela gialla, finale di mandorla amara. E' un bianco fermo e secco, vinificato da uve Garganega, Trebbiano di Soave, nel contesto delle tipologie previste dalla denominazione Soave Doc. I vini dell'azienda Montetondo ed in particolare il “Soave Classico Casette Foscarin”, sono caratterizzati dal giusto tenore zuccherino e alcolico e da buona acidità fissa, che contribuisce ad esaltarne i profumi e a mantenerli nel tempo. 

Soave Doc Classico "La Froscà" 2015 - Gini
Esprime una chiara matrice minerale che si accompagna a note di albicocca, pesca nettarina, vaniglia, note tostate. Spiccato e vellutato, di grande equilibrio.Un cenno balsamico apre ad un assaggio caldo, di corpo, segnato da una traccia di sapidità ben definita che lo accompagna fino ad un finale di ottima persistenza. Questo vino prende il nome dalla collina vulcanica dove sorgono i vigneti. È un'area che dona un fascino speciale ai vini, rendendoli unici per eleganza e finezza. Viti Garganega 100 per cento. Tutti i Soave prodotti dalla storica cantina dei Gini spiccano per personalità grazie a quell'inconfondibile impronta minerale che li caratterizza. 


(ph Vincenzo Ganci)

Soave Superiore Docg "Monte San Piero" 2016 - Sandro De Bruno
Note di frutta esotica e agrumi, in particolare pompelmo, lime e ananas. Al palato è denso, cremoso, di buona struttura. Ottime morbidezze ben bilanciate dal finale ricco e fresco. E' un prodotto classico che ben si riconduce alla tradizione del territorio. Prodotto con uve di garganega in purezza, questo vino vede un affinamento in botti di rovere francese capienti 30 ettolitri. I vigneti, disposti su circa 12 ettari, raggiungono i 600 metri sul livello del mare e quest'altitudine consente di produrre vini unici dal punto di vista aromatico, valorizzati anche da un suolo vulcanico con elevata mineralità. 

Soave Doc "Monte Ceriani" 2014 – Tenuta Sant'Antonio
Si apre con note erbacee, vegetali, mandorlate, spezie dolci, cannella, noce moscata, burro di arachidi. Nasce in vigneti situati nei comuni di Colognola ai Colli e di Mezzane di Sotto, in provincia di Verona. È prodotto esclusivamente con uve Garganega, raccolte interamente a mano. La fermentazione avviene in vasche di acciaio inox a temperatura controllata, con una macerazione a freddo per 10-12 ore. Successivamente il vino affina nei medesimi recipienti a basse temperature.


(ph Vincenzo Ganci)

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

FLASH NEWS

LE RICETTE DEGLI CHEF

SITI AMICI
WINE POWER LIST 2022

LE GRANDI VERTICALI

Copyright © 2007-2022 cronachedigusto.it. Tutti i diritti riservati. Powered by Visioni©
La riproduzione totale o parziale di tutti i contenuti, testi, foto e video, in qualunque forma, su qualsiasi supporto e con qualunque mezzo è proibita.

Search