Siamo online da



ULTIMI COMMENTI

LE RICETTE PIU' LETTE

I VIDEO PIU' VISTI

AREA RISERVATA

cronache di gusto

Direzione, redazione
ed amministrazione:
Via Giuseppe Alessi, 44
(ex via Autonomia Siciliana)
90143 Palermo
Tel. +39 091 336915
Cronache di Gusto
autorizzazione
del tribunale di Palermo
numero 9 del 26-04-07

Cronache di Gusto
è iscritta al Roc
(Registro degli Operatori
di Comunicazione)
col numero 32897

Editoriale De Gustibus Italia
P.IVA 05540860821

Fabrizio Carrera
direttore responsabile

Coordinamento:
Giorgio Vaiana

Collaboratori
Andrea Busalacchi
Andrea Camaschella
Marina V. Carrera
Sofia Catalano
Roberto Chifari
Lorella Di Giovanni

Maria Giulia Franco
Annalucia Galeone
Cristina Gambarini
Federica Genovese
Costanza Gravina
Clarissa Iraci

Francesca Landolina
Federico Latteri
Bianca Mazzinghi
Clara Minissale
Fiammetta Parodi
Geraldine Pedrotti
Stefania Petrotta
Michele Pizzillo
Fabiola Pulieri
Enzo Raneri
Mauro Ricci
Marco Sciarrini
Maristella Vita
Manuela Zanni

Concessionaria
per la pubblicità
Publisette
Via Catania, 14
90141 Palermo
tel 0917302750
info@publisette.it

COOKIE POLICY
PRIVACY POLICY
INFORMATIVA PRIVACY

Pubblicato in Tendenze
di C.d.G.

 

di Enrica Bordonaro e Paola Pizzo 

Il diktat è solo uno, brillare. Nell’abbigliamento come nell’allestimento della tavola attorno a cui cenare per accogliere il nuovo anno che nasce.

Ecco, allora, alcune dritte da cui non prescindere per apparecchiare la tavola perfetta per il cenone di Capodanno 2012. O almeno, si spera.

Il colore della serata dovrà essere l’oro, spruzzato sui bicchieri, nei candelabri e per i più eccentrici (anche se il rischio che si corre è di scivolare nel kitsch) tema della stessa tovaglia. Secondo le ultime tendenze che svelano come il vero vanto stia nella tradizione, infatti, proprio questa per risultare davvero chic dovrebbe essere bianca e ricamata. Una di quelle che si trovano sapientemente custodite nei cassetti delle case di un po’ tutte le nonne.

L’oro caldo dello zabaione, però, deve andare di pari passo con ben altre nuance. C’è il bianco, appunto, per chi è alla ricerca di uno stile sofisticato ma minimalist, elegante ma niente affatto noioso. Ed è in questo caso che diventano perfetti, ad esempio, i cristalli di neve protagonisti indiscussi della collezione Snowflake di Versace Home per Rosenthal.

A chi, invece, tutto questo potrebbe apparire fin troppo noioso e per cui il clima di festa passa anche attraverso il colore della mise di Babbo Natale, c’è sempre l’opzione rosso. Da abbinare all’oro o all’argento, of course. In questo caso, infatti, dovranno essere total red sia la tovaglia che le candele. Le nuance scintillanti, invece, serviranno per sottopiatti e candelabri.

Importante anche il centro tavola, fondamentale biglietto da visita perché dimostra un’attenzione e una cura del particolare che fa sentire l’ospite davvero ben accolto. Così, potrebbe essere di certo sorprendente, ad esempio, decorare la parte centrale della tavola con una cascata di stelle di Natale. Per i più tradizionalisti, invece, c’è sempre l’opzione uva, da mangiare poi alla conclusione del pasto.

Infine, il tocco in più per questo inizio di 2012 è l’uso degli Swarovski. Ottimi per avvolgere i tovaglioli ed impreziosire i portatovaglioli. Meglio ancora se a forma di fiocco di neve.

In collaborazione con www.cronachedimoda.it


Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

FLASH NEWS

GLI APPUNTAMENTI

LE RICETTE DEGLI CHEF

Gabriele Boffa

Locanda del Sant'Uffizio Enrico Bartolini

Cioccaro di Penango (At)

1) Asparago, seirass e tuorlo al curry

SITI AMICI
WINE POWER LIST 2019
GUIDA AI VINI DELL'ETNA

LE GRANDI VERTICALI

Copyright © 2007-2020 cronachedigusto.it. Tutti i diritti riservati. Powered by Visioni©
La riproduzione totale o parziale di tutti i contenuti, testi, foto e video, in qualunque forma, su qualsiasi supporto e con qualunque mezzo è proibita.

Search