Siamo online da



ULTIMI COMMENTI

LE RICETTE PIU' LETTE

I VIDEO PIU' VISTI

AREA RISERVATA

cronache di gusto

Direzione, redazione
ed amministrazione:
Via Giuseppe Alessi, 44
(ex via Autonomia Siciliana)
90143 Palermo
Tel. +39 091 336915
Cronache di Gusto
autorizzazione
del tribunale di Palermo
numero 9 del 26-04-07

Cronache di Gusto
è iscritta al ROC
(Registro degli Operatori
di Comunicazione)
col numero 32897

Editoriale De Gustibus Italia
P.IVA 05540860821

Direttore Responsabile:
Fabrizio Carrera

Coordinamento:
Giorgio Vaiana

Web & Digital Design:
Floriana Pintacuda

Contributors:
Andrea Camaschella
Marina V. Carrera
Titti Casiello
Sofia Catalano
Roberto Chifari
Ambra Cusimano
Lorella Di Giovanni
Maria Giulia Franco
Annalucia Galeone
Giada Giaquinta

Christian Guzzardi
Francesca Landolina
Federico Latteri
Irene Marcianò
Alessandra Meldolesi
Clara Minissale
Fiammetta Parodi
Geraldine Pedrotti
Maddalena Peruzzi
Stefania Petrotta
Michele Pizzillo
Fabiola Pulieri
Enzo Raneri
Mauro Ricci
Gianluca Rossetti
Marcella Ruggeri
Emanuele Scarci
Marco Sciarrini
Sara Spanò
Giorgia Tabbita
Fosca Tortorelli
Maristella Vita
Manuela Zanni
Alessia Zuppelli

Organizzazione Eventi:
Filippo Fiorito
Laura Lamia

Ivana Piccitto

Concessionaria
per la pubblicità:
Publisette
Via Catania, 14
90141 Palermo

info@publisette.it

COOKIE POLICY
PRIVACY POLICY
INFORMATIVA PRIVACY

Andrea Graziano

Tagliata di Tonno con lardo
di maiale nero dei Nebrodi,
arancia rossa di Sicilia,
ristretto di aceto balsamico
e sale affumicato servito con "cipuddata"

Andrea Graziano
Sale Art Cafè
Catania

Ingredienti per 4 persone
kg 1.2 di Tonno
8 fette di lardo di suino nero
2 arance rosse
olio extra vergine di oliva
aceto balsamico
4 cipolle rosse
aceto
sale affumicato
pepe
zucchero

Per il tonno
Tagliare il tonno in tranci di circa 300 g e marinarlo per circa 30 minuti con il succo di arancia, il sale affumicato e l'olio extra vergine.
Asciugarlo e avvolgerlo con il lardo.

Scottare in padella il Tonno per circa 30 secondi per lato.

Scaloppare il tutto e servire disponendo i tranci su di una fetta d'arancia, aggiungere l'aceto balsamico precedentemente ristretto in un pentolino a fuoco lento.

Per la "cipuddata"
tagliare le cipolle rosse e farle appassire a fuoco lento con olio extravergine.
aggiungere aceto e zucchero per creare il classico agrodolce ed a cottura ultimata, disporre il tutto sopra le fette di tonno scottato. Finire con una macinata di pepe nero un goccio di olio d'oliva ed ancora qualche granello di sale affumicato


 

MF (mille foglie)
al pistacchio di Bronte
con ricotta di pecora,
mostarda di arance e fave di cacao

Andrea Graziano
Sale Art Cafè
Catania

Ingredienti per 4 persone
Per la Cialda
25 g farina 00
20 g burro
25 g albumi
30 g zucchero di canna
20 g pistacchio di Bronte tritato
 
Per la crema di ricotta
450 g di ricotta di pecora
70 g miele di acacia
un pizzico di sale
un pizzico di cannella
 
Preparazione
Per la cialda
Frullare tutti gli ingredienti in un mixer a velocita' massima, stendere quindi il composto su un foglio di silpat o carta forno fprmando sei quadrati molto sottili ed infornare a 180 gradi.

Per la crema
Mischiare la ricotta con il miele, il sale e la cannella amalgamando il tutto con una frusta e setacciare il tutto. Adagiare a strati alternati la ricotta e le cialde, spolverare di zucchero a velo e fave di cacao e servire con la mostarda di arance.

 

Maltagliati di pasta fresca
con ragù di maialino nero dei Nebrodi
e ragusano croccante
serviti con raviolo di ricotta di pecora
con lo stesso condimento

Andrea Graziano
Sale Art Cafè
Catania
 


Ricetta per 4 persone

Per la pasta
400 g farina di semola
4 uova
acqua
sale
 
Per il ragù
300 g di polpa di maialino nero
100 g di cotica di maiale
1 cipolla
1 costa di sedano
2 carote
50 g di olio extravergine di oliva
50 g di vino rosso
sale e pepe qb
finocchietto selvatico
350 g di pomodori
 
Per la pasta
Versare la farina su di un piano  disponendola nella classica forma a fontana, al suo interno mettere le uova ed il sale e cominciare ad amalgamare il tutto fino ad ottenere un impasto omogeneo. Stirare con il mattarello piu' volte fino ad ottenere una sfoglia di circa 2mm di spessore. Tagliate in pezzi irregolari per i maltagliati mentre per il raviolo create una forma tonda con un coppapasta, farcitela con della ricotta di pecora precedentemente scolata e richiudete la forma su se stessa in modo da far fuoriuscire l'aria tra le due parti di pasta e la farcitura. Fare bollire abbondante acqua salata e lessarvi la pasta per qualche minuto.
 
Per il ragù
Mondate le verdure e rosolatele in olio, aggiungere la cotica e la carne di maiale tritate grossolanamente e farle cuocere sfumando con vino rosso. Dopo circa 10 minuti aggiungere i pomodori precedentemente sbollentati e privati della buccia ed il finocchietto selvatico. Aggiustate di sale e pepe e fate cuocere per circa 3 ore.
 
Per il croccante
Tagliare il ragusano D.O.P. a lamelle e infornarlo a microonde per circa 10 secondi a 600w tritare grossolanamente il croccante di ragusano. Mantecare la pasta appena scolata con il ragout e finire il tutto con una spolverata di croccante di ragusano.
 

Pasta alla "Catanese"
detta anche Pasta "cche Masculini"
con crema di piselli,
finocchietto selvatico
e mollica "atturrata"

Andrea Graziano
Sale Art Cafè
Catania
 

Ingredienti per 4 persone
400 g Paccheri di Gragnano
500 g Pomodori per Salsa
500 g finocchietto selvatico
500 g alici di menaica (da Magghia)
60  g Olio Extra Vergine
100 g Pangrattato
4 acciughe salate
Sale e Pepe QB
400 g di Piselli
20 dl di latte

Per la salsa
Deliscare il pesce e sciacquare Mondare il Finocchietto , lavarlo e lessarlo in abbondante acqua salata, avendo cura di conservare l'acqua dopo averlo scolato. Far soffriggere il finocchietto in olio extra vergine, aggiungere i pomodori precedentemente sbollentati e privati della pelle e far cuocere a fuoco lento per 15 minuti circa; Aggiungere il pesce e far cuocere per altri 15 minuti , insaporendo con sale e pepe.

Per la crema di piselli
Far cuocere a vapore i piselli aggiustarli di sale e pepe e frullarli insieme al latte fino ad ottenere una crema omogenea.

Per la mollica "atturrata"
Far scaldare in padella l'olio extra vergine, aggiungere le acciughe salate, la mollica ed il sale e cuocere spadellando di continuo finché la mollica non acquisisce il caratteristico colore bruno. Lessare i paccheri nell'acqua di cottura del finocchietto, scolarli al dente e saltarli con la salsa; disporli su di un letto di crema di piselli e spolverarli con abbondante mollica abbrustolita.
 

FLASH NEWS

LE RICETTE DEGLI CHEF

Nino Ferreri

Limu - Bagheria (Pa)

2) Riso cicale di mare, limone e bottarga

SITI AMICI
WINE POWER LIST 2022

LE GRANDI VERTICALI

Copyright © 2007-2023 cronachedigusto.it. Tutti i diritti riservati. Powered by Visioni©
La riproduzione totale o parziale di tutti i contenuti, testi, foto e video, in qualunque forma, su qualsiasi supporto e con qualunque mezzo è proibita.

Search