Siamo online da



ULTIMI COMMENTI

LE RICETTE PIU' LETTE

I VIDEO PIU' VISTI

AREA RISERVATA

cronache di gusto

Direzione, redazione
ed amministrazione:
Via Giuseppe Alessi, 44
(ex via Autonomia Siciliana)
90143 Palermo
Tel. +39 091 336915
Cronache di Gusto
autorizzazione
del tribunale di Palermo
numero 9 del 26-04-07

Cronache di Gusto
è iscritta al ROC
(Registro degli Operatori
di Comunicazione)
col numero 32897

Editoriale De Gustibus Italia
P.IVA 05540860821

Direttore Responsabile:
Fabrizio Carrera

Coordinamento:
Giorgio Vaiana

Web & Digital Design:
Floriana Pintacuda

Contributors:

Andrea Busalacchi
Andrea Camaschella
Marina V. Carrera
Sofia Catalano
Roberto Chifari
Ambra Cusimano
Lorella Di Giovanni
Maria Giulia Franco
Annalucia Galeone
Federica Genovese
Christian Guzzardi
Clarissa Iraci
Francesca Landolina
Federico Latteri
Irene Marcianò
Bianca Mazzinghi
Alessandra Meldolesi
Clara Minissale
Fiammetta Parodi
Geraldine Pedrotti
Stefania Petrotta
Michele Pizzillo
Fabiola Pulieri
Enzo Raneri
Mauro Ricci
Gianluca Rossetti
Emanuele Scarci
Marco Sciarrini
Sara Spanò
Giorgia Tabbita
Fosca Tortorelli
Maristella Vita
Manuela Zanni

Organizzazione Eventi:
Laura Lamia
Ivana Piccitto

Concessionaria
per la pubblicità:
Publisette
Via Catania, 14
90141 Palermo

info@publisette.it

COOKIE POLICY
PRIVACY POLICY
INFORMATIVA PRIVACY

Pubblicato in Peppe Causarano il 17 Maggio2021

Giuseppe Causarano è uno dei giovani chef emergenti siciliani.

Insieme al pastry chef Antonio Colombo, hanno condiviso l’esperienza di alta scuola al ristorante Locanda Gulfi e dal 2017 guidano il loro progetto: VotaVota un bel ristorante sul mare a Marina di Ragusa, che nasce dall’attenzione per la materia prima e dove l’ispirazione, come una mareggiata, viene dal Sud e va verso esperienze e sapori complessi, maturati nelle brigate di cucina nel corso dei lunghi anni di gavetta. Il raffinatissimo piccione, oggi assente (ingiustificato) dalle tavole degli italiani, è un protagonista nelle ricette degli chef stellati. Certo la preparazione richiede una discreta cura: per non compromettere la prelibatezza delle carni magre e delicate, che tendono ad asciugarsi, bisogna usare loro particolari riguardi, tanto in cottura che nella preparazione. Lo chef Causarano usa il panko giapponese per la panatura delle coscette croccanti che accompagnano il petto del piccione ripieno profumato dal tartufo uncinato di Palazzolo Acreide sfumato con il Marsala, mentre una composta di melanzane e ananas da la nota dolce e la riduzione di melagrana l’agre.

Piccione cotto sull’osso, chutney di melanzane e riduzione di melograno

Ingredienti per 4 persone

  • 2 piccioni interi con le interiora da 500 gr
  • Succo di 2 melograni
  • 20 gr di tartufo uncinato di Palazzolo Acreide
  • 40 ml di Marsala
  • Sale e pepe q.b.

Per il chutney

  • 200 gr di melanzana tagliata a cubetti
  • 150 gr di ananas tagliata a cubetti
  • Succo di 1/2 arancia
  • 2 cucchiai di zucchero di canna

Per la panatura delle coscette

  • 1 tuorlo
  • 100 gr di farina
  • 60 ml circa di acqua frizzante
  • 100 gr di pane Panko

Procedimento

Pulire i piccioni separando i petti e disossando le coscette, togliere le interiora e lasciarle ammollo nel latte per 2 ore circa. I petti andranno rosolati in padella a fiamma alta con del burro chiarificato, un rametto di rosmarino e uno spicchio d’aglio per circa 6/8 minuti lasciando una cottura rosata.

Per le coscette ripiene

Rosolare le interiora e sfumare con il Marsala, bilanciare con sale e pepe e quando saranno bel cotte frullare aggiungendo il tartufo, farcire le coscette con il composto ottenuto, fare la pastella con la farina, il tuorlo e l’acqua frizzante, passare le coscette nella pastella e successivamente nel pane panko e friggere in olio di semi di girasole a 160°.

Per il chutney

Procedere mettendo tutti gli ingredienti in una casseruola e lasciare appassire a fuoco basso per circa venti minuti.

Per la riduzione di melograno

Portare a bollore il succo di melograno e farlo ridurre a fiamma bassa fino a quando non avrà ridotto di circa 2/3 del peso iniziale.

Composizione del piatto

Adagiare sul piatto il petto di piccione precedentemente rosolato e la coscetta fritta tagliata a metà, guarnire il piatto con un cucchiaino di chutney, la riduzione di melograno e dei fiocchi di sale.

LEGGI QUI LA RICETTA DELLO SPAGHETTO AFFUMICATO BURRO E ALICI 

 

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

FLASH NEWS

LE RICETTE DEGLI CHEF

Isa Mazzocchi

Ristorante La Palta

Frazione Bilegno - Borgonovo Val Tidone

2) Raviolo di ravioli in sei stagionature di Parmigiano Reggiano

SITI AMICI
WINE POWER LIST 2019
GUIDA VINI DELL'ETNA

LE GRANDI VERTICALI

Copyright © 2007-2021 cronachedigusto.it. Tutti i diritti riservati. Powered by Visioni©
La riproduzione totale o parziale di tutti i contenuti, testi, foto e video, in qualunque forma, su qualsiasi supporto e con qualunque mezzo è proibita.

Search